Manifesto degli studi

Anno Accademico 2016-2017

Art. 1 INTRODUZIONE

Il Manifesto degli studi è un documento estremamente importante, di facile consultazione e improntato alla massima trasparenza. In esso sono riportate le modalità di accesso ai Corsi di laurea/laurea magistrale, nonché le condizioni, le modalità, i termini, l’importo delle tasse e dei contributi dovuti. Vengono riportate, altresì, le documentazioni richieste ed ogni altra informazione inerente gli adempimenti necessari all’immatricolazione ed iscrizione ad anni successivi al primo dei corsi, alle richieste di esoneri, alle variazioni della carriera in itinere ecc. Tutti gli studenti sono tenuti a prendere visione del Manifesto degli studi.
Di qualsiasi variazione tecnico-amministrativa che dovesse intervenire nel corso del 2016-2017 rispetto a quanto riportato nel presente Manifesto degli Studi, sarà data comunicazione in questo sito con altre modalità ritenute congrue dall’Ateneo.

Art. 2 RIFERIMENTI
Per informazioni:
Servizio Segreteria corsi di laurea e didattica
Palazzina Orvieto - Viale Carlo Manuali 9 - 06123 Perugia
Telefono + 39 075 57 46 650-651-653-757
Fax: +39 0755746652
E-mail: segreteria.laurea (at) unistrapg.it
PEC: protocollo (at) pec.unistrapg.it
Orario di apertura al pubblico:
Mattina: dal lunedì al venerdì ore 10:00-13:00
Pomeriggio: lunedì e giovedì ore 15:30-17:00

Art. 3 CALENDARIO DEI PRINCIPALI ADEMPIMENTI AMMINISTRATIVI PER L’A.A. 2016-2017
attività periodi o scadenze
Immatricolazione 1 agosto - 14 ottobre 2016

Immatricolazione tardiva

16 dicembre 2016
Iscrizione ad anni successivi al primo 1 agosto - 14 ottobre 2016
Scadenza pagamento I rata tassa iscrizione 14 ottobre 2016
Scadenza pagamento II rata tassa iscrizione 16 dicembre 2016
Scadenza pagamento III rata tassa iscrizione 28 aprile 2017
Trasferimenti da altro Ateneo 1 agosto - 16 dicembre 2016
Trasferimenti per altro Ateneo 1 agosto - 14 ottobre 2016
Iscrizione a singoli insegnamenti del I semestre 14 ottobre 2016
Iscrizione a singoli insegnamenti del II semestre 26 febbraio 2017
Esoneri parziali per merito 1 agosto - 14 ottobre 2016
Esoneri parziali per studenti lavoratori 1 agosto - 14 ottobre 2016
Esoneri totali 1 agosto - 14 ottobre 2016
Scadenza per richiesta delle attività formative a scelta dello studente da inserire nel piano di studio 14 novembre 2016

Nota: si rimanda ai singoli articoli del Manifesto degli studi per gli adempimenti necessari in caso di mancato rispetto delle scadenze previste.

Art. 4 CALENDARIO DIDATTICO
Calendario delle lezioni
I semestre (12 settimane): 3 ottobre 2016 - 23 dicembre 2016
II semestre (13 settimane): 1° marzo 2017 - 1° giugno 2017
Sospensione delle lezioni
Sessione tesi: 17, 18, 19 novembre 2016 - 11, 12, 13 aprile 2017
Festività pasquali: dal 14 aprile al 18 aprile 2017 (compresi)
Altri giorni di sospensione: 1° novembre 2016, 8 dicembre 2016, 25 aprile 2017, 1° maggio 2017.

Art. 5 CONTEMPORANEA ISCRIZIONE A PIÙ CORSI

Ai sensi della normativa vigente non è ammesso iscriversi contemporaneamente ad un corso di laurea o di laurea magistrale e ad altro corso universitario tra quelli compresi nell’elenco che segue, sia esso attivato presso questo o presso altri Atenei:

  1. laurea triennale
  2. laurea specialistica/magistrale
  3. dottorato di ricerca
  4. corso di specializzazione
  5. master (di I o II livello)
  6. corso di perfezionamento della durata di almeno 1.500 ore, con acquisizione di almeno di 60 CFU

Lo studente iscritto ad uno dei corsi per i quali vige l'incompatibilità sopra citata può, entro i termini previsti per l'iscrizione ai corsi dell’Università per Stranieri di Perugia, effettuare una iscrizione condizionata ad altro corso appartenente alle tipologie elencate, purché sia in debito del solo esame finale, così che il corso di provenienza afferisca temporalmente ad un anno accademico diverso da quello del corso di destinazione ed il titolo del primo venga acquisito entro l'ultima sessione utile dell'anno accademico di riferimento.

Art. 6 OFFERTA FORMATIVA DELL’UNIVERSITÀ PER STRANIERI DI PERUGIA - CORSI DI LAUREA/LAUREA MAGISTRALE ATTIVATI
  1. Corsi di laurea/laurea magistrale:
    É attivato, nell’anno accademico 2016-2017, il 3° anno dei seguenti Corsi di laurea (1° livello - 180 crediti formativi - ai sensi del DM 270/2004-Coorte 2014/2015):
    • Corso di laurea in Comunicazione internazionale e pubblicitaria (ComIP):
      indirizzo in Comunicazione Internazionale (ComIP-I) e indirizzo in Comunicazione Pubblicitaria (ComIP-P)
      Classe delle Lauree in Scienze della Comunicazione - L20
    • Corso di laurea in Lingua e Cultura italiana (LiCI):
      indirizzo in Lingua e Cultura Italiana per l’insegnamento a stranieri (LiCI-In) e indirizzo in Promozione della lingua e della cultura italiana nel mondo (LiCI-P)
      Classe delle Lauree in Lettere - L10
    • Corsi di laurea/laurea magistrale nuovo ordinamento
      Sono attivati, nell'anno accademico 2016-2017, il 1° e 2° anno dei seguenti Corsi di laurea (1° livello - 180 crediti formativi - ai sensi del DM 270/2004-Coorte 2015/2016):
      • Corso di laurea in Comunicazione internazionale e pubblicitaria (ComIP):
        indirizzo in Comunicazione Internazionale (ComIP-I) e indirizzo in Comunicazione Pubblicitaria (ComIP-P)
        Classe delle Lauree in Scienze della Comunicazione - L20
      • Corso di laurea in Lingua e Cultura italiana (LiCI):
        indirizzo in Lingua e Cultura Italiana per l’insegnamento a stranieri (LiCI-In) e indirizzo in Promozione della lingua e della cultura italiana nel mondo (LiCI-P)
        Classe delle Lauree in Lettere - L10
    • Sono attivati, nell'anno accademico 2016-2017, il 1° e 2° anno dei seguenti Corsi di laurea magistrale (2° livello - 120 crediti formativi - ai sensi del DM 270/2004-Coorte 2015/2016):
      • Corso di laurea magistrale in Comunicazione Pubblicitaria, Storytelling e Cultura d’immagine (ComPSI)
        Classe delle Lauree in Teorie della Comunicazione - LM92
      • Corso di laurea magistrale interclasse in Relazioni Internazionali e Cooperazione allo sviluppo (RICS)
        Classe delle Lauree in Relazioni Internazionali - LM52 e Scienze per la Cooperazione allo sviluppo - LM81
      • Corso di laurea magistrale in Italiano per l’insegnamento a stranieri (ItaS):
        indirizzo Linguistico (ItaS-L) e indirizzo Culturale-Identitario (ItaS-C)
        Classe delle Lauree in Filologia moderna - LM14
      • Corso di laurea magistrale in Promozione dell’Italia e del Made in Italy (PrIMI)
        Classe delle Lauree in Lingue Moderne per la comunicazione e cooperazione internazionale - LM38

A fini didattico/amministrativi, si precisa che sono da intendersi non più attivi corsi di studio e relativi anni di corso non menzionati ai precedenti punti. Si precisa, inoltre, che l’immatricolazione sarà possibile solo ai Corsi di laurea/laurea magistrale nuovo ordinamento sopra indicati.

Art. 7 ATTIVITÀ FORMATIVE AUTONOMAMENTE SCELTE DALLO STUDENTE
I Crediti Formativi Universitari (CFU) attribuiti dai piani di studio dei singoli Corsi di laurea e laurea magistrale ad attività formative "autonomamente scelte dallo studente" potranno essere conseguiti:
  1. sostenendo esami di insegnamenti curriculari previsti ed attivati in altri Corsi di laurea/laurea magistrale del medesimo livello attivati presso l’Ateneo
  2. sostenendo esami di insegnamenti del medesimo corso di iscrizione dello studente appartenenti ad un curriculum diverso da quello prescelto dall’interessato
  3. partecipando ad attività alternative, anche seminariali o laboratoriali, per le quali il Dipartimento attribuisce crediti formativi
  4. richiedendo l’accreditamento di attività formative pregresse, nel rispetto dei criteri, delle procedure e delle scadenze previste dalle Linee guida generali per il riconoscimento di CFU, consultabili su questo sito, alle quali si rimanda.

Non è possibile l’inserimento tra le attività formative autonomamente scelte dallo studente di:

  • insegnamenti facenti parte di un corso di studio di diverso livello rispetto a quello di iscrizione dello studente
  • singoli moduli facenti parte di un esame integrato. Lo studente, pertanto, è tenuto ad indicare nella propria richiesta l’esame integrato nella sua interezza e non i singoli moduli
  • insegnamenti non più attivi o facenti parte di Corsi di laurea/laurea magistrale non più attivi
  • insegnamenti non ritenuti coerenti con i contenuti e gli obiettivi formativi del Corso di laurea/laurea magistrale di iscrizione dello studente e con la formazione dello studente
  • insegnamenti che palesino una ripetizione di un’attività didattica già presente nel piano di studio. I crediti a scelta devono essere aggiuntivi al curriculum e non duplicazioni, seppure parziali, di corsi già previsti nei piani di studio

Lo studente che intende sostenere gli esami di cui ai punti A), B), e C) sopra precisati è tenuto a presentare apposita richiesta (modulo scaricabile alla pagina “modulistica” di questo sito), che sarà oggetto di valutazione, presso la Segreteria studenti corsi di laurea e didattica entro e non oltre il giorno 14 novembre 2016.

Non saranno valutate richieste incomplete, sprovviste di firma, formalmente non corrette e presentate da studenti non in regola con l’iscrizione.

La scelta effettuata è valida per tutto l'anno accademico e per tutta la carriera universitaria. Potrà essere variata, per gli eventuali Crediti Formativi Universitari ancora da conseguire, solo all'inizio dell'anno accademico successivo previa nuova richiesta e relativa approvazione.

Nella richiesta lo studente potrà elencare esami opzionali fino ad un massimo di CFU pari al doppio del totale previsto dal piano di studi del proprio Corso di iscrizione per le attività a scelta e potrà sostenere quelli utili al conseguimento dei CFU indicati per tali attività dal predetto piano di studi.

Per ciascun insegnamento, l’autorizzazione è concessa per il conseguimento dei relativi CFU.

Art. 8 AMMISSIONE AI CORSI DI LAUREA/LAUREA MAGISTRALE (ai sensi del DM 270/2004): BANDI E PROGRAMMAZIONE DELLE PROVE DI INGRESSO.

Per informazioni sull’ammissione ai Corsi di laurea e laurea magistrale (ai sensi del DM 270/2004), il possesso dei requisiti curriculari per l’ammissione alle lauree magistrali, la programmazione delle prove di ingresso e di eventuali recuperi di lacune formative, i piani di studio, i posti riservati agli studenti stranieri, etc. è necessario consultare gli specifici bandi di ammissione.
Per consultare i bandi sul presente Manifesto, del quale fanno parte integrante, si rimanda:

  • (articolo 40) Corso di laurea in Comunicazione internazionale e pubblicitaria (ComIP)
  • (articolo 41) Corso di laurea in Lingua e Cultura italiana (LiCI)
  • (articolo 42) Corso di laurea magistrale in Comunicazione Pubblicitaria, Storytelling e Cultura d’Immagine (ComPSI)
  • (articolo 43) Corso di laurea magistrale interclasse in Relazioni Internazionali e Cooperazione allo sviluppo (RICS)
  • (articolo 44) Corso di laurea magistrale in Italiano per l’insegnamento a stranieri (ItaS)
  • (articolo 45) Corso di laurea magistrale in Promozione dell’Italia e del Made in Italy (PrIMI)

Art. 9 IMMATRICOLAZIONI AI CORSI DI LAUREA/LAUREA MAGISTRALE (ai sensi del DM 270/2004) - MODALITÀ E DOCUMENTAZIONE

Con decorrenza 1° agosto 2016 sono aperte per l'anno accademico 2016-2017 le immatricolazioni ai Corsi di laurea/laurea magistrale di cui al precedente punto 6.2 dell’Art. 6 del presente Manifesto.

Requisiti di ammissione:

Per accedere al corso di laurea triennale (I livello), di cui agli articoli 40 e 41 del presente Manifesto, gli studenti devono

  1. essere in possesso di un diploma di scuola secondaria superiore o di altro titolo di studio conseguito all’estero, riconosciuto idoneo per l’accesso alla formazione universitaria
  2. sostenere, in ingresso, un colloquio orientativo, non selettivo, di verifica della personale preparazione

Per accedere al corso di laurea magistrale di cui agli articoli 42, 43, 44, 45 del presente Manifesto, gli studenti devono:

  1. essere in possesso della laurea o del diploma universitario di durata triennale, ovvero di altro titolo di studio conseguito all’estero, riconosciuto idoneo

  2. essere in possesso dei requisiti curriculari, vale a dire aver già conseguito un certo numero di Crediti Formativi Universitari (CFU) in determinati Settori Scientifico Disciplinari (SSD)

  3. sostenere, in ingresso, un colloquio orientativo, non selettivo, di verifica della personale preparazione (v. singoli bandi di accesso alle lauree magistrali). L’accesso al colloquio è condizionato dal possesso dei prescritti requisiti curriculari. Nel caso di immatricolazione ai soli Corsi di laurea magistrale PRIMI ed ITAS, lo studente deve sostenere, in ingresso, una prova pratica, non selettiva, tesa ad accertare il possesso di abilità informatiche (v. bandi di ammissione)

Gli studenti che intendono immatricolarsi ad un Corso di laurea/laurea magistrale sono tenuti a consultare nel presente Manifesto il bando di ammissione al corso prescelto.

Modalità immatricolazione

Presso l’Università per Stranieri di Perugia è attivo il servizio di immatricolazione on-line ai Corsi di laurea/laurea magistrale. Il potenziale studente, quindi, può usufruire del servizio dalla propria abitazione o da un qualsiasi PC connesso ad Internet.

Attraverso il servizio di immatricolazione on-line lo studente sceglie un Corso di laurea/laurea magistrale e fornisce tutte le notizie inerenti il proprio status anagrafico (dati personali, residenza, domicilio, etc.) ed il diploma posseduto (si consiglia, pertanto, di raccogliere tutte le notizie necessarie prima di iniziarne la compilazione on-line).

I dati inseriti sono custoditi per i soli fini istituzionali dell'Ateneo e, quindi, per tutto quanto attiene la carriera universitaria dello studente e, se egli acconsente, per scopi relativi ad un eventuale successivo avvio al lavoro.

Solo la prima volta, lo studente deve registrarsi al portale Esse3WEB dell’Ateneo, ossia immettere i propri dati anagrafici e scegliere le proprie credenziali (username e password) per l'accesso ai servizi on-line. Fatto ciò, lo studente può accedere al servizio.

Completato l'inserimento dei dati, lo studente può stampare subito il modello di domanda precompilato e il bollettino bancario MAV per il pagamento delle tasse e dei contributi universitari.

Il modulo di immatricolazione on-line è una forma di autocertificazione ed è realizzato secondo la normativa vigente in materia (D.P.R. 445/2000); si richiama pertanto, ai sensi degli artt. 46 e 47 del suddetto D.P.R., l’attenzione dello studente sulle responsabilità cui può andare incontro in caso di dichiarazioni mendaci o di esibizione di atti falsi o contenenti dati non rispondenti a verità, nonché sulle sanzioni previste dal codice penale e dalle leggi speciali in materia, richiamate dall’art. 75 e 76 del D.P.R. 445/2000 per le ipotesi di falsità in atti e dichiarazioni mendaci (L. n.15/1968, D.P.R. n.403/1998 e art. 495 C.P.).

Lo studente, prima dell'invio alla Segreteria corsi di laurea e didattica dell’Ateneo del modulo, deve aver cura di controllare attentamente le notizie immesse ed è responsabile di qualsiasi disservizio ad esse dovuto (Accedendo all’area riservata con le proprie credenziali è possibile modificare i dati inseriti erroneamente). Si ricorda che l’inserimento di un dato anagrafico errato o incompleto (quale ad esempio la mancata indicazione del numero civico di residenza/domicilio o un indirizzo email errato), può comportare il mancato recapito di qualsivoglia comunicazione dell’Ateneo. Al termine della registrazione online la procedura attribuisce il numero di matricola visibile nel bollettino bancario MAV sopra citato. Si precisa che la procedura di immatricolazione è da ritenersi perfezionata solo dopo che il Servizio Segreteria Corsi di laurea e Didattica ha ricevuto la sotto indicata documentazione e ne ha accertato la regolarità.

Il modello di domanda precompilato deve essere debitamente firmato dallo studente e deve essere spedito o consegnato al competente Servizio Segreteria Corsi di laurea e Didattica (Viale Carlo Manuali 9, 06123 Perugia), nei termini previsti per le immatricolazioni unitamente alla documentazione di seguito precisata:

  • copia della ricevuta dell’avvenuto pagamento delle tasse e dei contributi d’iscrizione universitaria.
    Il pagamento delle tasse e contributi universitari deve essere effettuato tramite bollettino bancario MAV.
    In caso di impossibilità di scaricare il MAV dalla procedura Esse3WEB, il pagamento può essere effettuato tramite conto corrente bancario intestato a:

    Università per Stranieri di Perugia
    Presso UNICREDIT S.p.A. Agenzia Sportello Università
    IBAN: IT31H0200803043000029465268
    Per bonifici dall’estero:
    BIC SWIFT: UNCRITM1J11
    specificando la causale del pagamento: “Immatricolazione a.a. 2016-2017”.

  • due fotografie identiche formato tessera
  • fotocopia di un valido documento di riconoscimento in corso di validità
  • attestazione ISEE (Indicatore Situazione Economica Equivalente specifico per l’Università) relativa al nucleo familiare di appartenenza dello studente per la determinazione della fascia economica di contribuzione ai fini del calcolo delle tasse e contributi universitari (v. articoli 15 e 18 del presente Manifesto). In assenza di tale attestazione gli studenti sono inseriti d’ufficio nella fascia di massima contribuzione. L’attestazione ISEE va presentata annualmente
  • ove sussistano le condizioni per la richiesta di esoneri delle tasse e contributi universitari non riconducibili all’ISEE (v. articolo 22 del presente Manifesto), documentazione comprovante il possesso dei requisiti richiesti per l’esonero
  • i cittadini non comunitari residenti all’estero (v. articolo 10 del presente Manifesto) sono tenuti a presentare anche il prescritto permesso di soggiorno in corso di validità e la documentazione prevista dalla circolare ministeriale relativa a “Procedure per l’accesso degli studenti stranieri richiedenti visto ai corsi di formazione superiore del 2016-2017”.
    La predetta circolare può essere consultata sul sito internet:
    http://www.studiare-in-italia.it/studentistranieri/
    La mancata presentazione del permesso di soggiorno, e successivamente copia del permesso di soggiorno oggetto di rinnovo, inficia la correttezza formale dell’iscrizione; da ciò consegue che lo studente non può compiere alcun atto inerente la carriera universitaria

L’Università non si assume responsabilità per situazioni derivanti da mancata o tardiva presentazione della documentazione richiesta per l’immatricolazione e, nel caso degli studenti stranieri, da tardiva presentazione del permesso di soggiorno in corso di validità.

L’Università effettuerà controlli a campione per accertare la veridicità delle dichiarazioni rese. Chi dichiarerà il falso vedrà decadere i benefici ottenuti e incorrerà nelle sanzioni previste per le false dichiarazioni dagli art. 75 e 76 del D.P.R 445/2000.

La domanda di immatricolazione va presentata al Servizio Segreteria Corsi di laurea e didattica nel periodo 1 agosto - 14 ottobre 2016.

Nel caso in cui lo studente che si immatricola non provveda personalmente alla consegna della domanda di immatricolazione e degli allegati, tutta la documentazione potrà:

  • essere consegnata da altra persona munita di apposita delega
  • essere inviata, per raccomandata, al seguente indirizzo:
    Università per Stranieri - Servizio Segreteria Corsi di laurea e Didattica
    Viale Carlo Manuali 9 - 06123 Perugia
  • essere inviata tramite Posta elettronica certificata all’indirizzo protocollo (at) pec.unistrapg.it

L’Università non risponde di disguidi di qualsiasi natura che dovessero verificarsi nell’invio della domanda tramite servizio postale o persona delegata.

Entro la data del 16 dicembre 2016 potranno essere accolte, per giustificati motivi, domande di immatricolazione presentate oltre la scadenza dei termini. La domanda di immatricolazione tardiva prevede il pagamento di una indennità di mora di Euro 80,00. Potranno essere valutate domande di immatricolazione presentate oltre il termine del 16 dicembre per cause di particolare gravità, previa richiesta dello studente. Ove tale richiesta, munita di bollo di Euro 16,00 sia accolta, allo studente è fatto obbligo di completare immediatamente l’iter amministrativo collegato alla immatricolazione, compreso il pagamento delle indennità di mora nel frattempo maturate per il mancato rispetto dei termini previsti.

Lo studente che non risulti in regola con l’immatricolazione non potrà, a pena di nullità, iscriversi agli appelli e sostenere i relativi esami di profitto, fino alla completa regolarizzazione della propria posizione amministrativa. L’Università non si assume responsabilità per situazioni derivanti da tardive regolarizzazioni della posizione amministrativa dello studente.

È consentita l’iscrizione online con riserva al primo anno di un Corso di laurea magistrale a condizione che gli studenti ottengano il titolo accademico utile per l’accesso entro la sessione di tesi di febbraio 2017. L’iscrizione con riserva deve essere effettuata nel rispetto di quanto previsto per l’ammissione ai Corsi di laurea magistrale e delle modalità, termini e versamenti degli importi (rate e indennità di mora maturate) previsti dal presente Manifesto degli studi. Casi particolari di candidati impossibilitati a discutere la tesi entro la sessione predetta saranno valutati singolarmente ai fini della necessaria approvazione.

Gli studenti che in fase di immatricolazione online ad un Corso di laurea/laurea magistrale hanno dichiarato di essere in possesso dei requisiti di eleggibilità per il conseguimento delle borse di studio A.Di.S.U (Agenzia per il Diritto allo Studio Universitario dell’Umbria) sono tenuti al pagamento dell’importo di Euro 140,00 (contributo regionale) nei termini e con le modalità fissate nel presente Manifesto.
Qualora il requisito di eleggibilità sia confermato, secondo tempi e procedure prefissate dalla predetta Agenzia, lo studente non è tenuto al pagamento di altre somme per l’iscrizione al corso.
Qualora il requisito di eleggibilità non sia confermato, lo studente, nel rispetto delle scadenze previste nel presente Manifesto (v. articolo 16), è tenuto a regolarizzare la propria posizione amministrativa mediante pagamento delle quote di iscrizione corrispondenti alla fascia economica di appartenenza. A tal fine lo studente dovrà:

  1. dichiarare online il valore del proprio ISEE
  2. produrre l’attestazione ISEE nei termini e con le modalità stabilite nel presente Manifesto

L’Ateneo procederà al rimborso di somme eventualmente versate in eccesso, ad esclusione dell’importo relativo alla tassa regionale per il diritto allo studio universitario, a completamento di tutte le verifiche effettuate dall’A.Di.S.U.

Per l’immatricolazione di cittadini stranieri:

  • ai corsi di laurea/laurea magistrale, vedere articolo 10 del presente Manifesto
  • a corsi singoli facenti parte dei piani di studio dei Corsi di laurea/laurea magistrale attivati dall’Università, vedere articolo 14 del presente Manifesto
  • a Master, vedere articolo 46 del presente Manifesto

Art. 10 IMMATRICOLAZIONI STUDENTI STRANIERI AI CORSI DI LAUREA/LAUREA MAGISTRALE (ai sensi del DM 270/2004)

L’accesso degli studenti stranieri ai Corsi universitari in Italia è regolato da apposita Circolare MIUR (Ministero dell’Istruzione, dell'Università e della Ricerca) avente ad oggetto “Procedure per l’accesso degli studenti stranieri richiedenti visto ai corsi di formazione superiore del 2016-2017” e consultabile sul sito http://www.studiare-in-italia.it/studentistranieri/ . Fermo restando che anche gli studenti stranieri, per l’immatricolazione ai corsi di laurea/laurea magistrale devono seguire le indicazioni riportate all’art. 9 del presente manifesto, di seguito, si forniscono alcune informazioni generali per gli studenti stranieri che intendono accedere ad un Corso di Laurea/Laurea magistrale e si rimanda alla predetta circolare MIUR per ulteriori informazioni:

  1. Requisiti per l’ammissione (Informazioni valide per tutti gli studenti che hanno conseguito all’estero il titolo di studio utile per l’accesso all’Università)
    per accedere ad un Corso di laurea di I livello di durata triennale è necessario che il candidato:
    • sia già in possesso di un titolo di studio che gli consenta di accedere ad un corso di laurea nel Paese in cui il titolo è stato conseguito e sempre che il titolo sia stato acquisito con almeno 12 anni di scolarità. In caso di scolarità inferiore ai 12 anni, lo studente dovrà documentare di aver completato un numero di anni di Università pari a quelli necessari per il raggiungimento della scolarità di 12 anni richiesta dall’ordinamento italiano. Se nel Paese in cui il titolo è stato conseguito per accedere all’Università è richiesta una prova di idoneità accademica (Es. Gao Kao in Cina, Selectividad in Spagna, Prova de Afericao e Prova Geral de acesso ao Ensino superior in Portogallo, ecc), dovrà essere prodotta opportuna documentazione relativa al superamento di tale prova.
    • sostenga, in ingresso, un colloquio orientativo, non selettivo, di verifica della personale preparazione (v. successivo punto 5)

    Per accedere ad un Corso di laurea di II livello o magistrale, di durata biennale, è necessario che il candidato:

    • sia già in possesso di una laurea triennale o equivalente o di altro titolo di studio conseguito all’estero, riconosciuto idoneo
    • sia già in possesso di determinati requisiti curriculari, cioè abbia già acquisito un certo numero di CFU (Crediti Formativi Universitari) in specifici Settori Scientifico Disciplinari (SSD). La valutazione obbligatoria dei requisiti curriculari deve essere preventivamente richiesta al Servizio Segreteria Corsi di laurea e Didattica dell’Ateneo (segreteria.laurea (at) unistrapg.it) inviando, anche in allegato email, copia di certificato o di altro documento in lingua italiana con precisati tutti gli esami sostenuti per il conseguimento della laurea nel proprio Paese
    • sostenga, in ingresso, un colloquio orientativo, non selettivo, di verifica della personale preparazione (v. successivo punto 5). Nel caso di immatricolazione ai soli Corsi di laurea magistrale PRIMI ed ITAS, lo studente deve sostenere, in ingresso, una prova pratica, non selettiva, tesa ad accertare il possesso di abilità informatiche (v. bandi di ammissione).
  2. Modalità per accedere ai corsi di laurea/laurea magistrale
    gli studenti stranieri non comunitari residenti all’estero (richiedenti visto), per accedere ai corsi di laurea/laurea magistrale in Italia, devono presentare, nel periodo 23 marzo - 7 luglio 2016, apposita domanda di preiscrizione alle Rappresentanza diplomatica italiana nel Paese in cui il titolo di studio utile per l’accesso è stato conseguito. Nella domanda di preiscrizione lo studente è tenuto a precisare l’Università ed il corso di laurea prescelto. La Rappresentanza diplomatica italiana, dopo aver accertato la regolarità della documentazione prodotta dallo studente:
    1. segnala alle Università i nominativi degli studenti interessati. (L’Ateneo accetta con riserva le candidature pervenute - Per lo scioglimento della riserva vedere successivo punto b),
    2. rilascia agli stessi studenti, insieme alla domanda di preiscrizione, la documentazione di cui al successivo punto 3) con relativa legalizzazione (Tale documentazione deve necessariamente essere presentata dagli studenti all’arrivo a Perugia, alla Segreteria Corsi di laurea e Didattica dell’Ateneo. Solo dopo che l’Ateneo avrà preso visione della predetta documentazione ed accertato il possesso dei requisiti di ammissione sarà possibile sciogliere la riserva)
    3. c) rilasciano agli studenti il visto (Tipo D) per studio universitario. Solo con tale tipologia di visto è possibile fare richiesta, entro 8 giorni dall’arrivo in Italia, del rilascio del permesso di soggiorno per motivi di studio (v. circolare MIUR - Punto I.6 - Adempimenti al momento dello arrivo in Italia). Il permesso di soggiorno è obbligatorio per la formale regolarizzazione dell’iscrizione a Corsi di laurea/laurea magistrale dell’Università. Ai fini dell’ottenimento del visto di ingresso per motivi di studio “Immatricolazione Università” (Tipo D), non è sufficiente la sola lettera di accettazione della preiscrizione rilasciata dall’Università, ma lo studente straniero deve dimostrare il possesso dei seguenti requisiti previsti dalle norme italiane vigenti (v. circolare MIUR- Parte I – Punto I.5):
      c1) mezzi economici di sussistenza per il soggiorno previsto, quantificati, per l’a.a. 2016-2017, in Euro 448,07 per ogni mese di durata dell’anno accademico, pari ad Euro 5.824,91 annuali. La disponibilità in Italia di tali mezzi di sostentamento deve essere comprovata mediante garanzie economiche personali o dei genitori, o fornite da Istituzioni ed Enti italiani di accertato credito, comprese le Università, da Governi locali, da Istituzioni ed Enti stranieri considerati affidabili dalla Rappresentanza diplomatica italiana; non può essere dimostrata attraverso l’esibizione di una fidejussione bancaria o di una polizza fideiussoria, né di denaro contante o garanzie fornite da terze persone
      c2) disponibilità della somma occorrente per il rimpatrio, comprovabile anche con il biglietto di ritorno
      c3) idoneo alloggio nel territorio italiano
      c4) adeguata copertura assicurativa, per cure mediche e ricoveri ospedalieri in Italia.

    Gli studenti comunitari e non comunitari legalmente soggiornanti in Italia (non richiedenti visto) e gli italiani che hanno conseguito all’estero il titolo di studio utile per l’ammissione all’università, per iscriversi ai corsi laurea/laurea magistrale, possono presentare domanda di immatricolazione/iscrizione direttamente all’Università, nel rispetto delle modalità previste dalla circolare MIUR ed allegando tutta la documentazione precisata al successivo punto 3. Anche in tal caso, solo dopo che l’Ateneo avrà preso visione della predetta documentazione ed accertato il possesso dei requisiti di ammissione sarà possibile sciogliere la riserva.

  3. Documentazione
    per gli studenti stranieri non comunitari residenti all’estero (richiedenti visto), la documentazione principale che viene rilasciata allo studente dalla Rappresentanza diplomatica italiana e che lo stesso studente straniero deve produrre, a Perugia, per la regolarizzazione dell’immatricolazione all’Università è la seguente:
    • titolo di studio in originale o certificato sostitutivo a tutti gli effetti di legge (legalizzato dalla Rappresentanza diplomatica italiana)
    • traduzione in lingua italiana del titolo prodotto (traduzione confermata dalla Rappresentanza diplomatica italiana)
    • dichiarazione di valore rilasciata dalla Rappresentanza diplomatica italiana nel Paese in cui il titolo è stato conseguito
    • domanda di preiscrizione presentata alla Rappresentanza diplomatica italiana (solo per studenti stranieri non comunitari residenti all’estero)
    • n. 2 fotografie identiche formato tessera (di cui una autenticata dalla rappresentanza diplomatica italiana competente per territorio)
    • e, nel caso di iscrizione ad un corso di laurea triennale (I livello):
      - qualora il titolo degli studi secondari superiori sia stato conseguito al termine di un periodo inferiore ai 12 anni, deve essere prodotto certificato attestante gli studi accademici parziali già compiuti o il titolo post secondario conseguito in un Istituto superiore non universitario (v. allegato 1 alla Circolare MIUR).
      - qualora per l’accesso all’Università sia necessaria una “prova di idoneità accademica”, va prodotta certificazione attestante il superamento della predetta prova (v. Circolare MIUR)

    per gli studenti comunitari e non comunitari legalmente soggiornanti in Italia e italiani che hanno conseguito all’estero il titolo di studio utile per l’ammissione all’università, la documentazione da produrre per la regolarizzazione dell’immatricolazione all’Università è la stessa, esclusa la domanda di preiscrizione, prevista per gli studenti stranieri non comunitari residenti all’estero richiedenti visto di cui sopra.

  4. Conoscenza della lingua italiana
    gli studenti stranieri non comunitari residenti all’estero (richiedenti visto), in base alla circolare del Ministero italiano di cui sopra, devono sostenere - il 2 settembre 2016 (data stabilita dal MIUR) - una prova di conoscenza della lingua italiana che non va confusa con i colloqui in ingresso di cui al punto 1).
    L’Università, al fine di favorire una più proficua partecipazione al corso prescelto, inserirà gli studenti stranieri non comunitari residenti all’estero che dimostreranno lacune nella lingua italiana (livello inferiore a B2) in classi di sostegno linguistico (Lettorati); gli stessi saranno tenuti al recupero delle lacune entro il primo anno accademico di iscrizione. In assenza, viene meno la possibilità di sostenere gli esami di profitto nell’anno accademico successivo.

    La circolare MIUR specifica i casi di esenzione dalla prova predetta. In tal caso, tuttavia, lo studente è tenuto a presentare all’Ateneo - che deciderà dell’eventuale esonero - la domanda di esenzione dalla prova di lingua italiana corredando la stessa domanda di opportuna documentazione (certificazione, ecc.) relativa alla conoscenza della lingua italiana.

  5. Altre informazioni
    1. Ad esclusione degli studenti comunitari, gli studenti stranieri non comunitari ovunque residenti sono tenuti a consegnare alla Segreteria Corsi di laurea e Didattica copia del permesso di soggiorno in corso di validità e, successivamente, copia del permesso di soggiorno oggetto di rinnovo.
      La mancata presentazione di tale documento inficia la correttezza formale dell’iscrizione; da ciò consegue che lo studente non può compiere alcun atto inerente la carriera universitaria. L’Università non si assume responsabilità per situazioni derivanti da tardive presentazioni del permesso di soggiorno in corso di validità.
    2. I Corsi di laurea e laurea magistrale attivati presso l’Università per Stranieri, con relativi piani di studio, individuati al precedente articolo 6, sono altresì consultabili su questo sito.
    3. Le lezioni dei corsi di laurea/Laurea magistrale si tengono in Lingua italiana.
    4. Tutti gli studenti stranieri per immatricolarsi sono tenuti a seguire le modalità precisate all’articolo 9 del presente manifesto ed a produrre la documentazione richiesta.

Art. 11 LIBRETTO UNIVERSITARIO

Successivamente all’immatricolazione, allo studente viene rilasciato un libretto di iscrizione che vale per l’intero corso di studio. La disponibilità dei libretti viene comunicata dall’Ateneo agli studenti mediante avviso sulla pagina web dell’Ateneo. Al momento del rilascio, lo studente deve apporre la propria firma sul libretto e su apposita ricevuta di consegna che resta agli atti dell’Università.
Nel libretto vengono annotati soltanto gli esami regolarmente sostenuti presso l’Ateneo.
Lo studente è personalmente responsabile di eventuali alterazioni apportate al libretto.
Qualunque alterazione fa perdere la validità del libretto e, in caso di dolo, rende lo studente passibile di provvedimento disciplinare e, nei casi più gravi, di denuncia all’Autorità giudiziaria.
Nell’ipotesi di smarrimento/furto o alterazione/deterioramento lo studente è tenuto a chiedere al Servizio Segreteria Corsi di laurea e Didattica un duplicato del libretto universitario; a tale scopo è disponibile apposito modulo, che può essere scaricato dalla pagina “modulistica” di questo sito. Dovrà essere, inoltre, pagata la somma di Euro 50,00 tramite conto corrente bancario intestato a:

Università per Stranieri di Perugia
Presso UNICREDIT S.p.A. Agenzia Sportello Università
IBAN: IT31H0200803043000029465268
Per bonifici dall’estero:
BIC SWIFT: UNCRITM1J11
specificando la causale del pagamento “Rilascio duplicato libretto universitario”.

Copia della ricevuta di pagamento deve essere allegata alla richiesta di duplicato del libretto universitario.
La richiesta va corredata, inoltre, della seguente documentazione:

  1. n. 2 fotografie formato tessera identiche
  2. il libretto originale (nel caso in cui si richieda il duplicato per deterioramento)

Il libretto universitario deve essere riconsegnato alla Segreteria Corsi di laurea e Didattica contestualmente alla copia della tesi finale e nei casi di richiesta di sospensione e rinuncia agli studi.

Art. 12 ISCRIZIONI AD ANNI SUCCESSIVI A QUELLO DI IMMATRICOLAZIONE (RINNOVO ISCRIZIONI) - MODALITÀ E DOCUMENTAZIONE

L’Università per Stranieri di Perugia ha attivato il servizio on-line di rinnovo delle iscrizioni ai Corsi di laurea/laurea magistrale. Lo studente, quindi, può usufruire del servizio dalla propria abitazione o da un qualsiasi PC connesso ad Internet.

Con le credenziali acquisite in fase di prima immatricolazione, lo studente può accedere al servizio Esse3WEB dell’Ateneo e richiedere l’iscrizione al nuovo anno accademico, stampare il bollettino bancario MAV relativo alla prima rata ed alle eventuali rate successive e procedere, presso un Istituto bancario, al pagamento del medesimo nel rispetto delle modalità e scadenze precisate nel presente Manifesto degli studi.

L’iscrizione, comunque, è contestuale al pagamento, da effettuarsi entro il 14 ottobre 2016, dell’importo della 1a rata della tassa (Euro 598,89 comprensiva dell’importo di cui al DM MIUR 29/03/2016, della tassa regionale per il diritto allo studio universitario e della indennità di spese), che include un acconto dei contributi universitari. Fatti salvo gli importi per le categorie previste a tassa fissa annuale, l’importo di Euro 598,89 è uguale per tutti gli iscritti indipendentemente dalla fascia reddituale ISEE di appartenenza.

Si precisa che la procedura di rinnovo di iscrizione, tuttavia, è da ritenersi perfezionata solo dopo la verifica di regolarità da parte del Servizio Segreteria Corsi di laurea e Didattica dell’Ateneo.

Solo dopo che la procedura di rinnovo di iscrizione è perfezionata, lo studente è ammesso a compiere atti di carriera curriculare; ciò non lo esime dal regolarizzare la propria posizione amministrativa relativa agli anni precedenti e ai pagamenti nel frattempo maturati per l’anno accademico corrente.
Lo studente che non abbia provveduto a regolarizzare la propria posizione amministrativa non può compiere, a pena di nullità, alcun atto di carriera curriculare (quale iscriversi agli appelli d’esame di profitto ovvero all’esame di laurea e sostenerli, richiedere certificati, passaggi di corso, trasferimenti, ricongiunzioni ecc.), fino al regolare ripristino della propria posizione amministrativa secondo le modalità indicate nel presente Manifesto.
Il pagamento delle tasse e contributi universitari è suddiviso in 3 rate da versare tramite bollettini bancari premarcati MAV, che devono essere scaricati dal sito Esse3WEB dell’Ateneo.
Alla Segreteria Corsi di laurea e Didattica dovrà essere fatta pervenire la seguente documentazione:

  • copia della ricevuta dell’avvenuto pagamento delle tasse e dei contributi d’iscrizione universitaria. Il pagamento delle tasse e contributi universitari deve essere effettuato tramite bollettino bancario MAV. In caso di impossibilità di scaricare il MAV dalla procedura Esse3WEB, il pagamento può essere effettuato tramite conto corrente bancario intestato a:

    Università per Stranieri di Perugia
    Presso UNICREDIT S.p.A. Agenzia Sportello Università
    IBAN: IT31H0200803043000029465268
    Per bonifici dall’estero:
    BIC SWIFT: UNCRITM1J11
    specificando la causale del pagamento “Iscrizione corso di laurea - A.A. 2016-2017”.

    Copia della ricevuta di pagamento deve essere consegnata con sollecitudine alla Segreteria Corsi di laurea e Didattica per la registrazione e conseguente regolarizzazione amministrativa dello studente. L’Università non si assume responsabilità per situazioni derivanti da tardive consegne, da parte dello studente, delle ricevute di pagamento.
    In alternativa la consegna può essere effettuata mediante trasmissione

    • per fax, al n. 0755746652
    • per posta (all’indirizzo Università per Stranieri, Servizio Segreteria Corsi di laurea e Didattica, Palazzo Gallenga, Viale Carlo Manuali 9 - 06123 Perugia)
    • per posta elettronica certificata dell’interessato all’indirizzo protocollo (at) pec.unistrapg.it
    • per e-mail all’indirizzo segreteria.laurea (at) unistrapg.it

    In tutti i casi è necessario allegare copia di un documento di identità in corso di validità. L’Università non risponde di disguidi che possano verificarsi nella trasmissione con le modalità sopra precisate.
    Nel caso in cui i pagamenti siano effettuati oltre i termini previsti, lo studente deve provvedere anche al pagamento di tutte le indennità di mora nel frattempo maturate per mancato rispetto dei termini previsti.

  • attestazione ISEE (Indicatore Situazione Economica Equivalente specifico per l’Università) relativa al nucleo familiare di appartenenza dello studente per la determinazione della fascia economica di contribuzione ai fini del calcolo delle tasse e contributi universitari (v. articoli 15 e 18 del presente Manifesto). In assenza di tale dichiarazione gli studenti sono inseriti d’ufficio nella fascia di massima contribuzione. L’attestazione ISEE, che va presentata annualmente, va consegnata entro la data di scadenza prevista per l’iscrizione. È consentita la dichiarazione tardiva, ove non presentata contestualmente alla iscrizione tardiva, per la regolarizzazione di quest’ultima
  • ove sussistano le condizioni per la richiesta di esoneri delle tasse e contributi universitari non riconducibili all’ISEE (v. articolo 22 del presente Manifesto), documentazione comprovante il possesso dei requisiti richiesti per l’esonero
  • gli studenti stranieri non comunitari residenti all’estero sono tenuti a consegnare alla Segreteria Corsi di laurea e Didattica copia del permesso di soggiorno in corso di validità. La mancata presentazione di tale documento inficia la correttezza formale dell’iscrizione; da ciò consegue che lo studente non può compiere alcun atto inerente la carriera universitaria

L’Università non si assume responsabilità per situazioni derivanti da mancata o tardiva presentazione della documentazione richiesta per il rinnovo di iscrizione e, nel caso degli studenti stranieri, da tardiva presentazione del permesso di soggiorno in corso di validità.

Art. 13 ISCRIZIONI AD ANNI SUCCESSIVI A QUELLO DI IMMATRICOLAZIONE (RINNOVO ISCRIZIONE) DI STUDENTI CHE PRESENTINO I REQUISITI DI ELEGGIBILITÀ PER IL CONSEGUIMENTO DELLE BORSE DI STUDIO A.DI.S.U.
Gli studenti che in fase di rinnovo di iscrizione online ad un Corso di laurea/laurea magistrale hanno dichiarato di essere in possesso dei requisiti di eleggibilità per il conseguimento delle borse di studio A.Di.S.U (Agenzia per il Diritto allo Studio Universitario dell’Umbria) sono tenuti al pagamento dell’importo di Euro 140,00 (contributo regionale) nei termini e con le modalità fissate nel presente Manifesto.
Qualora il requisito di eleggibilità sia confermato, secondo tempi e procedure prefissate dalla predetta Agenzia, lo studente non è tenuto al pagamento di altre somme per l’iscrizione al corso.
Qualora il requisito di eleggibilità non sia confermato, lo studente, nel rispetto delle scadenze previste nel presente Manifesto (v. articolo 16), è tenuto a regolarizzare la propria posizione amministrativa mediante pagamento delle quote di iscrizione corrispondenti alla fascia economica di appartenenza. A tal fine lo studente dovrà:
  1. dichiarare online il valore del proprio ISEE
  2. produrre l’attestazione ISEE nei termini e con la modalità stabilite nel presente Manifesto

L’Ateneo procederà al rimborso di somme eventualmente versate in eccesso, ad esclusione dell’importo relativo alla tassa regionale per il diritto allo studio universitario, a completamento di tutte le verifiche effettuate dall’A.Di.S.U.

Art. 14 ISCRIZIONE A SINGOLI INSEGNAMENTI FACENTI PARTE DEI CORSI DI LAUREA ATTIVATI DALL’UNIVERSITÀ

L'Università per Stranieri di Perugia offre l'opportunità di iscriversi a singoli insegnamenti impartiti nei Corsi di laurea/laurea magistrale organizzati dall’Ateneo:

  • a studenti che non siano iscritti ad alcun corso universitario in Italia o a persone in possesso della scolarità necessaria per l’accesso alle Università, che siano interessate a seguire singoli insegnamenti ai fini di aggiornamento culturale, di integrazione delle proprie competenze professionali o per l’acquisizione di Crediti Formativi Universitari (CFU) utili per l’iscrizione a Corsi universitari
  • a laureati che abbiano necessità di frequentare e superare gli esami di discipline non inserite nei piani di studio seguiti per il conseguimento della laurea ma che, in base alle disposizioni in vigore, siano richieste per l’ammissione a concorsi pubblici o per l’accesso a scuole di specializzazione

L’accoglimento delle domande è subordinato al parere vincolante delle strutture dell’Ateneo a ciò delegate e, comunque, al possesso dei necessari requisiti di scolarità richieste per l’accesso all’università. Potranno essere valutate di volta in volta le situazioni non riconducibili ad alcuno dei casi sopra individuati.

Studenti già iscritti per lo stesso anno accademico ad un corso universitario di altro Ateneo possono chiedere l’iscrizione a singoli insegnamenti.

L’iscrizione, possibile fino ad un numero massimo di 5 insegnamenti per anno accademico, consente sia di frequentare gli insegnamenti prescelti, sia di sostenere i relativi esami.

È esclusa la possibilità di iscriversi a singoli moduli di insegnamenti integrati e di sostenere un esame parziale.

I crediti acquisiti con il superamento degli esami relativi a singoli insegnamenti possono essere riconosciuti, previa richiesta, nel caso in cui l'interessato si iscriva successivamente a un Corso di laurea dell’Ateneo, per corrispondenti esami, di pari livello, dei corsi di laurea/laurea magistrale.
La richiesta sarà oggetto di valutazione da parte delle Strutture dell’Ateneo a ciò delegate, nel rispetto delle Linee guida generali per il riconoscimento dei CFU consultabili su questo sito e dei regolamenti dei singoli Corsi.

Gli esami relativi ai singoli insegnamenti, da sostenere, salvo casi eccezionali da sottoporre a valutazione del Dipartimento, in occasione degli appelli fissati per la generalità degli studenti, dovranno essere superati entro l’anno accademico di iscrizione; in caso contrario, sarà necessaria una nuova iscrizione al/ai corso/i, qualora di interesse per lo studente.

La domanda di iscrizione (scaricabile dalla pagina “modulistica” di questo sito, munita di marca da bollo da Euro 16,00, deve pervenire all’Università entro il 14 ottobre 2016 qualora gli insegnamenti prescelti ricadano nel primo semestre ed entro 28 febbraio 2017 se gli insegnamenti afferiscono al secondo semestre. La ripartizione degli insegnamenti nei due semestri è consultabile nel calendario pubblicato su questo sito. Potranno essere accolte, per giustificati motivi e previo pagamento di una indennità di mora di Euro 80,00, domande di iscrizione oltre le date precisate.

Alla domanda di iscrizione va allegata la seguente documentazione:

  1. ricevuta del versamento, in rata unica, della quota di iscrizione relativa a tutti gli insegnamenti che si intende frequentare
  2. fotocopia di un documento di identità in corso di validità
  3. autocertificazione relativa al titolo di studio posseduto
  4. per i cittadini non comunitari, copia di regolare permesso di soggiorno. L’iscrizione dei cittadini non comunitari residenti all’estero dovrà avvenire nel rispetto delle direttive generali impartite dalle circolari Ministeriali relative all’iscrizione in Università italiane

Nel caso in cui lo studente che si iscrive a corsi singoli non provveda personalmente alla consegna della domanda di iscrizione, tutta la documentazione potrà:

  • essere consegnata da altra persona munita di apposita delega
  • essere inviata, per raccomandata, al seguente indirizzo: Università per Stranieri - Servizio Segreteria Corsi di Laurea e Didattica - Viale Carlo Manuali 9 - 06123 Perugia
  • essere inviata tramite Posta elettronica certificata dell’interessato all’indirizzo protocollo (at) pec.unistrapg.it

L’Università non risponde di disguidi di qualsiasi natura che dovessero verificarsi nell’invio della domanda tramite servizio postale o persona delegata.

Per l’anno accademico 2016-2017, la quota da versare per l’iscrizione ad un singolo insegnamento è fissata in Euro 200,00. Per l’iscrizione a più insegnamenti, tale importo va moltiplicato per il numero di insegnamenti prescelti.

L’importo dovuto dovrà essere versato tramite conto corrente bancario intestato a:

Università per Stanieri di Perugia
Presso UNICREDIT S.p.A. Agenzia Sportello Università
IBAN: IT31H0200803043000029465268
Per bonifici dall’estero: BIC SWIFT: UNCRITM1J11
specificando la causale del pagamento “Iscrizione a corsi singoli - A.A. 2016-2017”

Per gli studenti beneficiari di borse di studio del Governo italiano la tassa di iscrizione a ciascun insegnamento è ridotta del 50%.

Sono esentati dal pagamento della quota di iscrizione gli studenti stranieri che siano inseriti in programmi interuniversitari di mobilità o siano iscritti presso università estere con le quali l’Università per Stranieri abbia sottoscritto specifici accordi di collaborazione.

Agli iscritti a singoli insegnamenti non si applicano gli esoneri previsti ai successivi articoli 18, 19, 20, 21 e 22 del presente Manifesto.

In attesa dell’attivazione di apposita procedura informatizzata, per la prenotazione all’esame di un corso singolo l’interessato è tenuto a rivolgersi alla Segreteria Corsi di laurea e Didattica dell’Ateneo.

Iscrizione a corsi singoli di cittadini stranieri
Per i cittadini stranieri l’iscrizione a corsi singoli dovrà comunque avvenire nel rispetto delle direttive generali impartite dalla circolari ministeriali relative alla iscrizione in Università italiane (Circolare ministeriale “Procedure per l’accesso degli studenti stranieri richiedenti visto ai corsi di formazione superiore del 2016-2017”). Quest’ultima circolare, che può essere consultata sul sito internet: http://www.studiare-in-italia.it/studentistranieri/), prevede quanto segue:

  1. I cittadini comunitari ovunque residenti, i cittadini non comunitari regolarmente soggiornanti in Italia di cui all’art.39, comma 5, del decreto legislativo n. 286/1998 e successive modifiche ed i cittadini italiani con titolo conseguito all’estero, che intendono frequentare uno o più corsi singoli possono iscriversi, nei termini previsti dall’Ateneo:
    a1) presentando il libretto universitario o altro documento dell’Ateneo estero tradotto e legalizzato
    a2) seguendo le modalità autonomamente stabilite dall’Università, se non immatricolati presso Atenei esteri, ma comunque interessati alla frequenza dei corsi
  2. I cittadini non comunitari residenti all’estero richiedenti visto che intendono frequentare uno o più corsi singoli, possono iscriversi presentando la domanda alle Rappresentanze Diplomatiche italiane nei termini fissati dalla predetta circolare: entro il 24 agosto 2016 (per i corsi aventi inizio nel primo semestre) ed entro il 28 dicembre 2016 (per i corsi aventi inizio nel 2016).
    Conseguentemente, le medesime Rappresentanze inviano all’Università, entro i termini previsti dalla circolare (entro 29 settembre 2016 per i corsi aventi inizio nel primo semestre e entro il 2 gennaio 2017 per i corsi aventi inizio nel secondo semestre), il foglio excel con l’indicazione dei nominativi dei richiedenti e degli estremi dei rispettivi libretti universitari o altri documenti dell’Ateneo estero tradotti e legalizzati, ovvero di altra eventuale documentazione atta a dimostrare l’interesse alla frequenza del corso singolo da parte di candidati non iscritti presso Atenei esteri.
    I documenti verranno consegnati dallo studente direttamente all’Ateneo.
    Per la regolarizzazione dell’iscrizione lo studente dovrà presentare il prescritto permesso di soggiorno.
    Il cittadino straniero non può ottenere il rinnovo del permesso di soggiorno ai fini della prosecuzione degli studi per la frequenza di un ulteriore corso singolo, diverso da quello che ha reso possibile l’ingresso dello studente in Italia, (la rinnovabilità del permesso di soggiorno per motivi di studio è consentita per la prosecuzione degli studi con iscrizione ad un “corso di laurea” - Recepita Direttiva 2004/114/CE all’art. 39 del Decreto legislativo n. 268/1998). Il candidato straniero può ottenere il rinnovo del permesso di soggiorno ai fini della prosecuzione degli studi per l’iscrizione ad un corso di laurea attinente o conseguente al corso singolo concluso (attinenza o consequenzialità debbono essere certificate dall’Ateneo) fermo restando che per l’iscrizione ad un corso di laurea/laurea magistrale lo studente dovrà produrre la documentazione prevista dalla circolare ministeriale per l’iscrizione ai corsi di laurea/laurea magistrale: [- titolo di studio in originale o certificato sostitutivo a tutti gli effetti di legge (legalizzato dalla Rappresentanza diplomatica italiana), - traduzione in lingua italiana del titolo prodotto (traduzione confermata dalla Rappresentanza diplomatica italiana) - dichiarazione di valore rilasciato dalla rappresentanza diplomatica italiana nel Paese in cui il titolo è stato conseguito].

I cittadini stranieri di cui ai punti A) e B) dovranno completare, a Perugia, la propria iscrizione presentando alla Segreteria Corsi di laurea e Didattica formale domanda di iscrizione a corsi singoli unitamente alla documentazione precisata nella parte introduttiva del presente articolo.

Art. 15 FASCE DI CONDIZIONE ECONOMICA

Le fasce di condizione economica sono definite sulla base dell’ISEE (Indicatore della Situazione Economica Equivalente specifico per l’Università) relativa alla condizione economica familiare dello studente negli anni previsti dalla normativa vigente ai fini del calcolo dell’ISEE. Per il 2016-2017, gli importi delle tasse e contributi universitari da versare in base alla fascia di appartenenza, stabilita in rapporto al valore dell’indicatore ISEE, sono i seguenti:

Fasce contributive ed importi da corrispondere

Valori ISEE

Importo I rata

Euro

Importo II rata

Euro

Importo III rata

Euro

Totale

I + II + III rata

Euro

I - Fino a 10.000,00 Euro 598,89 0,00 0 598,89
II - da 10.000,01 a 20.000,00 Euro 598,89 92,40 200,00 891,29
III - da 20.000,01 a 30.000,00 Euro 598,89 223,84 200,00 1022,73
IV - da 30.000,01 a 40.000,00 Euro 598,89 445,27 200,00 1244,16
V - da 40.000,01 a 50.000,00 Euro 598,89 515,27 200,00 1314,16
VI - da 50.000,01 a 60.000,00 Euro 598,89 585,27 200,00 1384,16
VII - da 60.000,01 Euro ed oltre 598,89 760,27 200,00 1559,16

[L’importo della I rata è comprensivo della tassa regionale per il diritto allo studio universitario di Euro 140,00 (art. 18, c. 8 - D.Lgs 29/03/2012, n. 68)]
L’Università per Stranieri di Perugia si riserva la facoltà di apportare dei correttivi all’importo e alle modalità di quantificazione della tassa regionale per il diritto allo studio universitario in presenza di norme emesse dalla Regione Umbria ai sensi dell’Art. 18, c.8, del D.Lgs 29/03/2012, n. 68.
Gli importi in tabella sono, come ovvio, al netto delle eventuali spese bancarie che rimangono a carico dello studente.

Art. 16 IMPORTO E SCADENZA DELLE TASSE E CONTRIBUTI UNIVERSITARI

L'importo complessivo da pagare per la immatricolazione/iscrizione ai Corsi di laurea è costituito dalle seguenti voci:

  • Tassa d'iscrizione: Euro 201,58 (DM MIUR 29/03/2016 n. 201)
  • Contributi universitari: Importo variabile a seconda della fascia ISEE di appartenenza (v. articolo 15 del presente Manifesto relativo alle fasce di condizione economica)
  • Indennità spese: Euro 54,50 comprensiva delle spese di elaborazione MAV.
  • “Tassa regionale per il diritto allo studio universitario" che l'Università trasferirà alla Regione Umbria (Legge 28/12/1996, n. 549): Euro 140,00 (art. 18, c. 8 - D.Lgs 29/03/2012 n. 68).

L’Università per Stranieri di Perugia si riserva la facoltà di apportare dei correttivi all’importo e alle modalità di quantificazione della tassa regionale per il diritto allo studio universitario in presenza di norme emesse dalla Regione Umbria ai sensi dell’Art. 18, c.8, del D.Lgs 29/03/2012 n. 68.

Il pagamento va effettuato in tre rate. La prima, di Euro 598,89 (comprensiva di tassa di iscrizione, tassa regionale per il diritto allo studio universitario, indennità di spese e di un acconto dei contributi universitari), è uguale per tutti gli studenti immatricolati ed iscritti ad anni successivi al primo, indipendentemente dalla fascia di appartenenza. Gli importi della seconda e terza rata dipendono dalla fascia di appartenenza stabilita in base al valore dell’indicatore ISEE relativo alla condizione economica familiare (v. articolo 15 e 18 del presente Manifesto relativo alle fasce di condizione economica).

Scadenze pagamenti:

  • prima rata: 14 ottobre 2016
  • seconda rata: 16 dicembre 2016
  • terza rata: 28 aprile 2017

Il mancato rispetto di tali scadenze comporta, per ciascuna di esse, il pagamento di un’indennità di mora di Euro 80,00. La indennità di mora, nell’impossibilità di pagamento tramite bollettino bancario MAV, va pagata tramite conto corrente bancario intestato a:
Università per Stranieri di Petugia
Presso UNICREDIT S.p.A. Agenzia Sportello Università
IBAN: IT31H0200803043000029465268
Per bonifici dall’estero: BIC SWIFT: UNCRITM1J11
specificando la causale di pagamento “Indennità di mora-A.A. 2016-2017”. Copia della ricevuta di pagamento deve essere consegnata con sollecitudine alla Segreteria Corsi di laurea e Didattica per la registrazione e conseguente regolarizzazione amministrativa. L’Università non si assume responsabilità per situazioni derivanti da tardive consegne, da parte dello studente, della ricevuta di pagamento.

Per non incorrere nella interruzione degli studi nell’a.a. 2016-2017, gli studenti in forte ritardo nel pagamento delle tasse e contributi universitari, per giustificati motivi e previa valutazione dell’Ateneo, possono far richiesta di regolarizzare la propria posizione amministrativa mediante il pagamento complessivo degli importi dovuti, comprensivo delle indennità di mora nel frattempo maturate, da effettuare in rata unica oltre la data di scadenza prevista per il pagamento della III rata e, comunque, non oltre la data del 28 luglio 2017. Se la richiesta viene accolta, lo studente ha l’obbligo di versare immediatamente, in un’unica rata, gli importi dovuti; in caso contrario, l’autorizzazione concessa perde di efficacia.

Art. 17 IMPORTI PARTICOLARI DI TASSE E CONTRIBUTI UNIVERSITARI

17.1
La tassa annuale di iscrizione ai corsi di laurea/laurea magistrale per gli studenti iscritti nell’ambito di apposite Convenzioni stipulate dall’Ateneo (Es.: Provincia di Perugia, Agenzia per il Diritto allo studio universitario dell’Umbria, etc.) è fissata in Euro 651,86 (comprensiva dell’importo di cui al DM MIUR 29/03/2016, dei contributi universitari, della indennità di spese e della tassa regionale per il diritto allo studio universitario), da pagare in un’unica rata entro il 14 ottobre 2016. Oltre detto termine sarà applicata un’indennità di mora di Euro 80,00.

17.2
Per l’ammontare della tassa d’iscrizione dovuta dagli studenti iscritti a tempo parziale si rimanda all’articolo 35 del presente Manifesto, relativo al “Tempo parziale”.

17.3
Per l’ammontare della tassa d’iscrizione dovuta dagli studenti iscritti a singoli insegnamenti facenti parte dei Corsi di laurea/laurea magistrale già attivati dall’Ateneo, si rimanda all’articolo 14 del presente Manifesto, relativo a tale categoria di iscritti.

17.4
Esclusi gli iscritti di cui ai punti 17.1 e 17.7, per i quali è stabilita una tassa fissa annuale, se alla data del 14 ottobre 2016 lo studente, sostenuti tutti gli esami, completate le attività previste dal proprio piano di studi, è in debito del solo esame finale di laurea, la tassa di iscrizione è fissata in Euro 598,89 (comprensiva dell’importo di cui al DM MIUR 29/03/2016, dei contributi universitari, della indennità di spese e della tassa regionale per il diritto allo studio universitario), da pagare in rata unica entro il 14 ottobre 2016, con le modalità previste dal presente Manifesto, cui si aggiunge una indennità di mora di Euro 80,00 nel caso di pagamenti tardivi.

17.5
Gli studenti che abbiano interrotto la carriera degli studi per uno o più anni accademici e che intendano ricongiungere la carriera medesima per gli anni in cui non sono stati regolarmente iscritti, sono tenuti al pagamento, in rata unica, di un diritto fisso di Euro 400,00 per ciascun anno di interruzione. A tale importo vanno aggiunte, secondo le modalità e i tempi previsti dal presente Manifesto per tutti gli iscritti:

  • le eventuali somme residue non pagate negli anni accademici precedenti a quello a decorrere dal quale si richiede la ricongiunzione
  • le relative indennità di mora maturate
  • la quota di iscrizione all’a.a. 2016-2017

Ove ricorra tale condizione, lo studente, nel rispetto dei tempi e modalità previsti, può discutere la tesi nella prima sessione utile dell’a.a. 2016-2017 (luglio 2017). Si rimanda all’articolo 28 del presente Manifesto per le possibilità previste per la ricongiunzione in caso di interruzione degli studi. La ricongiunzione non è possibile se lo studente è incorso nella decadenza dagli studi. La ricongiunzione è, invece, possibile se lo studente è in debito del solo esame finale di laurea.

17.6
Gli studenti che intendono laurearsi entro l’ultima sessione di laurea utile per l’a.a 2015-2016 (aprile 2017) non devono pagare la tassa di iscrizione all’a.a. 2016-2017. Qualora, invece, non si laureino entro la sessione predetta (aprile 2017), debbono rinnovare l’iscrizione all’a.a. 2016-2017 con pagamento delle rate delle tasse/contributi, e delle indennità di mora nel frattempo maturate e previste dalla fascia di appartenenza in base all’ISEE relativa alla propria condizione economica familiare.

17.7
Il personale tecnico-amministrativo, bibliotecario ed figli del predetto personale dell’Ateneo di cui al DR 205 del 18/7/2011 per ‘iscrizione ai corsi di laurea/laurea magistrale dovranno corrispondere, in rata unica, la somma di Euro 295,69 (Tassa regionale + indennità di spese + quota fissa).

Art. 18 ESONERI PARZIALI PER REDDITO
L’ISEE (Indicatore della Situazione Economica Equivalente specifico per l’Università) è uno strumento che permette di misurare in Italia la condizione economica delle famiglie. È un indicatore che tiene conto di reddito, patrimonio (mobiliare e immobiliare) e delle caratteristiche del nucleo familiare (numerosità e tipologia). L’Università non offre alcun tipo di assistenza nel calcolo dell’ISEE e consiglia di rivolgersi ai CAF (Centri di Assistenza Fiscale).
Per ottenere l’esonero parziale dal pagamento delle tasse e contributi universitari mediante inserimento nelle fasce di reddito inferiori alla fascia di massima contribuzione, previste per la determinazione delle tasse e dei contributi dovuti, gli studenti devono:
  • dichiarare annualmente online, in fase di immatricolazione o rinnovo di iscrizione, il valore del proprio indicatore ISEE
  • trasmettere alla Segreteria Corsi di laurea e Didattica l’attestazione relativa all’ISEE

Gli studenti che non dichiarano il proprio valore ISEE e non producono la relativa attestazione, relativa alla condizione economica familiare, sono collocati d’ufficio nella massima fascia contributiva.

L’attestazione ISEE va consegnata entro la data di scadenza prevista per l’immatricolazione/iscrizione. È consentita la dichiarazione tardiva, ove non presentata contestualmente alla iscrizione tardiva, per la regolarizzazione di quest’ultima.

La situazione reddituale dichiarata è da intendersi valida per il solo anno accademico di riferimento; in ogni caso, eventuali variazioni che comportino un cambiamento del valore dell’indicatore ISEE vanno comunicate all’Ateneo, al fine di verificare l’eventuale necessità di modificare la fascia di contribuzione.

Poiché lo studente è direttamente responsabile delle dichiarazioni prodotte, eventuali dichiarazioni mendaci saranno perseguibili a norma di legge.

L’Università si riserva la facoltà di effettuare, direttamente o tramite organi e amministrazioni competenti, controlli anche a campione per verificare l’esattezza dell’ISEE dichiarato; a tal fine, potrà essere richiesta allo studente la documentazione utile ad effettuare i controlli e potranno essere svolte tutte le indagini opportune per assumere informazioni. Se da tali indagini risulteranno dichiarazioni o documenti falsi o contenenti dati falsi, sarà revocato ogni beneficio concesso e si procederà al recupero delle somme e ad avviare i conseguenti procedimenti disciplinari.

Ulteriori accertamenti indipendenti ed autonomi da quelli previsti dall’Ateneo possono essere disposti dall’Agenzia delle Entrate, ai sensi della normativa vigente.

Gli studenti stranieri, analogamente agli italiani, qualora ritengano di essere nelle condizioni di reddito tali da poter ottenere una riduzione parziale delle tasse e contributi universitari, sono tenuti a presentare l’attestazione ISEE.

La condizione economica e patrimoniale degli studenti stranieri deve essere annualmente certificata con apposita documentazione rilasciata dalle competenti autorità del Paese in cui i redditi sono stati prodotti. Tale documentazione deve essere tradotta in lingua italiana dalle autorità diplomatiche italiane competenti per territorio.

Studenti esclusi dalla riduzione parziale per condizione economica:

  • gli studenti già in possesso di un titolo di studio universitario (esclusi Master) acquisito in Italia di livello uguale o superiore a quello conseguibile con il Corso di laurea per cui è chiesta l’immatricolazione o l’iscrizione ad anni successivi al primo
  • gli studenti di cui agli articoli 14, 17.1, 17.4, 17.7 e 22 del presente Manifesto degli studi
  • studenti che hanno provveduto al pagamento della I rata delle tasse e contributi universitari senza autocertificare o produrre l’attestazione ISEE
  • gli studenti che non ne hanno fatto richiesta nei tempi e con le modalità previste dal presente Manifesto

Art. 19 ESONERI PARZIALI PER MERITO
Per gli immatricolati/iscritti al primo anno di corso nell’anno accademico 2016-2017 non sono previsti esoneri per merito ma per soli requisiti di reddito, mediante inserimento nelle fasce di reddito inferiori alla fascia di massima contribuzione previste per la determinazione della tassa e del contributo dovuto e dipendente dal valore ISEE relativo alla condizione economica familiare. Per studenti iscritti ad anni di corso successivi al primo il calcolo del merito dello studente si basa sui seguenti parametri: il voto medio riportato e il numero di crediti conseguiti. Il voto medio è la media dei voti di tutti gli esami che ogni studente regolarmente iscritto ha sostenuto dall’immatricolazione/iscrizione al primo anno di corso fino al 14 ottobre 2016. Per numero di crediti conseguiti si intendono tutti i crediti formativi previsti dal piano di studi statutario dall’immatricolazione/iscrizione al primo anno di corso fino al 14 ottobre 2016.
Dal calcolo della media dei voti e del numero di crediti conseguiti vanno esclusi:
  1. le prove di idoneità e quelle la cui valutazione non è espressa in trentesimi
  2. gli esami convalidati e dispensati

Valutazione del Merito
La riduzione parziale per merito (100,00 Euro) è applicabile sull’importo della III rata delle tasse e contributi universitari, nel caso che tale importo sia pari o superiore alla riduzione stessa. Nella ipotesi che la terza rata sia di importo inferiore, verrà decurtata la cifra disponibile e non si darà luogo ad alcun tipo di rimborso dell’eventuale eccedenza. Beneficiano di questa riduzione gli studenti che, con una media pari o superiore a 27/30, abbiano conseguito tutti i crediti formativi (CFU) relativi agli insegnamenti obbligatori, inclusi quelli a scelta dello studente, previsti dal piano di studi statutario nel periodo compreso tra l’immatricolazione/iscrizione al primo anno di corso e la data del 14 ottobre 2016. L'esonero parziale per merito non è previsto per

  • gli studenti già in possesso di un titolo di studio universitario acquisito in Italia di livello uguale o superiore a quello conseguibile con il Corso di laurea per cui è chiesta l’immatricolazione o l’iscrizione ad anni successivi al primo
  • gli studenti trasferiti da altra sede universitaria e gli studenti che abbiano effettuato un passaggio di corso
  • gli studenti fuori corso
  • gli studenti di cui agli articoli 14, 17.1, 17.2, 17,3, 17.4, 17.5, 17.6, 17.7, e 22 del presente Manifesto degli studi
  • gli studenti che si immatricolano o iscrivono al primo anno di un corso di laurea nell’a.a. 2016-2017
  • gli studenti che beneficiano di borse di studio ADISU e altri enti
  • gli studenti che non ne abbiano fatto richiesta nei tempi e con le modalità previste dal presente Manifesto

L’esonero parziale per studenti lavoratori non è cumulabile con l’esonero parziale per merito e con l’esonero parziale per studenti con familiari iscritti all’Ateneo.

La richiesta di esonero parziale per lavoro va presentata entro il 14 ottobre 2016. Al Servizio Segreteria Corsi di laurea e Didattica dovrà essere trasmessa opportuna documentazione attestante la condizione di studente lavoratore del richiedente. È consentita la richiesta oltre la scadenza prevista solo se presentata contestualmente alla iscrizione tardiva o per gravi e giustificati motivi, previa valutazione discrezionale dell’Ateneo.

Art. 21 ESONERI PARZIALI PER STUDENTI CON FAMILIARI ISCRITTI ALL’ATENEO

Agli studenti che abbiano un fratello/sorella o un genitore già iscritto o immatricolato a corsi dell’Ateneo, appartenenti al medesimo stato di famiglia e abbiano la medesima residenza anagrafica, viene concessa una riduzione di Euro 100,00 sull’importo della III rata delle tasse e contributi universitari nel caso che tale importo sia pari o superiore alla riduzione stessa. Nella ipotesi che la terza rata sia di importo inferiore, verrà decurtata la cifra disponibile e non si darà luogo ad alcun tipo di rimborso dell’eventuale eccedenza. La riduzione è applicabile ad entrambi gli studenti.

L’esonero parziale per studenti con familiari iscritti all’Ateneo non è cumulabile con l’esonero parziale per studente lavoratore e con l’esonero parziale per merito.

Art. 22 ESONERI TOTALI DALLE TASSE E CONTRIBUTI

A richiesta, in fase di immatricolazione o rinnovo di iscrizione online, previa valutazione dell’Ateneo, esoneri dal pagamento della tassa d'iscrizione e dei contributi universitari per l’iscrizione ai Corsi di laurea/laurea magistrale possono essere concessi a:

a1) studenti stranieri beneficiari di borse di studio del Governo italiano nell'ambito di programmi di cooperazione allo sviluppo e di accordi intergovernativi culturali e scientifici (previa presentazione di documentazione comprovante l’assegnazione della borsa di studio)
a2) studenti con invalidità pari o superiore al 66%, previa presentazione di apposita autocertificazione, da effettuarsi al momento dell’iscrizione, ove gli interessati dichiarino il proprio grado di invalidità
a3) genitori per l'anno di nascita di ciascun figlio, previa autocertificazione
a4) studenti che presentino i requisiti di eleggibilità per il conseguimento delle borse di studio A.Di.S.U. (Agenzia per il Diritto allo Studio Universitario dell’Umbria)

Gli studenti di cui ai punti a1), a2), a3), in caso di accoglimento della richiesta, sono tenuti al pagamento dell’importo di Euro 140,00 relativo alla Tassa regionale per il diritto allo studio universitario ed a trasmettere al Servizio Segreteria Corsi di laurea e Didattica la prescritta documentazione. Per gli studenti di cui al punto a2) si fa presente che l'ADiSU rimborsa d'ufficio la tassa regionale agli studenti con disabilità esonerati dalla tassa di iscrizione e dai contributi universitari, con riconoscimento di handicap ai sensi dell'art. 3 comma 1 della L.104/1992 o con invalidità riconosciuta pari o superiore al 66%. Per comunicare i propri dati anagrafici e indicare le modalità di riscossione, gli studenti esonerati dovranno seguire le istruzioni, collegandosi al sito ADiSU www.adisupg.gov.it. Per gli studenti di cui al punto a4), si rimanda agli art. 9 e 13 del presente manifesto e comunque si fa presente che la richiesta di esonero va presentata entro il 14 ottobre 2016 con le modalità di cui agli art. 9, 10, 12 e 13 del presente Manifesto degli studi. È consentita la richiesta oltre la scadenza prevista solo se presentata contestualmente alla iscrizione tardiva o per gravi e giustificati motivi, previa valutazione discrezionale dell’Ateneo.

Art. 23 RIMBORSO DELLE TASSE E CONTRIBUTI UNIVERSITARI

Il rimborso di tasse e contributi già versati è subordinato alla presentazione all’Università di una formale richiesta di rimborso, da effettuarsi utilizzando l’apposito modulo predisposto dall’Ateneo e scaricabile dalla pagina “modulistica” di questo sito. Di norma i rimborsi avvengono, fino ad un importo limite stabilito dalla normativa vigente, per cassa (in contanti), presso la filiale dell’Istituto cassiere dell’Università (Unicredit Banca situata all’interno di Palazzo Gallenga, Piazza Fortebraccio 4, 06123 Perugia, sede dell’Università).

Per gli studenti che presentino i requisiti di eleggibilità per il conseguimento delle borse di studio A.Di.S.U. non necessita la richiesta di rimborso in quanto l’Ateneo procederà al rimborso di somme eventualmente versate in eccesso, ad esclusione dell’importo relativo alla tassa regionale per il diritto allo studio universitario, a completamento di tutte le verifiche effettuate dall’A.Di.S.U. L'ADiSU rimborsa d'ufficio la tassa regionale agli studenti con disabilità esonerati dalla tassa di iscrizione e dai contributi universitari (v. art. 21), con riconoscimento di handicap ai sensi dell'art. 3 comma 1 della L.104/1992 o con invalidità riconosciuta pari o superiore al 66%. Per comunicare i propri dati anagrafici e indicare le modalità di riscossione, gli studenti esonerati dovranno seguire le istruzioni, collegandosi al sito ADiSU.
Indicazioni di carattere generale relative ai rimborsi

  1. i versamenti effettuati per la immatricolazione o iscrizione al primo anno di un Corso di laurea/laurea magistrale, anche se pagati ratealmente, non sono rimborsabili. Relativamente all’iscrizione ad anni successivi al primo, poiché il pagamento della prima rata delle tasse rende manifesta la volontà dello studente di proseguire il corso di studio intrapreso, il relativo importo non è parimenti rimborsabile, così come le eventuali rate successivamente pagate
  2. gli studenti che si iscrivono con riserva ad un corso di laurea magistrale in attesa di conseguire entro la sessione di febbraio 2017 il titolo di primo livello, qualora non si laureino entro la sessione di laurea predetta, non hanno diritto al rimborso delle tasse e contributi universitari nel frattempo pagate
  3. non saranno rimborsati importi versati per erronei calcoli dell’ISEE o per mancata presentazione della relativa attestazione
  4. nel caso di iscrizione a tempo parziale, lo studente non ha diritto al rimborso di tasse e contributi universitari, qualora non abbia conseguito tutti i CFU che aveva dichiarato di voler conseguire nell’arco di uno o più anni
  5. in presenza di cifre pagate in eccesso o non dovute da parte di studenti, tali somme, previa esplicita indicazione da parte degli interessati, potranno essere considerate quali anticipi di importi da versare in periodi o anni successivi

Art. 24 PASSAGGI DI CORSO

Lo studente, iscritto regolarmente ad un corso di laurea/laurea magistrale, può chiedere, una sola volta, il passaggio ad altro corso di laurea attivo dell’Ateneo presentando opportuna richiesta (scaricabile dalla pagina “modulistica” di questo sito), condizionatamente al pagamento della relativa tassa di passaggio, delle tasse e dei contributi universitari e compatibilmente con le regole che disciplinano il Corso di destinazione. A tale scopo dovranno essere prodotti i seguenti documenti:

  • ricevuta del versamento di Euro 100,00 (il pagamento deve essere effettuato tramiteconto corrente bancario intestato a:

    Università per Stranieri di Perugia
    Presso UNICREDIT S.p.A. Agenzia Sportello Università
    IBAN: IT31H0200803043000029465268
    Per bonifici dall’estero:
    BIC SWIFT: UNCRITM1J11
    specificando la causale di pagamento “Passaggio di corso - A.A. 2016-2017”

  • libretto universitario
  • domanda di passaggio ad altro corso di laurea
  • richiesta di convalida di esami, se già sostenuti nel corso di provenienza; la richiesta sarà sottoposta all’approvazione delle strutture dell’Ateneo a ciò delegate, le quali decideranno circa l'ammissibilità dell’istanza nel rispetto delle Linee guida per il riconoscimento dei CFU approvate dall’Ateneo

Non sono consentiti passaggi di corso agli studenti:

  • iscritti ad anni di corso successivi al primo
  • iscritti fuori corso

Art. 25 CAMBIO DI INDIRIZZO/CURRICULA

Potranno essere richiesti, una sola volta, eventuali cambi di indirizzo o curricula all’interno del medesimo Corso, purché esso sia attivo, e la convalida di esami eventualmente già sostenuti, entro il primo anno di iscrizione al corso di laurea/laurea magistrale. La richiesta di cambio sarà sottoposta all’approvazione delle strutture dell’Ateneo a ciò delegate, le quali decideranno l'ammissibilità della richiesta nel rispetto Linee guida per il riconoscimento dei CFU approvate dagli organi di governo.

Non sono consentiti cambi di indirizzi o curricula agli studenti:

  • iscritti ad anni di corso successivi al primo
  • iscritti fuori corso

Art. 26 TRASFERIMENTI DA ALTRA SEDE UNIVERSITARIA

Qualora lo studente intenda trasferirsi da altra sede universitaria, è opportuno che si presenti preventivamente presso l’Ufficio Segreteria studenti dell’Università di provenienza, per informarsi circa la possibilità di ottenere il trasferimento e successivamente avviare la relativa procedura. Tale tipologia di iscrizione può essere perfezionata solo dopo che la Segreteria Corsi di laurea e Didattica di questo Ateneo avrà effettuato i dovuti controlli e ricevuto dall’Università di provenienza le indispensabili indicazioni inerenti la carriera pregressa.

Al momento dell'iscrizione, lo studente potrà presentare anche l'eventuale domanda di convalida esami (scaricabile dalla pagina “modulistica” di questo sito), corredata da opportuna autocertificazione. Tale domanda sarà sottoposta all’approvazione delle strutture dell’Ateneo a ciò delegate, le quali valuteranno l’ammissibilità della richiesta nel rispetto delle Linee guida per il riconoscimento dei CFU approvate dall’Ateneo. I trasferimenti sono possibili esclusivamente nel periodo 1 agosto-16 dicembre 2016.

Art. 27 TRASFERIMENTI AD ALTRA SEDE UNIVERSITARIA

Gli studenti che intendono trasferirsi dall’Università per Stranieri ad altra Università e che siano in regola con il pagamento delle tasse e contributi dell’a.a. precedente, devono presentare domanda (scaricabile dalla pagina “modulistica” di questo sito) munita di bollo da Euro 16,00, allegando i seguenti documenti entro il 14 ottobre 2016:

  • ricevuta del versamento di Euro 200,00 (il pagamento deve essere effettuato tramite conto corrente bancario intestato a:

    Università per Stranieri di Perugia
    Presso UNICREDIT S.p.A. Agenzia Sportello Università
    IBAN: IT31H0200803043000029465268
    Per bonifici dall’estero:
    BIC SWIFT: UNCRITM1J11
    specificando la causale di pagamento “Trasferimento ad altra sede universitaria - A.A. 2016-2017”

  • libretto universitario
  • Nulla osta rilasciato dalla Biblioteca d’Ateneo che attesti la regolarità della sua posizione relativamente alla restituzione di libri presi in prestito.

Successivamente alla data del 14 ottobre 2016 non saranno accolte domande di trasferimento. Non è consentito il trasferimento ad altra sede universitaria entro il primo anno di immatricolazione/iscrizione al I anno Successivamente all’inoltro della domanda di trasferimento, lo studente non potrà sostenere alcun esame di profitto. La conclusione dell’iter amministrativo di trasferimento sarà comunicata per iscritto allo studente interessato e, per conoscenza, all’Università di destinazione.
Prima di avviare l’iter di trasferimento ad altra sede universitaria è opportuno che lo studente si presenti preventivamente presso la Segreteria studenti dell’Università di destinazione, per informarsi circa la possibilità di ottenere il trasferimento e successivamente avviare la relativa procedura.
Una volta completato l’iter di trasferimento ad altra Università, lo studente non può fare ritorno alla Università per Stranieri prima che sia trascorso un anno dalla presentazione della domanda, fatti salvi casi di particolare gravità; tale domanda sarà sottoposta all’approvazione delle strutture dell’Ateneo a ciò delegate, le quali valuteranno l’ammissibilità della richiesta.

Art. 28 INTERRUZIONE DEGLI STUDI

È la condizione dello studente che, diversamente da quanto avviene nei casi di sospensione, non rinnova l’iscrizione per almeno un anno accademico, interrompendo di fatto gli studi universitari senza una formale rinuncia.
Qualora intenda riprendere gli studi, entro i termini previsti per l’iscrizione lo studente deve presentare apposita domanda di ricongiunzione della carriera (il modulo è scaricabile dalla pagina “modulistica” di questo sito).
La ricongiunzione prevede il versamento di una tassa il cui ammontare è indicato nel presente Manifesto all’articolo 17.5.

In corso di interruzione degli studi non possono essere compiuti atti di carriera universitaria (esami, trasferimenti, etc.).
Poiché solo gli studenti che siano stati iscritti presso l’Università per Stranieri in anni pregressi possono chiedere la ricongiunzione, prima di avviare il relativo iter è indispensabile tenere presente la possibile obsolescenza dei CFU acquisiti e la distinzione tra corsi attivi e corsi non più attivi, illustrata di seguito:

A1) Corsi Attivi
Se al momento della richiesta di ricongiunzione il corso di laurea/laurea magistrale di ultima iscrizione dello studente è attivo, viene meno il principio di obsolescenza e, pertanto, la richiesta di ricongiunzione è accolta
A2) Corsi non più attivi
Ove il corso di riferimento non sia più attivo, la ricongiunzione di norma non è possibile. In casi particolari, le strutture dell’Ateneo a ciò delegate possono prendere in considerazione la possibilità di ricongiunzione, ed eventualmente concedere tale possibilità, a seguito di eventuale colloquio con lo studente e attenta valutazione dei seguenti elementi:

  • numero anni di interruzione
  • stadio di avanzamento della carriera universitaria dello studente
  • motivazione alla base dell’interruzione degli studi
  • progetto di recupero degli esami da sostenere per il completamento della carriera
  • verifica dell’esistenza degli insegnamenti oggetto di esame nei corsi attivi
  • eventuali precedenti ricongiunzioni conseguenti ad interruzioni

Se la ricongiunzione è concessa, vale quanto precisato al precedente punto A1) per i corsi attivi. In caso contrario, lo studente può iscriversi ex novo ad uno dei Corsi di laurea/laurea magistrale attivi chiedendo la valutazione della carriera pregressa relativa all’ultima iscrizione, cosa che può comportare, a seconda della valutazione complessiva e nel rispetto delle linee guida generali per il riconoscimento dei CFU dell’Ateneo, il superamento del principio di obsolescenza.

In caso di ripresa degli studi, lo studente deve provvedere al pagamento, in rata unica, delle seguenti somme:

  • una tassa di ricongiunzione di Euro 400,00 per ogni anno da ricongiungere
  • gli eventuali residui di importi non pagati negli anni accademici precedenti a quello di richiesta di ricongiunzione con relative indennità di mora maturate
  • la tassa d’iscrizione all’a.a. 2016-2017, comprensiva delle indennità di mora, se maturate, secondo le modalità e i tempi previsti dal Manifesto degli studi

Il pagamento deve essere effettuato tramite conto corrente bancario intestato a:

Università per Stranieri di Perugia
Presso UNICREDIT S.p.A. Agenzia Sportello Università
IBAN: IT31H0200803043000029465268
Per bonifici dall’estero:
BIC SWIFT: UNCRITM1J11
specificando la causale di pagamento “Riallaccio studi-A.A. 2016-2017”

Copia della ricevuta di pagamento deve essere consegnata con sollecitudine alla Segreteria Corsi di laurea e Didattica per la registrazione unitamente alla richiesta di ricongiunzione.

Art. 29 SOSPENSIONE DEL CORSO DI STUDIO

La sospensione risponde a particolari esigenze degli studenti, conseguenti al possibile manifestarsi di eventi nel corso della carriera accademica. “Il congelamento” della carriera universitaria è previsto dal vigente Regolamento didattico di Ateneo. Con domanda (scaricabile dalla pagina “modulistica” di questo sito) debitamente documentata, da presentarsi entro il termine del 14 ottobre 2016, lo studente può chiedere la sospensione della propria carriera universitaria per un periodo non inferiore ad un anno accademico.
La sospensione, previa valutazione dell’Ateneo, può essere concessa una sola volta e fino ad un numero massimo di anni accademici pari alla durata legale del corso di studio e sempre che lo studente non si trovi nella condizione di iscritto fuori corso.
La sospensione non è concessa nel caso di iscrizione dello studente a Corsi di studio non più attivi ed agli iscritti fuori corso.

  • gravi motivi di salute, attestati da idonea certificazione medica
  • nascita di un figlio per l’anno accademico corrispondente o successivo alla data di nascita. La sospensione può essere richiesta da entrambi i genitori
  • servizio civile per l’anno accademico in cui ricade lo svolgimento del servizio
  • gravi motivi inerenti le condizioni personali e familiari dello studente, che saranno sottoposti alla valutazione discrezionale delle strutture universitarie a ciò delegate

Negli anni accademici di sospensione non si possono compiere atti di carriera universitaria (esami, trasferimenti, etc.) e al momento della presentazione della domanda lo studente è tenuto a riconsegnare il libretto universitario. La sospensione può essere concessa solo in presenza di regolare posizione amministrativa dello studente negli anni accademici precedenti a quello d’inizio della sospensione.
La riattivazione della carriera avverrà su domanda dell'interessato. In caso di ripresa degli studi (v. articolo 17.5 del presente Manifesto), lo studente dovrà provvedere al pagamento, in rata unica, delle seguenti somme:

  • una tassa di ricongiunzione di Euro 400,00 per ogni anno da ricongiungere
  • la tassa d’iscrizione all’anno accademico di ripresa degli studi, comprensiva delle indennità di mora, se maturate, secondo le modalità e tempi previsti dal presente Manifesto

Il pagamento deve essere effettuato tramite conto corrente bancario intestato a:

Università per Stranieri di Perugia
Presso UNICREDIT S.p.A. Agenzia Sportello Università
IBAN: IT31H0200803043000029465268
Per bonifici dall’estero:
BIC SWIFT: UNCRITM1J11
specificando la causale di pagamento “Riallaccio studi-A.A. 2016-2017”

Copia della ricevuta di pagamento deve essere consegnata con sollecitudine alla Segreteria Corsi di laurea e Didattica per la registrazione unitamente alla richiesta di ricongiunzione.

Art. 30 RINUNCIA AGLI STUDI

Con la rinuncia presentata in qualsiasi momento della carriera universitaria, lo studente rende esplicita la propria volontà di non continuare gli studi.

La rinuncia agli studi ha efficacia a decorrere dalla presentazione di apposita domanda (scaricabile dalla pagina “modulistica” di questo sito) e dalla restituzione del libretto universitario; unitamente a quanto sopra indicato, lo studente dovrà consegnare in Segreteria Corsi di Laurea e Didattica il nulla osta rilasciato dalla Biblioteca d’Ateneo che attesti la regolarità della sua posizione relativamente alla restituzione di libri presi in prestito. Si precisa che il mancato versamento delle tasse e dei contributi universitari non costituisce atto di rinuncia agli studi.

Lo studente che precedentemente abbia rinunciato agli studi presso l’Università per Stranieri può, a seguito di apposita richiesta, iniziare lo stesso corso di studio precedentemente abbandonato, sempre che risulti attivo, oppure immatricolarsi ad altro Corso, come gli altri studenti, chiedendo altresì la valutazione della carriera pregressa relativa all’ultima iscrizione. Tale richiesta può comportare il superamento del principio di obsolescenza, a seconda del parere formulato in proposito dalle strutture dell’Ateneo a ciò delegate, in conformità con le Linee guida per il riconoscimento dei CFU approvate dall’Ateneo. Non è possibile nel periodo 1 agosto 2016-31 luglio 2017 presentare formale istanza di rinuncia ed iscriversi ex novo allo stesso corso.

Inoltrando l’istanza di rinuncia, viene meno lo status di studente: di conseguenza non possono essere più compiuti atti di carriera universitaria, né è possibile usufruire dei servizi didattici e amministrativi. La rinuncia agli studi esonera dal pagamento delle tasse e dei contributi universitari non versati e non dà diritto alla restituzione delle somme già versate, quand’anche sia fatta prima del termine dell’anno accademico. Lo studente che precedentemente abbia rinunciato agli studi presso altro Ateneo può, a seguito di apposita richiesta, immatricolarsi ad un Corso di laurea /laurea magistrale attivo presso l’Università per Stranieri, chiedendo altresì la valutazione della carriera pregressa relativa all’ultima iscrizione. Tale valutazione sarà effettuata nel rispetto delle Linee guida per il riconoscimento dei CFU dell’Ateneo.

Art. 31 DECADENZA DALLA QUALITÀ DI STUDENTE
La decadenza, che tende a colpire l’inerzia o l’eccessiva lentezza negli studi universitari, ricorre al verificarsi delle condizioni di seguito precisate, senza necessità di preventiva contestazione agli interessati:
  1. relativamente ai corsi di studio istituiti in base alla normativa in vigore prima della riforma universitaria di cui al D.M. 509/99, si considera decaduto dallo status di studente universitario colui che, pur essendo iscritto regolarmente in qualità di fuori corso, non abbia sostenuto esami, con esito positivo, per otto anni consecutivi
  2. relativamente ai corsi di studio istituiti ai sensi dei Decreti ministeriali 509/99 e 270/2004, salvo diverse disposizioni dell’Ateneo, si considera decaduto dallo status di studente universitario colui che non abbia sostenuto, con esito positivo, un esame completo per un numero di anni pari al doppio della durata legale del Corso di studio

Lo studente, inoltre, indipendentemente dalla normativa di riferimento del Corso di studio, decade dalla qualità di studente qualora interrompa gli studi per un periodo superiore a tre anni accademici consecutivi.
Decade immediatamente dalla qualità di studente l’iscritto che abbia iniziato una nuova carriera presso altro Ateneo italiano senza aver previamente formalizzato la chiusura della carriera presso l’Università per Stranieri di Perugia.
Con la decadenza dallo status di studente non possono essere più compiuti atti di carriera universitaria, né è possibile usufruire dei servizi didattici e amministrativi; non potranno inoltre essere richiesti trasferimenti o passaggi di corso.
Ai fini della decadenza, vengono esclusi dal computo gli eventuali anni di sospensione, mentre vengono inclusi gli anni di interruzione degli studi. Lo studente che precedentemente sia decaduto dagli studi può, a seguito di apposita richiesta, immatricolarsi ad un Corso di laurea /laurea magistrale attivo chiedendo altresì la valutazione della carriera pregressa relativa all’ultima iscrizione. Si rimanda all’articolo 30, relativo alla rinuncia agli studi, per la valutazione della carriera pregressa.
La decadenza viene interrotta se, sulla base dei criteri individuati ai precedenti punti a) b) ed entro i limiti temporali prefissati, viene richiesto ed ottenuto il passaggio ad altro corso laurea/laurea magistrale interno all’Ateneo.
La decadenza non colpisce coloro che hanno superato tutti gli esami previsti dall'ordinamento universitario del proprio corso di studio e sono in debito del solo esame di finale di laurea.
Nell’anno di discussione della tesi, tuttavia, lo studente dovrà essere in regola con il pagamento della tassa di iscrizione, secondo le modalità e i tempi previsti dal presente Manifesto degli studi; a tale pagamento si aggiunge, nel caso di mancati pagamenti negli anni precedenti a quello di discussione della tesi, il versamento della tassa di ricongiunzione prevista dal presente Manifesto.

Art. 32 TESI DI LAUREA - MODALITÀ E SCADENZE

Per le prove finali e il conseguimento dei titoli di studio si rimanda al Regolamento tesi pubblicato su questo sito lo studente deve presentare online, accedendo a Esse3WEB, la richiesta discussione tesi e consegnare al Servizio Segreteria Corsi di laurea e Didattica la seguente documentazione:

  1. domanda di discussione tesi e rilascio della pergamena, scaricabile dalla pagina “modulistica” di questo sito, munita di bollo di Euro 16,00 completa di titolo provvisorio dell'elaborato, con la firma obbligatoria del docente relatore e indicazione del docente correlatore
  2. ricevuta di compilazione del questionario elettronico di AlmaLaurea
  3. la dichiarazione di autorizzazione (o divieto) alla consultazione della tesi presso il Sistema bibliotecario-documentale di Ateneo e, qualora la Commissione tesi ritenga di premiare il lavoro dello studente con la pubblicazione, l’autorizzazione alla pubblicazione dell’elaborato sul sito web del Sistema bibliotecario e documentale dell’Ateneo. La dichiarazione, che si può scaricare dalla pagina “modulistica” di questo sito, deve essere firmata dallo studente e dal docente relatore
  4. ricevuta del pagamento della somma di Euro 90,00 (tale importo è comprensivo di: contributo tesi di Euro 30,00 + rilascio e spedizione pergamena, Euro 60,00). Il pagamento deve essere effettuato tramite conto corrente bancario intestato a:

    Università per Stranieri di Perugia
    Presso UNICREDIT S.p.A. Agenzia Sportello Università
    IBAN: IT31H0200803043000029465268
    Per bonifici dall’estero:
    BIC SWIFT: UNCRITM1J11
    specificando la causale di pagamento “Domanda tesi e rilascio pergamena”. L’Università non si assume responsabilità per disguidi di qualsiasi natura che dovessero verificarsi nel corso della spedizione

  5. n. 1 marca da bollo del valore vigente (Euro 16,00), da apporre sulla pergamena

Al momento della presentazione della domanda di tesi lo studente:

  • deve essere in regola con il pagamento di tutte le tasse e diritti prescritti
  • non deve risultare debitore di alcuna cifra a qualsiasi titolo dovuta nei confronti dell’Ateneo

La richiesta discussione tesi è accolta con riserva dalla Segreteria corsi di laurea e didattica dell’Ateneo. La riserva sarà sciolta solo dopo che la predetta Segreteria avrà accertato, oltre alla regolarità della documentazione prodotta, il rispetto dei criteri previsti.

La domanda di tesi è valida per tutte le sessioni di tesi previste per l’anno accademico nel quale è stata presentata. Tuttavia, in caso di mancata discussione nella sessione originariamente prevista, il laureando è tenuto a comunicare alla Segreteria Corsi di laurea e Didattica la sessione dello stesso anno accademico in cui prevede di discutere la tesi (modulo scaricabile dalla pagina “modulistica” di questo sito). Qualora tale comunicazione non venga data, il nominativo del laureando non verrà inserito nell’elenco di alcuna delle rimanenti sessioni dello stesso anno accademico.
In caso di rinvio della discussione a sessioni previste in anni accademici successivi, il laureando è tenuto a presentare una nuova richiesta di discussione tesi e a versare una indennità aggiuntiva di 30,00 Euro.
Entro le date di scadenza precisate per ciascuna sessione di tesi su questo sito, lo studente, inoltre, dovrà segnalare qualsiasi variazione o aggiornamento intervenuto in ordine alla tesi stessa e consegnare al Servizio Segreteria Corsi di laurea e Didattica la seguente la seguente documentazione:

  • il libretto universitario
  • n. 1 copia dell’elaborato in versione elettronica (file formato PDF) inserita in apposito CD. Il CD dovrà essere inserito in apposito e rigido contenitore e, inoltre:
    • mediante adatto pennarello, lo studente deve scrivere sul CD il proprio nome e cognome e numero di matricola universitaria
    • all’interno del contenitore va inserita apposita copertina (fac-simile scaricabile dalla pagina “modulistica” di questo sito). Sulla copertina va riportato: Anno accademico, Corso di studio, Nome e cognome dello studente (Firma dello studente), Matricola, Titolo della tesi, Nome e cognome del Relatore (Firma del relatore) e Correlatore. Si precisa che la firma del Relatore, che deve essere apposta sulla copertina del CD, è obbligatoria ai fini dell’ammissione dello studente alla discussione tesi.

Al momento della consegna del CD in Segreteria lo studente dovrà essere in regola relativamente alla restituzione di libri presi in prestito dalla Biblioteca dell’Ateneo e della tessera d’iscrizione ai servizi della biblioteca. A tal fine dovrà richiedere al Servizio bibliotecario dell'Ateneo opportuno nulla osta.

Copie dell’elaborato dovranno inoltre essere consegnate al docente relatore e al docente correlatore.

Il giorno previsto per la discussione, prima dell’inizio della seduta, lo studente dovrà consegnare direttamente alla Commissione di Laurea una copia dell’elaborato, che il neo laureato è tenuto a ritirare all’atto della proclamazione e della firma dei verbali. Gli elaborati non ritirati non potranno essere successivamente richiesti all’Ateneo, che non si assume responsabilità circa la loro conservazione. Per la discussione della tesi di laurea è consentito avvalersi di supporti video e presentazioni in Power Point, per i quali potrà essere utilizzato soltanto il computer predisposto dai tecnici dell’Università. Il candidato dovrà pertanto memorizzare i file su idoneo supporto (CD, DVD o penna USB) e contattare anticipatamente il Servizio di Supporto Tecnico alla didattica presso la Palazzina Valitutti per verificarne la compatibilità con gli strumenti a disposizione dell’Ateneo.

Le date di scadenza per la presentazione della domanda di tesi e per la consegna del CD saranno rigidamente rispettate dalla Segreteria Corsi di laurea e Didattica. Per la sessione di discussione delle tesi in caso di ricongiunzione, si veda quanto indicato all’articolo 17.5 del presente Manifesto. Qualsiasi variazione che dovesse intervenire per disposizione degli organi universitari rispetto a quanto sopra precisato e al regolamento tesi sarà comunicata sulla pagina web dell’Ateneo.

La prova finale permette di acquisire crediti formativi. Per determinare il voto del candidato la Commissione di laurea somma il punteggio assegnato alla prova finale a quello derivante dalla media ponderata dei voti e dei crediti formativi acquisiti dal candidato durante il percorso formativo. Il voto finale, espresso in centodecimi, è rappresentato dalla somma aritmetica dei due punteggi sopra indicati.

Art. 33 PERGAMENA (TITOLO FINALE IN FORMATO CARTACEO)

Il titolo finale in formato cartaceo (pergamena) verrà rilasciato successivamente alla data di discussione della tesi.
Poiché di norma non è previsto il rilascio di duplicati del titolo finale cartaceo, nei casi di smarrimento, distruzione o furto del diploma originale, su richiesta del titolare viene rilasciato un duplicato. Tale rilascio è sotto condizione della presentazione di autocertificazione attestante lo smarrimento/distruzione/furto/deterioramento della pergamena e il pagamento di un contributo di 60,00 Euro. Nel nuovo documento, firmato dal Rettore, dal Direttore del Dipartimento e dal Direttore generale in carica, sarà riportata la dichiarazione che lo stesso è il duplicato del diploma originale.
Nel caso che la sostituzione avvenga per deterioramento del titolo originale, quest’ultimo dovrà essere riconsegnato alla Segreteria Corsi di laurea e Didattica che, dopo averlo annullato, lo conserverà nel fascicolo personale dell’interessato.

Per il rilascio del Diploma Supplement si rimanda al successivo articolo 37.

Art. 34 STUDENTI LAVORATORI NON FACENTI PARTE DI APPOSITE CONVENZIONI STIPULATE DALL’UNIVERSITÀ CON ALTRE ISTITUZIONI

Gli studenti non inseriti in apposite Convenzioni stipulate dall’Ateneo con altre Istituzioni, che svolgono in Italia un’attività lavorativa documentata, sono offerte le seguenti opportunità:

  • inserimento nella categoria degli studenti lavoratori a partire dall’immatricolazione o a carriera universitaria già in essere
  • valutazione della eventuale precedente carriera universitaria già intrapresa e interrotta, con riconoscimento di esami già superati, nel rispetto delle Linee guida generali per il riconoscimento dei CFU consultabili sul questo sito
  • riconoscimento di una pregressa esperienza di formazione professionale o di lavoro opportunamente documentata e svolta presso Enti pubblici e privati, purché coerente con i contenuti e gli obiettivi formativi del corso di laurea/laurea magistrale di iscrizione dello studente. La richiesta va fatta pervenire al Servizio Orientamento, Stage e Placement dell’Ateneo con le modalità previste dal predetto Servizio. Il riconoscimento di tale esperienza determina l’attribuzione dei CFU relativi allo Stage/Tirocinio, che in tal modo risulta essere effettuato
  • metodologie didattiche tali da consentire al lavoratore studente di giungere allo stesso risultato di apprendimento dello studente a tempo pieno
  • lezioni seminariali in numero di due, una per semestre, di 2-4 ore ciascuna, da tenersi nella seconda metà di ciascun semestre
  • stesso numero di appelli e medesime date previste per gli studenti in sede, non lavoratori e a tempo pieno, con eventuale possibilità di sostenere l’esame all’inizio dell’appello onde abbreviare i tempi di attesa, previo accordo con il docente di riferimento
  • iscrizione a una newsletter inviata periodicamente ai lavoratori studenti, in cui sono segnalate le scadenze e le iniziative di potenziale interesse, per favorire l’accesso alle opportunità offerte dall’Ateneo

Gli studenti lavoratori sono tenuti ad esprimere in fase di immatricolazione e rinnovo iscrizione online, la propria volontà di essere inseriti in tale categoria e per l’iscrizione valgono le stesse regole e modalità previste dal Manifesto degli Studi per gli studenti a tempo pieno, inclusa la possibilità di esoneri parziali per reddito. In tal caso, i lavoratori studenti sono tenuti a dichiarare, entro il periodo previsto per l’iscrizione, il valore dell’indicatore ISEE relativo alla propria condizione economica familiare.

In sede di immatricolazione/iscrizione online (area riservata-voce esoneri), lo studente può inserirsi nella categoria degli studenti lavoratori fermo restando che tale appartenenza dovrà essere documentata.

Agli studenti che rientrano in questa tipologia di iscritti viene concessa, entro i termini previsti dal presente Manifesto degli Studi, una riduzione di Euro 100,00 (v. articolo 20 del presente Manifesto) sempre che lo studente documenti la qualità di lavoratore studente - entro i termini previsti dal presente Manifesto degli studi - previa valutazione da parte della Segreteria corsi di laurea e didattica dell’Ateneo, della documentazione prodotta.

Per le modalità di pagamento si rimanda a quanto previsto dal Manifesto degli studi su “immatricolazioni ai Corsi di laurea” e “iscrizioni ad anni successivi a quello di immatricolazione”.

Tutti gli studenti lavoratori devono rapportarsi direttamente, dal punto di vista amministrativo e gestionale della carriera universitaria, con la Segreteria studenti corsi di laurea e didattica dell’Ateneo. Eventuali disguidi derivanti dall’inosservanza di ciò, non potranno essere imputati in alcun modo imputati alla Segreteria corsi di laurea e didattica.

Art. 35 TEMPO PARZIALE

Si definisce studente a tempo parziale colui che intende conseguire tutti i crediti previsti dal corso di studio prescelto in un arco di tempo superiore alla durata normale del corso di studio senza cadere nella condizione di fuori corso. Fatte salve eventuali altre disposizioni dell’Ateneo, lo status di studente a tempo parziale, previa valutazione dell’Ateneo, è riconosciuto a coloro che si immatricolano ai Corsi di laurea triennale/laurea magistrale attivi presso l’Ateneo e che per giustificati motivi di lavoro, familiari o di salute, non siano in grado di seguire con continuità le lezioni e di poter sostenere, nei tempi previsti, le relative prove di valutazione.
Entro il termine previsto per l’iscrizione, lo studente può concordare con l’Ateneo, mediante sottoscrizione di apposito contratto, un percorso formativo eccedente la durata normale del corso (fino ad un massimo di 3 anni in più della durata normale per i Corsi di laurea triennale, fino ad un massimo di 2 anni in più della durata normale per i Corsi di laurea magistrale). Il modulo è scaricabile dalla pagina “modulistica” di questo sito.

Lo studente a tempo parziale assume l’impegno di ultimare il corso di studio in un periodo di tempo non inferiore al tipo di tempo parziale prescelto. È data possibilità allo studente di recedere dal tempo parziale una sola volta. In tal caso, tuttavia, lo studente è tenuto a corrispondere, al momento dell’iscrizione, la differenza della contribuzione dovuta dallo studente a tempo pieno, per gli anni trascorsi e lo stesso studente viene iscritto all’anno di corso al quale si troverebbe come normale studente a tempo pieno rispetto alla data di prima immatricolazione.

La condizione di studente a tempo pieno si assume altresì nel caso in cui lo stesso studente, trascorso il periodo massimo previsto per il tipo di tempo parziale prescelto, non abbia terminato il proprio percorso formativo. In tal caso lo studente viene iscritto all’anno di corso al quale si troverebbe come normale studente a tempo pieno rispetto alla data di prima immatricolazione, corrispondendo, al momento dell’iscrizione, la differenza della contribuzione dovuta dallo studente a tempo pieno, per gli anni trascorsi. Gli studenti a tempo parziale sono esclusi da ogni tipo di esonero per merito e sono tenuti a presentare un piano di studi individuale che dovrà essere approvato dall’Ateneo.

Lo studente a tempo parziale è tenuto a pagare l’importo dei contributi universitari nella misura del 60% rispetto a quello dovuto dagli studenti a tempo pieno. Per l’a.a. 2016-2017, in base alla fascia contributiva di appartenenza, gli importi da versare da parte degli studenti che si immatricolano/iscrivono optando per il tempo parziale sono i seguenti:

Valori ISEE

Importo I rata

Euro

Importo II rata

Euro

Importo III rata

Euro

Totale

I + II + III rata

Euro

I - Fino a 10.000,00 Euro 598,89 0 -81,12 517,77
II - da 10.000,01 a 20.000,00 Euro 598,89 0 94,32 693,21
III - da 20.000,01 a 30.000,00 Euro 598,89 0 173,18 772,07
IV - da 30.000,01 a 40.000,00 Euro 598,89 106,04 200,00 904,93
V - da 40.000,01 a 50.000,00 Euro 598,89 148,03 200,00 946,93
VI - da 50.000,01 a 60.000,00 Euro 598,89 190,03 200,00 988,93
VII - da 60.000,01 Euro ed oltre 598,89 295,03 200,00 1.093,93

[L’importo della I rata è comprensivo della tassa regionale per il diritto allo studio universitario di Euro 140,00 (art. 18, c. 8 - D.Lgs 29/03/2012, n. 68)]
Il pagamento va effettuato secondo la rateizzazione prevista in tabella. La prima rata è comprensiva di tassa di iscrizione, tassa regionale per il diritto allo studio universitario, indennità di spese e di un acconto dei contributi universitari. Gli importi da corrispondere dipendono dalla fascia di appartenenza stabilita in base al valore dell’indicatore ISEE specifico per l’Università relativo alla condizione economica familiare (v. art. 15 e 18)
Scadenze pagamenti:

  • prima rata: 14 ottobre 2016
  • seconda rata: 16 dicembre 2016
  • terza rata: 28 aprile 2017

L’Università per Stranieri si riserva la facoltà di apportare dei correttivi all’importo e alle modalità di quantificazione della tassa regionale per il diritto allo studio universitario in presenza di norme emesse dalla Regione Umbria ai sensi dell’Art. 18, c.8, del D.Lgs 29/03/2012, n. 68.

Art. 36 AUTOCERTIFICAZIONI, DICHIARAZIONI SOSTITUTIVE DI ATTO DI NOTORIETÀ E CERTIFICAZIONI - MODALITÀ PER IL RILASCIO

A) AUTOCERTIFICAZIONI E DICHIARAZIONI SOSTITUTIVE DI NOTORIETÁ
Ai sensi dell’art. 40 del D.P.R. 445/2000, così come modificato dall’art. 15 della Legge 12 novembre 2011, n. 183, dal 1° gennaio 2012 le Pubbliche amministrazioni ed i Gestori di pubblici servizi non possono più richiedere né accettare dai privati i certificati prodotti da altri uffici pubblici. Pertanto, notizie relative a stati, qualità personali e fatti devono essere fornite in forma di dichiarazione sostituiva di certificazione (Art. 46 D.P.R. 445/2000) o dell’atto di notorietà (Art. 47 D.P.R. 445/2000).
La mancata accettazione da parte degli Organi della pubblica amministrazione e dei Gestori dei pubblici servizi costituisce violazione dei doveri d’ufficio. Pertanto, lo studente che deve attestare atti o fatti relativi alla carriera universitaria a un Ente pubblico o a privati Gestori di pubblici servizi può presentare un’autocertificazione che sostituisce il certificato a tutti gli effetti di legge.

Cos’è l’autocertificazione?
L’autocertificazione (art. 46 DPR 445/2000) è una dichiarazione firmata dallo studente, senza autentica di firma e senza bollo. Lo studente è personalmente responsabile di ciò che dichiara; l’amministrazione presso cui lo studente presenta l’autocertificazione potrà effettuare i controlli sulla corrispondenza di quanto dichiarato. In caso di dichiarazioni false sono previste sanzioni penali e la decadenza dai benefici ottenuti con la stessa autocertificazione (V. artt. 75 e 76 del D.P.R. 445/2000).

Cosa si può autocertificare?
Dati anagrafici e di stato civile, Titoli di studio e qualifiche professionali, Situazione economica - fiscale e reddituale, Posizione giuridica, Etc. (per il dettaglio v. Art. 46 DPR 445/2000).

Cos’è la dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà?
Tutte le qualità personali, le situazioni e i fatti a diretta conoscenza dell'interessato e non compresi nell'elenco di cui all’art. 46 del DPR 445/2000 relativo alle dichiarazioni sostitutive di certificazione, possono essere attestati con dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà (V. art. 47 DPR 445/2000). In caso di dichiarazioni false sono previste sanzioni penali e la decadenza dai benefici ottenuti con la stessa dichiarazione (V. artt. 75 e 76 del D.P.R. 445/2000). La dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà, a differenza della autocertificazione, deve essere sottoscritta in presenza del dipendente addetto oppure può essere presentata o inviata già sottoscritta purché ad essa sia allegata una copia non autenticata di un documento d’identità del sottoscrittore (Art. 38 DPR 445/2000).

Chi può fare l’autocertificazione o la dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà?
Si veda l’art. 3 del DPR 445/2000 e comunque possono fare l'autocertificazione (Art. 46 DPR 445/2000) o la dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà (Art. 47 DPR 445/2000):

  • i cittadini italiani
  • i cittadini della Comunità Europea
  • i cittadini extracomunitari regolarmente residenti in Italia limitatamente agli stati, alle qualità personali e ai fatti certificabili o attestabili da parte di soggetti pubblici italiani

Alla pagina “modulistica” di questo sito, è possibile scaricare i moduli per:

  • la dichiarazione sostitutiva di autocertificazione
  • la dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà
  • l’autocertificazione della carriera universitaria pregressa

B) CERTIFICAZIONI
I certificati restano validi e utilizzabili nei rapporti tra i privati e/o per uso estero.
I certificati di regola devono essere rilasciati in bollo (Imposta di bollo da euro 16,00).

Sono soggetti a imposta di bollo gli atti ed i documenti di seguito indicati:

  1. domanda di laurea
  2. diploma di laurea
  3. duplicato dei diplomi di cui al precedente punto 2
  4. certificato di iscrizione a corsi universitari
  5. certificato di carriera scolastica
  6. certificato di laurea
  7. certificato di riscatto
  8. domanda di immatricolazione e di iscrizione
  9. domanda di ricognizione della qualità di studente
  10. domanda di congedo per altre università
  11. domanda di rinuncia agli studi
  12. domanda di duplicato del libretto universitario
  13. domanda di ammissione ed iscrizione a corsi di perfezionamento (art. 6, legge n. 341/1990)
  14. domanda di ammissione ai corsi master
  15. le copie conformi rilasciate dall’Università

Sarà possibile il rilascio di certificati in carta semplice solo nei casi espressamente previsti dalla normativa vigente (D.P.R. 642 del 26/10/1972 e successive disposizioni). In questo caso lo studente deve fare esplicita richiesta indicando l’uso del certificato.

Lo stampato relativo alla richiesta di certificazioni è scaricabile dalla pagina “modulistica” di questo sito.

Ogni studente può ottenere le certificazioni nei seguenti modi:

  • se presente in sede, presentandosi direttamente alla Segreteria Corsi di laurea e Didattica. In tal caso è necessario esibire un documento di identità in corso di validità e una marca da bollo da Euro 16,00 per ogni certificato da rilasciare in bollo
  • se fuori sede, tramite posta. In tal caso occorre compilare in modo leggibile lo stampato di richiesta ed inviarlo al Servizio Segreteria Corsi di laurea e Didattica (Viale Carlo Manuali 9 - 06123 Perugia) unitamente alla fotocopia di un documento di identità in corso di validità e ad un numero di marche da bollo da Euro 16,00 pari a quello dei certificati richiesti

Il ritiro dei certificati deve essere effettuato direttamente dall'interessato. In caso di sua indisponibilità o impedimento, al ritiro può essere delegata una terza persona che dovrà presentarsi alla Segreteria Corsi di laurea e Didattica munita di delega in carta semplice e di documento di identità in corso di validità. Il certificato potrà anche essere spedito all’indirizzo segnalato per iscritto dal richiedente. L’Università non si assume alcuna responsabilità in caso di eventuali disguidi postali.

Sarà possibile l’invio online di copia di certificati solo se richiesti nel rispetto delle modalità sopra precisate. Si ricorda che accedendo a Esse3WEB lo studente iscritto ha la possibilità di prendere visione degli esami sostenuti. In caso di introduzione del “bollo virtuale”, l’Ateneo si riserva la facoltà di precisare nuove modalità di pagamento del bollo e di rilascio dei certificati.

Art. 37 DIPLOMA SUPPLEMENT

Il Diploma Supplement (DS) è un documento integrativo del titolo di studio ufficiale conseguito al termine di un corso di studi universitario ed è stato sviluppato dalla Commissione Europea, dal Consiglio d’Europa e dall’UNESCO/CEPES. Lo scopo del Diploma Supplement è di fornire dati trasparenti e comparabili a livello internazionale sui titoli (diplomi, lauree, certificati ecc.) consentendone un equo riconoscimento accademico e professionale. In quanto relazione informativa contenente dati ufficiali relativi alla carriera dello studente esclude valutazioni discrezionali, dichiarazioni di equivalenza o suggerimenti relativi al riconoscimento.
Il rilascio del Diploma Supplement, redatto in lingua italiana ed inglese e gratuito per lo studente, è previsto per i laureati triennali e specialistici di cui al D.M. 509/99 e per i laureati triennali e magistrali di cui al D.M. 270/04. Non è previsto, invece, per i laureati di corsi afferenti ad ordinamenti precedenti al D.M. 509/99 del ("vecchio ordinamento") e per i Master.

Fino alla sessione di tesi di novembre 2016:

Modalità di richiesta

Il Diploma Supplement può essere richiesto direttamente o tramite e-mail al Servizio Segreteria Corsi di laurea e Didattica (segreteria.laurea (at) unistrapg.it) allegando la scansione fronte/retro del documento di identità in corso di validità del richiedente.

Modalità di rilascio

Per il rilascio del Diploma Supplement lo studente può optare tra le seguenti modalità:

  • ritiro dell’unica copia originale presso la Servizio Segreteria Corsi di laurea e Didattica
  • invio on line in formato pdf

L'Università per Stranieri di Perugia declina ogni responsabilità per il mancato recapito del documento.

Dalla sessione tesi di febbraio 2017:

Modalità di richiesta

In quanto supplemento al diploma finale di laurea/laurea magistrale, a partire dalla sessione tesi di febbraio 2017 il Diploma Supplement, in originale, sarà rilasciato unitamente alla pergamena finale (v. art. 33). Sarà cura del laureato farne copie da inviare agli Enti che ne faranno richiesta direttamente allo stesso laureato.

Art. 38 TITOLI DI STUDIO CONSEGUITI ALL’ESTERO
I titoli accademici conseguiti all’estero possono essere oggetto di valutazione ai fini di:
  1. Iscrizione a Corsi di laurea/laurea magistrale in Italia. In tal caso, la valutazione è effettuata in base all’art. 2 della Legge 148/2002 che dice testualmente “La competenza per il riconoscimento dei cicli e dei periodi di studio svolti all'estero e dei titoli di studio stranieri, ai fini dell'accesso all'istruzione superiore, del proseguimento degli studi universitari e del conseguimento dei titoli universitari italiani, è attribuita alle Università ed agli Istituti di istruzione universitaria, che la esercitano nell'ambito della loro autonomia e in conformità ai rispettivi ordinamenti, fatti salvi gli accordi bilaterali in materia”. Si rimanda alla Circolare MIUR n. 201 del 29/03/2016, per le disposizioni inerenti documentazione, modalità, ecc. che gli studenti in possesso di un titolo di studio conseguito all’estero sono tenuti a rispettare per l’iscrizione presso Atenei italiani. Per maggiori informazioni consultare il sito: http://www.studiare-in-italia.it/studentistranieri/
  2. Riconoscimento a fini professionali. Coloro che sono in possesso di un titolo professionale conseguito all’estero devono ottenerne il riconoscimento dalla competente autorità italiana allo scopo di poter esercitare in Italia la corrispondente professione “regolamentata”, il cui esercizio è regolato dalla legislazione nazionale. Per “titolo professionale” si intende il titolo che nel Paese di rilascio dà diritto ad esercitare una determinata professione regolamentata. Per informazioni consultare il sitohttp://www.politicheeuropee.it/attivita/19160/guidautente.
  3. Partecipazione a pubblici concorsi.I cittadini italiani o di un Paese dell’Unione Europea in possesso di un titolo di studio conseguito all’estero possono partecipare a concorsi per l’accesso alle Amministrazioni pubbliche italiane mediante una procedura di riconoscimento del titolo di studio attuata ai sensi dell’art. 38 del Decreto Legislativo 165/2001 e finalizzata a valutare l’ equivalenza tra titolo posseduto e titolo richiesto per l’ammissione al concorso. L’Ente responsabile per la valutazione dell’equivalenza del titolo estero è la Presidenza del Consiglio dei Ministri - Dipartimento della Funzione Pubblica - Ufficio P.P.A. - Servizio Reclutamento, Corso Vittorio Emanuele II, 116 - 00186 Roma.
  4. L’equipollenza è una forma complessa di riconoscimento accademico. Si basa sulla valutazione analitica da parte di un Ateneo di un titolo di istruzione superiore straniero ed ha lo scopo di verificare se esso corrisponda in modo dettagliato, quanto a livello e contenuti, a un analogo titolo universitario italiano. In caso positivo il titolo viene definito equivalente, acquisisce lo stesso “peso” giuridico e, per tale motivo, è dichiarato “equipollente”. Altrimenti, l’Ateneo può stabilire che per il rilascio del titolo il richiedente debba sostenere, previa iscrizione, un certo numero di esami ed acquisire i relativi cfu.

Ulteriori informazioni sulla modalità di riconoscimento e sull’equipollenza sono reperibili presso l’Ateneo che offre il titolo di interesse.

Per informazioni più complete ed esaustive relative al riconoscimento di titoli di studio conseguiti all’estero è possibile consultare il sito: www.cimea.it.

Art. 39 DOPPIE LAUREE

È previsto il rilascio di titoli sulla base di appositi accordi culturali con Istituzioni universitarie estere. Agli studenti è data possibilità di trascorrere un periodo di studio presso l’istituzione straniera al termine del quale potranno acquisire il titolo di studio avente doppia validità.
Per il 2016-2017 sono attivi programmi con le Università di:

Per maggiori informazioni consultare la pagina dedicata alle doppie lauree.

Art. 40 BANDO DI AMMISSIONE AL CORSO DI LAUREA TRIENNALE IN COMUNICAZIONE INTERNAZIONALE E PUBBLICITARIA (COMIP)

Classe L-20 (Scienze della comunicazione)
Il corso di durata triennale, istituito ai sensi del D.M. 270/2004, si articola in due indirizzi:
I indirizzo: Comunicazione internazionale (ComIP-I)
II indirizzo: Comunicazione pubblicitaria (ComIP-P)

  1. AMMISSIONE (DM 270/04, art 6, comma 1)
    Premesso che l’ammissione al Corso di laurea dovrà avvenire nel rispetto di quanto precisato nel Manifesto degli studi per l’.a.a 2016-2017 e, per gli studenti stranieri richiedenti visto, nel rispetto della circolare MIUR “Procedure per l’accesso degli studenti stranieri richiedenti visto ai corsi di formazione superiore del 2016-2017” consultabile sul sito http://www.studiare-in-italia.it/studentistranieri/ si precisa che, per accedere al corso di laurea in Comunicazione internazionale e pubblicitaria, gli studenti devono:
    a) essere in possesso di un diploma di scuola secondaria superiore o di altro titolo di studio conseguito all’estero, riconosciuto idoneo per l’accesso alla formazione universitaria
    b) sostenere in ingresso un colloquio orientativo, che non ha carattere selettivo, di verifica della personale preparazione dello studente (v. punto 2 del presente bando)

    Gli studenti in possesso del requisito di cui al punto a) possono regolarizzare l’immatricolazione al corso di laurea prima dello svolgimento della prova iniziale di verifica della preparazione individuale di cui al punto b) fermo restando l’obbligatorietà della prova predetta e di recupero delle eventuali carenze formative in essa evidenziate (v. punto 2 del presente bando).
    Gli studenti stranieri, inoltre, devono essere in regola con la normativa relativa al soggiorno in Italia dei cittadini stranieri.
    c) Conoscenza della lingua italiana
    Premesso che per una più proficua partecipazione al Corso di laurea è necessario possedere una conoscenza della lingua italiana di grado uguale o superiore al livello di competenza B2 del QCER ( Quadro Comune Europeo di Riferimento):
    c1) gli studenti cinesi inseriti nel programma Marco Polo devono possedere un’adeguata conoscenza della lingua italiana (livello B2/QCER) documentata da un titolo conseguito in Italia al termine di uno specifico corso di lingua italiana di durata di almeno otto mesi.
    c2) gli studenti stranieri non comunitari residenti all'estero richiedenti visto, preiscritti al Corso di laurea tramite le rappresentanze diplomatiche italiane all’estero, in ottemperanza alla Circolare MIUR “Procedure per l’accesso degli studenti stranieri richiedenti visto ai corsi di formazione superiore del 2016-2017” devono superare una prova di conoscenza della lingua italiana di competenza al livello B2/QCER, che si svolgerà presso la sede della Università per Stranieri di Perugia il giorno 2 settembre 2016.
    Gli studenti che evidenzieranno debiti formativi nella conoscenza della lingua italiana, verranno inseriti in classi di sostegno linguistico (Lettorati) e saranno tenuti al recupero delle lacune entro il primo anno accademico di iscrizione. In assenza, viene meno la possibilità di sostenere gli esami di profitto a partire dal II anno accademico. Della frequenza dei suddetti Lettorati potranno giovarsi anche tutti gli studenti stranieri esonerati a vario titolo dalla prova di lingua italiana in ingresso.

    Previa valutazione da parte dell’Ateneo, possono essere esonerati dalla prova predetta gli studenti che abbiano ottenuto la certificazione di competenza di lingua italiana, nel grado corrispondente al livello B2 del Consiglio d’Europa, emessa nell’ambito del sistema di qualità CLIQ (Certificazione Lingua Italiana di Qualità), che riunisce in associazione gli attuali enti certificatori (Università per Stranieri di Perugia, Università per Stranieri di Siena, Università Roma Tre e Società Dante Alighieri), anche in convenzione con gli Istituti italiani di Cultura all’estero o altri soggetti. Si rimanda ai punti I.8, I.9 e I.4, Capitolo Primo, della circolare MIUR sopra precisata per ulteriori informazioni relative agli esoneri dalla prova di conoscenza della lingua italiana e al contingentamento.
    Gli studenti stranieri che ritengono di essere in possesso dei requisiti utili per l’esonero dalla prova di conoscenza della lingua italiana devono preventivamente farne richiesta alla Segreteria Corsi di laurea e Didattica dell’Ateneo (segreteria.laurea (at) unistrapg.it) allegando adeguata documentazione.

  2. COLLOQUIO ORIENTATIVO IN INGRESSO
    La prova di ingresso, che consiste in un colloquio orientativo non selettivo di verifica della personale preparazione dello studente, è obbligatoria per tutti gli studenti, italiani e stranieri.
    Come si effettua l’iscrizione per il colloquio
    Gli studenti possono iscriversi al colloquio inviando una e-mail all’indirizzo Servizio Segreteria Corsi di laurea e Didattica dell’Ateneo (segreteria.laurea (at) unistrapg.it) con precisato il proprio nome, cognome e il Corso di laurea. In alternativa, i candidati possono iscriversi recandosi personalmente presso il Servizio Segreteria Corsi di laurea e Didattica dell’Ateneo (Palazzina Orvieto - Viale Carlo Manuali 9 - 06123 Perugia).

    Come si svolge il colloquio
    I candidati sono tenuti a presentarsi, muniti di un documento di identità in corso di validità, negli orari e nel luogo stabiliti (vedi “Dove si svolge la prova”) per sostenere la prova di ingresso.
    Per il CORSO DI LAUREA IN COMUNICAZIONE INTERNAZIONALE E PUBBLICITARIA (ComIP), il colloquio verterà su argomenti delle seguenti aree:
    1. Capacità di comprensione testi
    2. Storia contemporanea
    3. Concetti basilari delle scienze umanistico-sociali
    Risultati
    Al termine del colloquio, lo studente sarà informato dell’esito dello stesso.

    Modalità di recupero
    Laddove il colloquio evidenzi lacune formative che possano ostacolare una proficua frequenza del corso di Laurea prescelto, gli studenti sono tenuti a svolgere un’attività di recupero tramite lo studio individuale di testi che saranno opportunamente consigliati dai Docenti che compongono la Commissione esaminatrice. La predetta Commissione, inoltre, al termine del colloquio, segnalerà il Docente, e relativo insegnamento, che al momento dell’esame dovrà certificare anche il recupero delle lacune.
    Sede di svolgimento del colloquio
    Campus universitario, Palazzina Valitutti, viale Carlo Manuali 9 (ex Via XIV Settembre) - Perugia

    20 settembre - 7 ottobre - 2 dicembre:
    ore 8:30
    Possono essere previsti colloqui successivi rispetto alle date sopra indicate entro il mese di febbraio 2017. Non vengono effettuate colloqui in ingresso con modalità a distanza.

  3. POSTI RISERVATI AI CITTADINI NON COMUNITARI RESIDENTI ALL’ESTERO RICHIEDENTI VISTO
    Ai cittadini non comunitari residenti all'estero sono riservati n. 60 posti complessivi, dei quali 30 destinati a cittadini cinesi del Progetto “Marco Polo”.
  4. TASSE E CONTRIBUTI PER L'A.A. 2016-2017
    Per gli importi delle tasse e dei contributi dovuti nonché per il versamento delle relative rate, si rimanda agli articoli 15 e 16 del Manifesto degli studi.
  5. IMMATRICOLAZIONE
    L’immatricolazione dovrà avvenire online secondo le modalità precisate nel Manifesto degli studi:
    - all’art. 9, per gli studenti italiani e stranieri
    - all’art. 10, per gli studenti stranieri residenti all’estero richiedenti visto di studio
    Il modulo di immatricolazione, stampabile al termine della procedura di immatricolazione online, corredato dei documenti richiesti all’articolo 9 del Manifesto degli studi, dovrà pervenire al Servizio Segreteria Corsi di laurea e Didattica (Viale Carlo Manuali 9 - 06123 Perugia) entro il giorno 14 ottobre 2016.
    Si precisa che la procedura di immatricolazione è da ritenersi perfezionata solo dopo che il Servizio Segreteria corsi di laurea e didattica ha ricevuto la documentazione di cui agli artt. 9 e 10 del Manifesto degli studi e ne ha accertato la regolarità.
  6. CALENDARIO DIDATTICO
    Calendario delle lezioni
    I semestre (12 settimane): 3 ottobre 2016 - 23 dicembre 2016
    II semestre (13 settimane): 1° marzo 2017 - 1° giugno 2017
    Sospensione delle lezioni
    Sessione tesi: 15, 16, 17 novembre 2016 - 11, 12, 13 aprile 2017
    Festività pasquali: dal 14 aprile al 18 aprile 2017 (compresi)
    Altri giorni di sospensione: 1° novembre 2016, 8 dicembre 2016 e 25 aprile 2017, 1° maggio 2017.
  7. INFORMAZIONI
    Servizio Segreteria Corsi di laurea e Didattica
    Palazzina Orvieto - Viale Carlo Manuali 9 - 06123 Perugia
    Telefono + 39 0755746650-651-653-757
    Fax: +39 0755746652
    E-mail: segreteria.laurea (at) unistrapg.it
    PEC: protocollo (at) pec.unistrapg.it
  8. Orario di apertura al pubblico:
    Mattina: dal lunedì al venerdì ore 10:00-13:00
    Pomeriggio: lunedì e giovedì ore 15:30-17:00
  9. PIANO DI STUDI
    Il corso di laurea in Comunicazione internazionale e pubblicitaria, di durata triennale, prevede le seguenti attività formative, per un totale di 180 CFU (Crediti Formativi Universitari):
    - piano di studi

Art. 41 BANDO DI AMMISSIONE AL CORSO DI LAUREA TRIENNALE IN LINGUA E CULTURA ITALIANA (LICI)

Anno Accademico 2016-2017
Classe L-10 (Lettere)
Il corso di durata triennale, istituito ai sensi del D.M. 270/2004, si articola in due indirizzi:
I indirizzo: Lingua e cultura italiana per l’insegnamento a stranieri (LiCI-In)
II indirizzo: Promozione della lingua e della cultura italiana nel mondo (LiCI-P)

In base alla convenzione stipulata con l’Università della Lorena (Francia), è attivato anche un percorso di doppio diploma, che prevede il conseguimento sia della laurea LiCI, rilasciata dall’Università per Stranieri di Perugia, sia della Licence (MEEF) rilasciata dall’Università della Lorena (sede di Nancy).
Per maggiori informazioni consultare la pagina dedicata alle lauree binazionali.

  1. AMMISSIONE (DM 270/04, art 6, comma 1)
    Premesso che l’ammissione al Corso di laurea dovrà avvenire nel rispetto di quanto precisato nel Manifesto degli studi per l’.a.a 2016-2017 (consultabile su questo sito) e, per gli studenti stranieri richiedenti visto, nel rispetto della circolare MIUR “Procedure per l’accesso degli studenti stranieri richiedenti visto ai corsi di formazione superiore del 2016-2017” consultabile sul sito http://www.studiare-in-italia.it/studentistranieri/ si precisa che, per accedere al corso di laurea in Lingua e cultura italiana, gli studenti devono:
    1. essere in possesso di un diploma di scuola secondaria superiore o di altro titolo di studio conseguito all’estero, riconosciuto idoneo per l’accesso alla formazione universitaria
    2. sostenere una prova in ingresso di verifica che non ha carattere selettivo ma è volta ad accertare la preparazione individuale dello studente (v. punto 2 del presente bando)

    Gli studenti in possesso del requisito di cui al punto a) possono regolarizzare l’immatricolazione al corso di laurea prima dello svolgimento della prova iniziale di verifica della preparazione individuale di cui al punto b) fermo restando l’obbligatorietà della prova predetta e di recupero delle eventuali carenze formative in essa evidenziate (v. punto 2 del presente bando). Gli studenti stranieri, inoltre, devono essere in regola con la normativa relativa al soggiorno in Italia dei cittadini stranieri.

    c) Conoscenza della lingua italiana
    Premesso che per una più proficua partecipazione al Corso di laurea è necessario possedere una conoscenza della lingua italiana di grado uguale o superiore al livello di competenza B2 del QCER ( Quadro Comune Europeo di Riferimento):
    c1) gli studenti cinesi inseriti nel programma Marco Polo devono possedere un’adeguata conoscenza della lingua italiana (livello B2/QCER) documentata da un titolo conseguito in Italia al termine di uno specifico corso di lingua italiana di durata di almeno otto mesi.
    c2) gli studenti stranieri non comunitari residenti all'estero richiedenti visto, preiscritti al Corso di laurea tramite le rappresentanze diplomatiche italiane all’estero, in ottemperanza alla Circolare MIUR “Procedure per l’accesso degli studenti stranieri richiedenti visto ai corsi di formazione superiore del 2016-2017” devono superare una prova di conoscenza della lingua italiana di competenza al livello B2/QCER, che si svolgerà presso la sede della Università per Stranieri di Perugia il 2 settembre 2016.

     

    Gli studenti che evidenzieranno debiti formativi nella conoscenza della lingua italiana, verranno inseriti in classi di sostegno linguistico (Lettorati) e saranno tenuti al recupero delle lacune entro il primo anno accademico di iscrizione. In assenza, viene meno la possibilità di sostenere gli esami di profitto a partire dal II anno accademico. Della frequenza dei suddetti Lettorati potranno giovarsi anche tutti gli studenti stranieri esonerati a vario titolo dalla prova di lingua italiana in ingresso.

    Previa valutazione da parte dell’Ateneo, possono essere esonerati dalla prova predetta gli studenti che abbiano ottenuto la certificazione di competenza di lingua italiana, nel grado corrispondente al livello B2 del Consiglio d’Europa, emessa nell’ambito del sistema di qualità CLIQ (Certificazione Lingua Italiana di Qualità), che riunisce in associazione gli attuali enti certificatori (Università per Stranieri di Perugia, Università per Stranieri di Siena, Università Roma Tre e Società Dante Alighieri), anche in convenzione con gli Istituti italiani di Cultura all’estero o altri soggetti. Si rimanda ai punti I.8, I.9 e I.4, Capitolo Primo, della circolare MIUR sopra precisata per ulteriori informazioni relative agli esoneri dalla prova di conoscenza della lingua italiana e al contingentamento.

    Gli studenti stranieri che ritengono di essere in possesso dei requisiti utili per l’esonero dalla prova di conoscenza della lingua italiana devono preventivamente farne richiesta alla Segreteria Corsi di laurea e Didattica dell’Ateneo (segreteria.laurea (at) unistrapg.it) allegando adeguata documentazione.

  2. COLLOQUIO ORIENTATIVO IN INGRESSO
    La prova di ingresso, che consiste in un colloquio orientativo non selettivo di verifica della personale preparazione dello studente, è obbligatoria per tutti gli studenti, italiani e stranieri.
    Come si effettua l’iscrizione per il colloquio
    Gli studenti possono iscriversi al colloquio inviando una e-mail all’indirizzo Servizio Segreteria Corsi di laurea e Didattica dell’Ateneo (segreteria.laurea@unistrapg.it) con precisato il proprio nome, cognome e il Corso di laurea. In alternativa, i candidati possono iscriversi recandosi personalmente presso il Servizio Segreteria Corsi di laurea e Didattica dell’Ateneo (Palazzina Orvieto - Viale Carlo Manuali 9 - 06123 Perugia).

    Come si svolge il colloquio
    I candidati sono tenuti a presentarsi, muniti di un documento di identità in corso di validità, negli orari e nel luogo stabiliti (vedi “Dove si svolge la prova”) per sostenere la prova di ingresso. Per il CORSO DI LAUREA IN LINGUA E CULTURA ITALIANA (LICI), il colloquio verterà su argomenti di storia, geografia e letteratura che costituiscono la base culturale per accedere alle discipline del corso di laurea.
    Risultati
    Al termine del colloquio, lo studente sarà informato dell’esito dello stesso.

    Modalità di recupero
    Laddove il colloquio evidenzi lacune formative che possano ostacolare una proficua frequenza del corso di Laurea prescelto, gli studenti sono tenuti a svolgere un’attività di recupero tramite lo studio individuale di testi che saranno opportunamente consigliati dai Docenti che compongono la Commissione esaminatrice. La predetta Commissione, inoltre, al termine del colloquio, segnalerà il Docente, e relativo insegnamento, che al momento dell’esame dovrà certificare anche il recupero delle lacune.
    Sede di svolgimento del colloquio
    Campus universitario, Palazzina Valitutti, viale Carlo Manuali 9 - Perugia
    20 settembre - 7 ottobre - 3 dicembre:
    ore 8:30

    Possono essere previste colloqui successivi rispetto alle date sopra indicate entro il mese di febbraio 2017. Non vengono effettuate colloqui in ingresso con modalità a distanza.

  3. POSTI RISERVATI AI CITTADINI NON COMUNITARI RESIDENTI ALL’ESTERO RICHIEDENTI VISTO
    Ai cittadini non comunitari residenti all'estero sono riservati n. 100 posti complessivi, dei quali 30 destinati a cittadini cinesi del Progetto “Marco Polo”.
  4. TASSE E CONTRIBUTI PER L'A.A. 2016-2017
    Per gli importi delle tasse e dei contributi dovuti nonché per il versamento delle relative rate, si rimanda agli articoli 15 e 16 del Manifesto degli studi.
  5. IMMATRICOLAZIONE
    L’immatricolazione dovrà avvenire online secondo le modalità precisate nel Manifesto degli studi:
    - all’art. 9, per gli studenti italiani e stranieri
    - all’art. 10, per gli studenti stranieri residenti all’estero richiedenti visto di studio
    Il modulo di immatricolazione, stampabile al termine della procedura di immatricolazione online, corredato dei documenti richiesti all’articolo 9 del Manifesto degli studi, dovrà pervenire al Servizio Segreteria Corsi di laurea e Didattica (Viale Carlo Manuali 9 - 06123 Perugia) entro il giorno 14 ottobre 2016.
    Si precisa che la procedura di immatricolazione è da ritenersi perfezionata solo dopo che il Servizio Segreteria corsi di laurea e didattica ha ricevuto la documentazione di cui agli artt. 9 e 10 del Manifesto degli studi e ne ha accertato la regolarità.
  6. CALENDARIO DIDATTICO
    Calendario delle lezioni
    I semestre (12 settimane): 3 ottobre 2016 - 23 dicembre 2016
    II semestre (13 settimane): 1° marzo 2017 - 1° giugno 2017
    Sospensione delle lezioni
    Sessione tesi: 15, 16, 17 novembre 2016 - 11, 12, 13 aprile 2017
    Festività pasquali: dal 14 aprile al 18 aprile 2017 (compresi)
    Altri giorni di sospensione: 1° novembre 2016, 8 dicembre 2016 e 25 aprile 2017, 1° maggio 2017.
  7. INFORMAZIONI
    Servizio Segreteria Corsi di laurea e Didattica
    Palazzina Orvieto - Viale Carlo Manuali 9 - 06123 Perugia
    Telefono + 39 0755746650-651-653-757
    Fax: +39 0755746652
    E-mail: segreteria.laurea (at) unistrapg.it
    PEC: protocollo (at) pec.unistrapg.it
  8. Orario di apertura al pubblico:
    Mattina: dal lunedì al venerdì ore 10:00-13:00
    Pomeriggio: lunedì e giovedì ore 15:30-17:00
  9. PIANO DI STUDI
    Il Corso di laurea in Lingua e cultura italiana, di durata triennale, prevede le seguenti attività formative, per un totale di 180 CFU (Crediti Formativi Universitari)
    - piano di studi

Art. 42 BANDO DI AMMISSIONE AL CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN COMUNICAZIONE PUBBLICITARIA, STORYTELLING E CULTURA D’IMMAGINE (ComPSI)

Classe LM-92 (Teorie della comunicazione) Corso di laurea magistrale, di durata biennale, istituito ai sensi del D.M. 270/2004.

  1. AMMISSIONE (DM 270/04, art 6, comma 2) Premesso che l’ammissione al Corso di laurea magistrale dovrà avvenire nel rispetto di quanto precisato nel Manifesto degli studi per l’.a.a 2016-2017 (consultabile su questo sito) e, per gli studenti stranieri richiedenti visto, nel rispetto della circolare MIUR “Procedure per l’accesso degli studenti stranieri richiedenti visto ai corsi di formazione superiore del 2016-2017” consultabile sul sito http://www.studiare-in-italia.it/studentistranieri/ si precisa che, per accedere al corso di laurea magistrale in Comunicazione Pubblicitaria, Storytelling e Cultura d’Immagine, gli studenti devono:
    a) essere in possesso della laurea o del Diploma universitario di durata triennale o di altro titolo di studio conseguito all’estero, riconosciuto idoneo
    b) essere in possesso dei requisiti curriculari precisati al successivo punto 2;
    c) sostenere in ingresso, un colloquio orientativo, non selettivo, di verifica della personale preparazione. L’accesso al colloquio è condizionato dal possesso dei prescritti requisiti curriculari (v. successivo punto 3)

    Gli studenti possono regolarizzare la propria immatricolazione al corso solo dopo aver sostenuto il colloquio di cui al punto c), fermo restando la obbligatorietà di recupero delle eventuali carenze formative in essa evidenziate. (v. punto 3 del presente bando). Gli studenti stranieri, inoltre, devono essere in regola con la normativa relativa al soggiorno in Italia dei cittadini stranieri.

    d) Conoscenza della lingua italiana
    Premesso che per una più proficua partecipazione al Corso di laurea magistrale è necessario possedere una conoscenza della lingua italiana di grado uguale o superiore al livello di competenza C1 del QCER (Quadro Comune Europeo di Riferimento):
    d1) gli studenti cinesi inseriti nel programma Marco Polo devono possedere un’adeguata conoscenza della lingua italiana (livello C1/QCER) documentato da un titolo conseguito in Italia al termine di uno specifico corso di lingua italiana di durata almeno otto mesi.
    d2) gli studenti stranieri non comunitari residenti all'estero richiedenti visto, preiscritti al Corso di laurea magistrale tramite le rappresentanze diplomatiche italiane all’estero, in ottemperanza alla Circolare MIUR “Procedure per l’accesso degli studenti stranieri richiedenti visto ai corsi di formazione superiore del 2016-2017” devono superare una prova di conoscenza della lingua italiana di competenza al livello C1/QCER, che si svolgerà presso la sede della Università per Stranieri di Perugia il 2 settembre 2016.
    Gli studenti che evidenzieranno lacune nella conoscenza della lingua italiana, verranno inseriti in classi di sostegno linguistico (Lettorati) e saranno tenuti al recupero delle lacune entro il primo anno accademico di iscrizione. In assenza, viene meno la possibilità di sostenere gli esami di profitto a partire dal II anno accademico. Della frequenza dei suddetti Lettorati potranno giovarsi anche tutti gli studenti stranieri esonerati a vario titolo dalla prova di lingua italiana in ingresso. Previa valutazione da parte dell’Ateneo, possono essere esonerati dalla prova predetta gli studenti che abbiano ottenuto la certificazione di competenza di lingua italiana, nel grado corrispondente al livello B2 del Consiglio d’Europa, emessa nell’ambito del sistema di qualità CLIQ (Certificazione Lingua Italiana di Qualità), che riunisce in associazione gli attuali enti certificatori (Università per Stranieri di Perugia, Università per Stranieri di Siena, Università Roma Tre e Società Dante Alighieri), anche in convenzione con gli Istituti italiani di Cultura all’estero o altri soggetti. Si rimanda ai punti I.8, I.9 e I.4, Capitolo Primo, della circolare MIUR sopra precisata per ulteriori informazioni relative agli esoneri dalla prova di conoscenza della lingua italiana e al contingentamento.

    Gli studenti stranieri che ritengono di essere in possesso dei requisiti utili per l’esonero dalla prova di conoscenza della lingua italiana devono preventivamente farne richiesta alla Segreteria Corsi di laurea e Didattica dell’Ateneo (segreteria.laurea@unistrapg.it) allegando adeguata documentazione.

     

  2. REQUISITI CURRICULARI
    Ai fini dell’iscrizione al corso di Laurea Magistrale in Comunicazione pubblicitaria, Storytelling e Cultura d’Immagine, lo studente dovrà avere acquisito un totale di 30 CFU (È ammessa una tolleranza fino ad un massimo del 10% dei CFU richiesti) nei seguenti Settori Scientifico Disciplinari (SSD):
    ambiti disciplinari SSD-Settori Scientifico Disciplinari CFU
    Discipline semiotiche,
    linguistiche
    e informatiche
    INF/01, ING-INF/03, ING-INF/05, L-FIL-LET/10, L-FIL-LET/11, L-FIL-LET/12, L-FIL-LET/14, L-LIN/01, M-FIL/05 6

    Discipline sociali e mediologiche
    Metodologie, analisi e tecniche della comunicazione

    ICAR/13, ICAR/17, ING-INF/05, L-ART/02, L-ART/03, L-ART/05, LART/06, L-ART/07, M-FIL/04, SPS/07, SPS/08, SPS/09 9
    Scienze umane ed economico sociali M-DEA/01, M-PSI/01, M-PSI/05, M-PSI/06, SECS-P/01, SECS-P/02, SECS-P/06, SECS-P/07, SECS-P/08, SECS-P/10 9
    Lingue straniere L-LIN/05, L-LIN/06, L-LIN/07, L-LIN/10, L-LIN/11, L-LIN/12 6

    Potranno essere inclusi nel conteggio:

    1. crediti acquisiti in esubero rispetto ai 180 previsti dall’ordinamento della laurea triennale, qualora siano stati conseguiti in insegnamenti relativi agli ambiti e ai settori indicati
    2. crediti acquisiti in insegnamenti universitari pertinenti ad ambiti o settori affini a quelli indicati
    3. crediti acquisiti in insegnamenti, che siano pertinenti ad ambiti o settori affini a quelli indicati, facenti parte di piani di studi di corsi di perfezionamento o di alta formazione (master universitari, corsi di specializzazione, etc.) organizzati da Istituzioni universitarie o private di comprovata serietà
    4. eventuali certificazioni linguistiche e/o informatiche e/o esperienze di stage in ambiti o settori universitari affini a quelli indicati, che prevedono il rilascio di crediti eccedenti rispetto ai crediti previsti per il conseguimento della laurea triennale
    5. altre eventuali certificazioni linguistiche e/o informatiche e/o esperienze di stage rilasciate da Istituzioni di comprovata serietà e afferenti ad ambiti e a settori affini a quelli indicati

    Eventuali integrazioni in termini di CFU, necessarie per soddisfare i requisiti curriculari richiesti e da acquisire prima dell’iscrizione al Corso di laurea magistrale e della verifica della preparazione individuale, possono essere ottenute presso qualunque Ateneo, sotto forma di “singoli insegnamenti” in Corsi di studio di I livello. Per le modalità di iscrizione ai “singoli insegnamenti” dell’Università per Stranieri si rimanda all’art. 14 del Manifesto degli studi.
    Il possesso dei requisiti curriculari sarà verificato da parte del Servizio Segreteria Corsi di laurea e Didattica dell’Ateneo (Palazzina Orvieto - Viale Carlo Manuali 9 - 06123 Perugia). Ove necessario, la verifica sarà demandata al docente a ciò delegato.

    Sono esonerati dalla verifica del possesso dei requisiti curriculari i candidati che hanno conseguito presso l’Università per Stranieri di Perugia una laurea triennale appartenente alla “area comunicazione e/o relazioni internazionali”.

  3. PREPARAZIONE INDIVIDUALE
    La verifica della preparazione personale, obbligatoria per italiani e stranieri, condizionata dal possesso dei prescritti requisiti curriculari, è finalizzata a conoscere il livello di preparazione generale dello studente.
    La verifica avviene in ingresso tramite un colloquio orientativo che non ha carattere selettivo (v. come si svolge il colloquio).
    I laureandi triennali che intendano accedere ad un corso di laurea magistrale dell’Università per Stranieri possono sostenere il colloquio di verifica della preparazione individuale prima di aver conseguito il titolo triennale se:
    1. possiedono i requisiti curriculari richiesti
    2. prevedono di conseguire il titolo triennale entro febbraio 2017

    La verifica in ingresso non viene effettuata con modalità a distanza.
    Come si effettua l’iscrizione alla verifica
    Gli studenti possono iscriversi al colloquio inviando una e-mail all’indirizzo Servizio Segreteria Corsi di laurea e Didattica dell’Ateneo (segreteria.laurea ( at) unistrapg.it) con precisato il proprio nome, cognome e il Corso di laurea. In alternativa, i candidati possono iscriversi recandosi personalmente presso il Servizio Segreteria Corsi di laurea e Didattica dell’Ateneo (Palazzina Orvieto - Viale Carlo Manuali 9 - 06123 Perugia.

    Come si svolge la verifica
    I candidati sono tenuti a presentarsi, muniti di un documento di identità in corso di validità, negli orari e nel luogo stabiliti (vedi “Dove si svolgono le prove di ingresso”) per sostenere la prova di ingresso. Per il CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN COMUNICAZIONE PUBBLICITARIA STORYTELLING E CULTURA D’IMMAGINE (ComPSI), la verifica è costituita da un colloquio nei seguenti ambiti:
    - discipline semiotiche, linguistiche e informatiche: competenze avanzate nell’uso della lingua italiana in forma scritta e orale, conoscenze relative al sistema di varietà dell’italiano contemporaneo, conoscenze di base di ambito semiotico, competenze nell’uso dei principali pacchetti di office automation (MS Office, Open Office, iWork) e capacità di effettuare ricerche bibliografiche in Internet
    - discipline sociali e mediologiche: conoscenze di base nell’ambito della sociologia generale e della sociologia dei processi culturali e comunicativi
    - metodologie, analisi e tecniche della comunicazione: conoscenze di base nei settori delle discipline dello spettacolo e delle arti performative, della fotografia, del disegno, dei nuovi media
    - scienze umane ed economico-sociali: conoscenze di base relative all’economia politica, alla politica economica e all’economia e gestione delle imprese
    Risultati della verifica
    Al termine del colloquio, lo studente sarà informato dell’esito dello stesso.

    Modalità di recupero e monitoraggio della verifica
    Laddove il colloquio evidenzi lacune formative che possano ostacolare una proficua frequenza del corso di Laurea prescelto, gli studenti sono tenuti a svolgere un’attività di recupero tramite lo studio individuale di testi che saranno opportunamente consigliati dai Docenti che compongono la Commissione esaminatrice. La predetta Commissione, inoltre, al termine del colloquio, segnalerà il Docente, e relativo insegnamento, che al momento dell’esame dovrà verificare anche il recupero delle lacune.

    Dove si svolge la verifica
    Campus universitario, Palazzina Valitutti, viale Carlo Manuali 9 (ex Via XIV Settembre) - Perugia
    20 settembre - 7 ottobre - 2 dicembre: ore 8:30
    Possono essere previste prove successive rispetto alle date sopra indicate entro il mese di febbraio 2017.

  4. POSTI RISERVATI AI CITTADINI NON COMUNITARI RESIDENTI ALL’ESTERO RICHIEDENTI VISTO
    Ai cittadini non comunitari residenti all'estero sono riservati n. 35 posti complessivi, dei quali 5 destinati a cittadini cinesi del Progetto “Marco Polo”.
  5. TASSE E CONTRIBUTI PER L'A.A. 2016-2017
    Per gli importi delle tasse e dei contributi dovuti nonché per il versamento delle relative rate, si rimanda agli articoli 15 e 16 del Manifesto degli studi.
  6. IMMATRICOLAZIONE
    L’immatricolazione dovrà avvenire online secondo le modalità precisate nel Manifesto degli studi:
    - all’art. 9, per gli studenti italiani e stranieri
    - all’art. 10, per gli studenti stranieri residenti all’estero richiedenti visto di studio
    Il modulo di immatricolazione, stampabile al termine della procedura di immatricolazione online, corredato dei documenti richiesti all’articolo 9 del Manifesto degli studi, dovrà pervenire al Servizio Segreteria Corsi di laurea e Didattica (Viale Carlo Manuali 9 - 06123 Perugia) entro il giorno 14 ottobre 2016.
    Si precisa che la procedura di immatricolazione è da ritenersi perfezionata solo dopo che il Servizio Segreteria corsi di laurea e didattica ha ricevuto la documentazione di cui agli artt. 9 e 10 del Manifesto degli studi e ne ha accertato la regolarità.
  7. CALENDARIO DIDATTICO
    Calendario delle lezioni
    I semestre (12 settimane): 3 ottobre 2016 - 23 dicembre 2016
    II semestre (13 settimane): 1° marzo 2017 - 1° giugno 2017
    Sospensione delle lezioni
    Sessione tesi: 15, 16, 17 novembre 2016 - 11, 12, 13 aprile 2017
    Festività pasquali: dal 14 aprile al 18 aprile 2017 (compresi)
    Altri giorni di sospensione: 1° novembre 2016, 8 dicembre 2016 e 25 aprile 2017, 1° maggio 2017.
  8. INFORMAZIONI
    Servizio Segreteria Corsi di laurea e Didattica
    Palazzina Orvieto - Viale Carlo Manuali 9 - 06123 Perugia
    Telefono + 39 0755746650-651-653-757
    Fax: +39 0755746652
    E-mail: segreteria.laurea (at) unistrapg.it
    PEC: protocollo (at) pec.unistrapg.it
  9. Orario di apertura al pubblico:
    Mattina: dal lunedì al venerdì ore 10:00-13:00
    Pomeriggio: lunedì e giovedì ore 15:30-17:00
  10. PIANO DI STUDI
    Il corso di laurea magistrale in Comunicazione pubblicitaria, Storytelling e Cultura d’Immagine, di durata biennale, prevede le seguenti attività formative, per un totale di 120 CFU (Crediti Formativi Universitari)
    - piano di studi

Art. 43 BANDO DI AMMISSIONE AL CORSO DI LAUREA MAGISTRALE INTERCLASSE IN RELAZIONE INTERNAZIONALI E COOPERAZIONE ALLO SVILUPPO (RICS)
Classe LM-52 (Relazioni internazionali)
Classe LM-81 (Scienze per la cooperazione allo sviluppo)
Corso di laurea magistrale interclasse, di durata biennale, istituito ai sensi del D.M. 270/2004.
Al termine del I anno di corso, ossia entro il 30 settembre 2016, lo studente sceglie in quale classe intende conseguire il titolo di laurea magistrale (LM-52 o LM-81), presentando apposita dichiarazione presso la Segreteria Corsi di laurea e Didattica.
Sono previsti due percorsi:
  • Conflitti e sicurezza
  • Cooperazione ed ambiente

All’atto dell’immatricolazione lo studente dovrà precisare il percorso prescelto.

In base alla Convenzione stipulata con l’Università di Dalarna (Svezia), è attivato anche un percorso di doppio diploma, che prevede il conseguimento sia della laurea RICS, rilasciata dall’Università per Stranieri di Perugia, sia del Master Course in African Studies dell’Istituzione partner.

  1. AMMISSIONE (DM 270/04, art 6, comma 2)
    Premesso che l’ammissione al Corso di laurea magistrale dovrà avvenire nel rispetto di quanto precisato nel Manifesto degli studi per l’.a.a 2016-2017 (consultabile su questo sito) e, per gli studenti stranieri richiedenti visto, nel rispetto della circolare MIUR “Procedure per l’accesso degli studenti stranieri richiedenti visto ai corsi di formazione superiore del 2016-2017” consultabile sul sito http://www.studiare-in-italia.it/studentistranieri/ si precisa che, per accedere al corso di laurea magistrale interclasse in Relazioni internazionali e cooperazione allo sviluppo, gli studenti devono:
    a) essere in possesso della laurea o del Diploma universitario di durata triennale o di altro titolo di studio conseguito all’estero, riconosciuto idoneo
    b) essere in possesso dei requisiti curriculari precisati al successivo punto 2
    c) sostenere in ingresso, un colloquio orientativo, non selettivo, di verifica della personale preparazione. L’accesso al colloquio è condizionato dal possesso dei prescritti requisiti curriculari (v. successivo punto 3)

    Gli studenti possono regolarizzare la propria immatricolazione al corso solo dopo aver sostenuto il colloquio di cui al punto c), fermo restando la obbligatorietà di recupero delle eventuali carenze formative in essa evidenziate. (v. punto 3 del presente bando). Gli studenti stranieri, inoltre, devono essere in regola con la normativa relativa al soggiorno in Italia dei cittadini stranieri.

    d) Conoscenza della lingua italiana
    Premesso che per una più proficua partecipazione al Corso di laurea magistrale è necessario possedere una conoscenza della lingua italiana di grado uguale o superiore al livello di competenza C1 del QCER (Quadro Comune Europeo di Riferimento):
    d1) gli studenti cinesi inseriti nel programma Marco Polo devono possedere un’adeguata conoscenza della lingua italiana (livello C1/QCER) documentato da un titolo conseguito in Italia al termine di uno specifico corso di lingua italiana di durata almeno otto mesi
    d2) gli studenti stranieri non comunitari residenti all'estero richiedenti visto, preiscritti al Corso di laurea magistrale tramite le rappresentanze diplomatiche italiane all’estero, in ottemperanza alla Circolare MIUR “Procedure per l’accesso degli studenti stranieri richiedenti visto ai corsi di formazione superiore del 2016-2017” devono superare una prova di conoscenza della lingua italiana di competenza al livello C1/QCER, che si svolgerà presso la sede della Università per Stranieri di Perugia il 2 settembre 2016.
    Gli studenti che evidenzieranno lacune nella conoscenza della lingua italiana, verranno inseriti in classi di sostegno linguistico (Lettorati) e saranno tenuti al recupero delle lacune entro il primo anno accademico di iscrizione. In assenza, viene meno la possibilità di sostenere gli esami di profitto a partire dal II anno accademico. Della frequenza dei suddetti Lettorati potranno giovarsi anche tutti gli studenti stranieri esonerati a vario titolo dalla prova di lingua italiana in ingresso. Previa valutazione da parte dell’Ateneo, possono essere esonerati dalla prova predetta gli studenti che abbiano ottenuto la certificazione di competenza di lingua italiana, nel grado corrispondente al livello B2 del Consiglio d’Europa, emessa nell’ambito del sistema di qualità CLIQ (Certificazione Lingua Italiana di Qualità), che riunisce in associazione gli attuali enti certificatori (Università per Stranieri di Perugia, Università per Stranieri di Siena, Università Roma Tre e Società Dante Alighieri), anche in convenzione con gli Istituti italiani di Cultura all’estero o altri soggetti. Si rimanda ai punti I.8, I.9 e I.4, Capitolo Primo, della circolare MIUR sopra precisata per ulteriori informazioni relative agli esoneri dalla prova di conoscenza della lingua italiana e al contingentamento.

    Gli studenti stranieri che ritengono di essere in possesso dei requisiti utili per l’esonero dalla prova di conoscenza della lingua italiana devono preventivamente farne richiesta alla Segreteria Corsi di laurea e Didattica dell’Ateneo (segreteria.laurea (at) unistrapg.it) allegando adeguata documentazione.

  2. REQUISITI CURRICULARI
    Ai fini dell’iscrizione al corso di laurea magistrale in Relazioni Internazionali e Cooperazione allo Sviluppo, lo studente dovrà avere acquisito un totale di 30 CFU (È ammessa una tolleranza fino ad un massimo del 10% dei CFU richiesti nei seguenti Settori Scientifico Disciplinari (SSD):
    ambiti disciplinari SSD-Settori Scientifico Disciplinari CFU
    Formazione interdisciplinare INF/01, ING-INF/05, L-FIL-LET/12, M-DEA/01 3
    Scienze economiche e statistiche SECS-P/01, SECS-P/02, SECS-P/03, SECS-P/06, SECS-S/03, SECS-S/04, SECS-S/05 3
    Scienze politiche e sociali SPS/01, SPS/02, SPS/03, SPS/04, SPS/05, SPS/06, SPS/07, SPS/08, SPS/09, SPS/10, SPS/11, SPS/12, SPS/13, SPS/14 9
    Scienze giuridiche e storiche IUS/01, IUS/02, IUS/08, IUS/09, IUS/13, IUS/14, IUS/21, L-OR/10, L-OR/23, M-STO/02, M-STO/04 9
    Lingue straniere L-LIN/03, L-LIN/04, L-LIN/05, L-LIN/06, L-LIN/07, L-LIN/10, L-LIN/11, L-LIN/12 6

    Potranno essere inclusi nel conteggio:

    1. crediti acquisiti in esubero rispetto ai 180 previsti dall’ordinamento della laurea triennale, qualora siano stati conseguiti in insegnamenti relativi agli ambiti e ai settori indicati
    2. crediti acquisiti in insegnamenti universitari pertinenti ad ambiti o settori affini a quelli indicati
    3. crediti acquisiti in insegnamenti, che siano pertinenti ad ambiti o settori affini a quelli indicati, facenti parte di piani di studi di corsi di perfezionamento o di alta formazione (master universitari, corsi di specializzazione, etc.) organizzati da Istituzioni universitarie o private di comprovata serietà
    4. eventuali certificazioni linguistiche e/o informatiche e/o esperienze di stage in ambiti o settori universitari affini a quelli indicati, che prevedono il rilascio di crediti eccedenti rispetto ai crediti previsti per il conseguimento della laurea triennale
    5. altre eventuali certificazioni linguistiche e/o informatiche e/o esperienze di stage rilasciate da Istituzioni di comprovata serietà e afferenti ad ambiti e a settori affini a quelli indicati

    Eventuali integrazioni in termini di CFU, necessarie per soddisfare i requisiti curriculari richiesti e da acquisire prima dell’iscrizione al Corso di laurea magistrale e della verifica della preparazione individuale, possono essere ottenute presso qualunque Ateneo, sotto forma di “singoli insegnamenti” in Corsi di studio di I livello. Per le modalità di iscrizione ai “singoli insegnamenti” dell’Università per Stranieri si rimanda allìart. 14 del Manifesto degli studi. Il possesso dei requisiti curriculari sarà verificato da parte del Servizio Segreteria Corsi di laurea e Didattica dell’Ateneo (Palazzina Orvieto - Viale Carlo Manuali 9 - 06123 Perugia). Ove necessario la verifica sarà demandata al docente a ciò delegato.

    Sono esonerati dalla verifica del possesso dei requisiti curriculari i candidati che hanno conseguito presso l’Università per Stranieri di Perugia una laurea triennale appartenente alla “area comunicazione e/o relazioni internazionali”.

  3. PREPARAZIONE INDIVIDUALE
    La verifica della preparazione personale, obbligatoria per italiani e stranieri, condizionata dal possesso dei prescritti requisiti curriculari, è finalizzata a conoscere il livello di preparazione generale dello studente.
    La verifica avviene in ingresso tramite un colloquio orientativo che non ha carattere selettivo (v. come si svolge il colloquio)
    I laureandi triennali che intendano accedere ad un corso di laurea magistrale dell’Università per Stranieri possono sostenere il colloquio di verifica della preparazione individuale prima di aver conseguito il titolo triennale se:
    a) possiedono i requisiti curriculari richiesti
    b) prevedono di conseguire il titolo triennale entro febbraio 2017
    La verifica in ingresso non viene effettuata con modalità a distanza.
    Come si effettua l’iscrizione alla verifica
    Gli studenti possono iscriversi al colloquio inviando una e-mail all’indirizzo Servizio Segreteria Corsi di laurea e Didattica dell’Ateneo (segreteria.laurea (at) unistrapg.it) con precisato il proprio nome, cognome e il Corso di laurea. In alternativa, i candidati possono iscriversi recandosi personalmente presso il Servizio Segreteria Corsi di laurea e Didattica dell’Ateneo (Palazzina Orvieto - Viale Carlo Manuali 9 - 06123 Perugia. Come si svolge la verifica
    I candidati sono tenuti a presentarsi, muniti di un documento di identità in corso di validità, negli orari e nel luogo stabiliti (vedi “Dove si svolge la prova”) per sostenere la prova di ingresso. Per il CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN RELAZIONI INTERNAZIONALI E COOPERAZIONE ALLO SVILUPPO (RICS), la verifica è costituita da un colloquio nei seguenti ambiti:

    • discipline linguistiche e informatiche: competenze avanzate nell'uso della lingua italiana in forma scritta e orale; conoscenze di base di ambito semiotico, competenze nell'uso dei principali pacchetti di office automation (MS Office, Open Office, iWork) e capacità di effettuare ricerche avanzate su Internet sia bibliografiche (e.g. Riviste e sistemi di editoria offline ed online, Google Scholar) che per l'acquisizione di Public/Open data con particolare al download, gestione e processamento e conversione dei file digitali più comuni
    • discipline giuridiche, storiche e politiche: conoscenze di base relative al diritto pubblico, al diritto internazionale, alla storia contemporanea, alla storia del pensiero politico e alla scienza politica
    • discipline economiche sociologiche: conoscenze di base dell'economia politica e della sociologia generale

    Risultati della verifica
    Al termine del colloquio, lo studente sarà informato dell’esito dello stesso.
    Modalità di recupero e monitoraggio della verifica
    Laddove il colloquio evidenzi lacune formative che possano ostacolare una proficua frequenza del corso di Laurea prescelto, gli studenti sono tenuti a svolgere un’attività di recupero tramite lo studio individuale di testi che saranno opportunamente consigliati dai Docenti che compongono la Commissione esaminatrice. La predetta Commissione, inoltre, al termine del colloquio, segnalerà il Docente, e relativo insegnamento, che al momento dell’esame dovrà verificare anche il recupero delle lacune.
    Dove si svolge la verifica
    Campus universitario, Palazzina Valitutti,
    viale Carlo Manuali 9 - Perugia
    20 settembre - 7 ottobre - 2 dicembre: ore 8:30
    Possono essere previste verifiche successive rispetto alle date sopra indicate entro il mese di febbraio 2017.

  4. POSTI RISERVATI AI CITTADINI NON COMUNITARI RESIDENTI ALL’ESTERO RICHIEDENTI VISTO
    Ai cittadini non comunitari residenti all'estero sono riservati n. 30 posti complessivi, dei quali 15 destinati a cittadini cinesi del Programma Marco Polo.
  5. TASSE E CONTRIBUTI PER L'A.A. 2016-2017
    Per gli importi delle tasse e dei contributi dovuti nonché per il versamento delle relative rate, si rimanda agli articoli 15 e 16 del Manifesto degli studi.
  6. IMMATRICOLAZIONE
    L’immatricolazione dovrà avvenire online secondo le modalità precisate nel Manifesto degli studi:
    - all’art. 9, per gli studenti italiani e stranieri
    - all’art. 10, per gli studenti stranieri residenti all’estero richiedenti visto di studio
    Il modulo di immatricolazione, stampabile al termine della procedura di immatricolazione online, corredato dei documenti richiesti all’articolo 9 del Manifesto degli studi, dovrà pervenire al Servizio Segreteria Corsi di laurea e Didattica (Viale Carlo Manuali 9 - 06123 Perugia) entro il giorno 14 ottobre 2016.
    Si precisa che la procedura di immatricolazione è da ritenersi perfezionata solo dopo che il Servizio Segreteria corsi di laurea e didattica ha ricevuto la documentazione di cui agli artt. 9 e 10 del Manifesto degli studi e ne ha accertato la regolarità.
  7. CALENDARIO DIDATTICO
    Calendario delle lezioni
    I semestre (12 settimane): 3 ottobre 2016 - 23 dicembre 2016
    II semestre (13 settimane): 1° marzo 2017 - 1° giugno 2017
    Sospensione delle lezioni
    Sessione tesi: 15, 16, 17 novembre 2016 - 11, 12, 13 aprile 2017
    Festività pasquali: dal 14 aprile al 18 aprile 2017 (compresi)
    Altri giorni di sospensione: 1° novembre 2016, 8 dicembre 2016 e 25 aprile 2017, 1° maggio 2017.
  8. INFORMAZIONI
    Servizio Segreteria Corsi di laurea e Didattica
    Palazzina Orvieto - Viale Carlo Manuali 9 - 06123 Perugia
    Telefono + 39 0755746650-651-653-757
    Fax: +39 0755746652
    E-mail: segreteria.laurea (at) unistrapg.it
    PEC: protocollo (at) pec.unistrapg.it
  9. Orario di apertura al pubblico:
    Mattina: dal lunedì al venerdì ore 10:00-13:00
    Pomeriggio: lunedì e giovedì ore 15:30-17:00
  10. PIANO DI STUDI
    Il Corso di laurea magistrale in Relazioni internazionali e cooperazione allo sviluppo, di durata biennale, prevede due percorsi didattici, a scelta dello studente, con seguenti attività formative, per un totale di 120 CFU (Crediti Formativi Universitari).
    - piano di studi

Art. 44 BANDO DI AMMISSIONE AL CORSO DI LAUREA MAGISTRALE ITALIANO PER L’INSEGNAMENTO A STRANIERI (ITAS)
Classe LM-14 (Filologia moderna)
Il Corso di laurea magistrale, di durata biennale, istituito ai sensi del D.M. 270/2004, si articola in due indirizzi:
I indirizzo: linguistico (ItaS-L)
II indirizzo: culturale-identitario (ItaS-C)
In base alla convenzione stipulata con l’Università della Lorena (Francia), è attivato anche un percorso di doppio diploma, che prevede il conseguimento sia della laurea magistrale ItaS, rilasciata dall’Università per Stranieri di Perugia, sia della laurea magistrale Master MEEF - Métiers de l’enseignement, de l’education et de la formation, mention 2nd degré, Parcours italien rilasciata dall’Università della Lorena (sede di Nancy). Per maggiori informazioni consultare la pagina dedicata alle Lauree binazionali in didattica della lingua italiana.
  1. AMMISSIONE (DM 270/04, art 6, comma 2)
    Premesso che l’ammissione al Corso di laurea magistrale dovrà avvenire nel rispetto di quanto precisato nel Manifesto degli studi per l’.a.a 2016-2017 (consultabile su questo sito) e, per gli studenti stranieri richiedenti visto, nel rispetto della circolare MIUR “Procedure per l’accesso degli studenti stranieri richiedenti visto ai corsi di formazione superiore del 2016-2017” consultabile sul sito http://www.studiare-in-italia.it/studentistranieri/ si precisa che, per accedere al corso di laurea magistrale in Italiano per l’insegnamento a stranieri, gli studenti devono:
    1. essere in possesso della laurea o del Diploma universitario di durata triennale o di altro titolo di studio conseguito all’estero, riconosciuto idoneo
    2. essere in possesso dei requisiti curriculari precisati al successivo punto 2
    3. sostenere in ingresso, un colloquio orientativo, non selettivo, di verifica della personale preparazione. L’accesso al colloquio è condizionato dal possesso dei prescritti requisiti curriculari (v. successivo punto 3). É prevista, inoltre, una prova pratica, non selettiva, tesa ad accertare il possesso delle abilità informatiche.

      Gli studenti possono regolarizzare la propria immatricolazione al corso solo dopo aver sostenuto il colloquio di cui al punto c), fermo restando la obbligatorietà di recupero delle eventuali carenze formative in essa evidenziate. (v. punto 3 del presente bando). Gli studenti stranieri, inoltre, devono essere in regola con la normativa relativa al soggiorno in Italia dei cittadini stranieri.

    4. Conoscenza della lingua italiana
      Premesso che per una più proficua partecipazione al Corso di laurea magistrale è necessario possedere una conoscenza della lingua italiana di grado uguale o superiore al livello di competenza C1 del QCER ( Quadro Comune Europeo di Riferimento):
      d1) gli studenti cinesi inseriti nel programma Marco Polo devono possedere un’adeguata conoscenza della lingua italiana (livello C1/QCER) documentato da un titolo conseguito in Italia al termine di uno specifico corso di lingua italiana di durata almeno otto mesi.
      d2) gli studenti stranieri non comunitari residenti all'estero richiedenti visto, preiscritti al Corso di laurea tramite le rappresentanze diplomatiche italiane all’estero, in ottemperanza alla Circolare MIUR “Procedure per l’accesso degli studenti stranieri richiedenti visto ai corsi di formazione superiore del 2016-2017” devono superare una prova di conoscenza della lingua italiana di competenza al livello B2/QCER, che si svolgerà presso la sede della Università per Stranieri di Perugia il giorno 2 settembre 2016.
      Gli studenti che evidenzieranno lacune nella conoscenza della lingua italiana, verranno inseriti in classi di sostegno linguistico (Lettorati) e saranno tenuti al recupero delle lacune entro il primo anno accademico di iscrizione. In assenza, viene meno la possibilità di sostenere gli esami di profitto a partire dal II anno accademico. Della frequenza dei suddetti Lettorati potranno giovarsi anche tutti gli studenti stranieri esonerati a vario titolo dalla prova di lingua italiana in ingresso. Previa valutazione da parte dell’Ateneo, possono essere esonerati dalla prova predetta gli studenti che abbiano ottenuto la certificazione di competenza di lingua italiana, nel grado corrispondente al livello B2 del Consiglio d’Europa, emessa nell’ambito del sistema di qualità CLIQ (Certificazione Lingua Italiana di Qualità), che riunisce in associazione gli attuali enti certificatori (Università per Stranieri di Perugia, Università per Stranieri di Siena, Università Roma Tre e Società Dante Alighieri), anche in convenzione con gli Istituti italiani di Cultura all’estero o altri soggetti. Si rimanda ai punti I.8, I.9 e I.4, Capitolo Primo, della circolare MIUR sopra precisata per ulteriori informazioni relative agli esoneri dalla prova di conoscenza della lingua italiana e al contingentamento.

      Gli studenti stranieri che ritengono di essere in possesso dei requisiti utili per l’esonero dalla prova di conoscenza della lingua italiana devono preventivamente farne richiesta alla Segreteria Corsi di laurea e Didattica dell’Ateneo (segreteria.laurea@unistrapg.it) allegando adeguata documentazione.

  2. REQUISITI CURRICULARI
    Ai fini dell’iscrizione al Corso di laurea magistrale in Italiano per l’Insegnamento a Stranieri, lo studente dovrà avere acquisito un totale di 39 CFU (È ammessa una tolleranza fino ad un massimo del 10% dei CFU richiesti) nei seguenti Settori Scientifico Disciplinari (SSD):
    ambiti disciplinari SSD-Settori Scientifico Disciplinari CFU
    Area linguistica e glottodidattica

    L-FIL-LET/12 (Linguistica italiana)
    L-LIN/01 (Glottologia e linguistica)
    L-LIN/02 (Didattica delle lingue moderne)
    M-FIL/05 (Filosofia e teoria dei linguaggi)

    9
    Area filologico-letteraria

    L-FIL-LET/04 (Lingua e letteratura latina)
    L-FIL-LET/09 (Filologia e linguistica romanza)
    L-FIL-LET/10 (Letteratura italiana)
    L-FIL-LET/11 (Letteratura italiana contemporanea)
    L-FIL-LET/12 (Linguistica italiana)
    L-FIL-LET/13 (Filologia della letteratura italiana)
    L-FIL-LET/14 (Critica letteraria e letterature comparate)

    12
    Area storica, geografica, artistica e delle scienze umane

    L-ART/01 (Storia dell'arte medievale)
    L-ART/02 (Storia dell'arte moderna
    L-ART/03 (Storia dell'arte contemporanea)
    L-ART/06 (Cinema, fotografia, televisione)
    L-ART/07 (Musicologia e storia della musica)
    M-DEA/01 (Discipline demoetnoantropologiche)
    M-FIL/01 (Filosofia teoretica)
    M-FIL/03 (Filosofia morale)
    M-FIL/04 (Estetica)
    M-FIL/06 (Storia della filosofia)
    M-GGR/01 (Geografia)
    M-GGR/02 (Geografia economico-politica)
    M-PED/01 (Pedagogia generale e sociale)
    M-PED/03 (Didattica e pedagogia speciale)
    M-PED/04 (Pedagogia sperimentale)
    M-PSI/01 (Psicologia generale)
    M-PSI/04 (Psicologia dello sviluppo e psicologia dell'educazione)
    M-PSI/05 (Psicologia sociale)
    M-STO/01 (Storia medievale)
    M-STO/02 (Storia moderna)
    M-STO/03 (Storia dell'Europa orientale)
    M-STO/04 (Storia contemporanea)
    M-STO/06 (Storia delle religioni)
    M-STO/07 (Storia del Cristianesimo e delle Chiese)
    M-STO/08 (Archivistica, bibliografia e biblioteconomia)
    SPS/01 (Filosofia politica)
    SPS/02 (Storia delle dottrine politiche)
    SPS/03 (Storia delle istituzioni politiche)
    SPS/05 (Storia e istituzioni delle Americhe)
    SPS/07 (Sociologia generale)
    SPS/08 (Sociologia dei processi culturali e comunicativi)
    SPS/13 (Storia e istituzioni dell'Africa)
    SPS/14 (Storia e istituzioni dell'Asia)

    9
    Area delle lingue straniere e dell'informatica

    INF/01 (Informatica generale)
    ING-INF/05 (Sistemi di elaborazione delle informazioni)
    L-LIN/03 (Letteratura francese)
    L-LIN/04 (Lingua e traduzione lingua francese)
    L-LIN/05 (Letteratura spagnola)
    L-LIN/06 (Lingue e letterature ispano-americane)
    L-LIN/07 (Lingua e traduzione lingua spagnola)
    L-LIN/10 (Letteratura inglese)
    L-LIN/11 (Lingue e letterature anglo-americane)
    L-LIN/12 (Lingua e traduzione lingua inglese)
    L-LIN/13 (Letteratura tedesca)
    L-LIN/14 (Lingua e traduzione - lingua tedesca)
    L-OR/12 (Lingua e letteratura araba)
    L-OR/21 (Lingue e letterature della Cina e dell'Asia sud-orientale)
    L-OR/22 (Lingue e letterature del Giappone e della Corea)

    9

    Potranno essere inclusi nel conteggio:

    1. crediti acquisiti in esubero rispetto ai 180 previsti dall’ordinamento della laurea triennale, qualora siano stati conseguiti in insegnamenti relativi agli ambiti e ai settori indicati
    2. crediti acquisiti in insegnamenti universitari pertinenti ad ambiti o settori affini a quelli indicati
    3. crediti acquisiti in insegnamenti, che siano pertinenti ad ambiti o settori affini a quelli indicati, facenti parte di piani di studi di corsi di perfezionamento o di alta formazione (master universitari, corsi di specializzazione, etc.) organizzati da Istituzioni universitarie o private di comprovata serietà,
    4. eventuali certificazioni linguistiche e/o informatiche e/o esperienze di stage in ambiti o settori universitari affini a quelli indicati, che prevedono il rilascio di crediti eccedenti rispetto ai crediti previsti per il conseguimento della laurea triennale
    5. altre eventuali certificazioni linguistiche e/o informatiche e/o esperienze di stage rilasciate da Istituzioni di comprovata serietà e afferenti ad ambiti e a settori affini a quelli indicati

    Eventuali integrazioni in termini di CFU, necessarie per soddisfare i requisiti curriculari richiesti e da acquisire prima dell’iscrizione al Corso di laurea magistrale e della verifica della preparazione individuale, possono essere ottenute presso qualunque Ateneo, sotto forma di “singoli insegnamenti” in Corsi di studio di I livello. Per le modalità di iscrizione ai “singoli insegnamenti” dell’Università per Stranieri si rimanda all’art. 14 del Manifesto degli studi. Il possesso dei requisiti curriculari sarà verificato da parte del Servizio Segreteria Corsi di laurea e Didattica dell’Ateneo (Palazzina Orvieto - Viale Carlo Manuali 9 - 06123 Perugia). Ove necessario, la verifica sarà demandata al docente a ciò delegato.
    Sono esonerati dalla verifica del possesso dei requisiti curriculari i candidati che hanno conseguito presso l’Università per Stranieri di Perugia una laurea triennale appartenente alla “area didattica e promozione della lingua italiana”.

  3. PREPARAZIONE INDIVIDUALE
    La verifica della preparazione personale, obbligatoria per italiani e stranieri, condizionata dal possesso dei prescritti requisiti curriculari, è finalizzata a conoscere il livello di preparazione generale dello studente.
    La verifica, che non ha carattere selettivo, avviene in ingresso tramite un colloquio orientativo e una prova pratica di informatica (v. come si svolge il colloquio).
    I laureandi triennali che intendano accedere ad un corso di laurea magistrale dell’Università per Stranieri possono sostenere il colloquio di verifica della preparazione individuale prima di aver conseguito il titolo triennale se:
    1. possiedono i requisiti curriculari richiesti
    2. prevedono di conseguire il titolo triennale entro febbraio 2017

    La verifica in ingresso non viene effettuata con modalità a distanza.

    Come si effettua l’iscrizione alla verifica
    Gli studenti possono iscriversi alla prova inviando una e-mail all’indirizzo Servizio Segreteria Corsi di laurea e Didattica dell’Ateneo (segreteria.laurea (at) unistrapg.it) con precisato il proprio nome, cognome e il Corso di laurea. In alternativa, i candidati possono iscriversi recandosi personalmente presso il Servizio Segreteria Corsi di laurea e Didattica dell’Ateneo (Palazzina Orvieto - Viale Carlo Manuali 9 - 06123 Perugia.

    Come si svolge la verifica
    I candidati sono tenuti a presentarsi, muniti di un documento di identità in corso di validità, negli orari e nel luogo stabiliti (vedi “Dove si svolge la prova”) per sostenere la prova di ingresso. Per il CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN ITALIANO PER L’INSEGNAMENTO A STRANIERI (ItaS), la prova di ingresso è costituita da due parti:

    1a parte
    Gli studenti dovranno sostenere, alla presenza di una apposita Commissione, un colloquio finalizzato ad accertare il possesso di conoscenze/competenze di base nei seguenti ambiti:
    - linguistico e glottodidattico
    - filologico-letterario
    - storico, geografico, artistico e delle scienze umane

    2a parte
    Il possesso delle abilità informatiche sarà accertato attraverso una prova al computer per verificare le competenze nell'uso dei principali pacchetti di office automation e la capacità di effettuare ricerche bibliografiche, o di altro tipo, in Internet.

    Risultati della verifica
    Al termine del colloquio, lo studente sarà informato dell’esito dello stesso. L’esito dell’accertamento del possesso delle abilità informatiche sarà pubblicato su questo sito.

    Modalità di recupero e monitoraggio della verifica
    Laddove la verifica evidenzi lacune formative che possano ostacolare una proficua frequenza del corso di Laurea prescelto, gli studenti sono tenuti a svolgere un’attività di recupero tramite lo studio individuale di testi che saranno opportunamente consigliati dai Docenti che compongono la Commissione esaminatrice. La predetta Commissione, inoltre, al termine del colloquio, segnalerà il Docente, e relativo insegnamento, che al momento dell’esame dovrà verificare anche il recupero delle lacune.

    Dove si svolge la verifica
    Campus universitario, Palazzina Valitutti, viale Carlo Manuali 9 - Perugia
    20 settembre - 7 ottobre - 2 dicembre:
    - colloquio di verifica ore 8:30
    - accertamento idoneità informatica ore 12:00

    Possono essere previste verifiche successive rispetto alle date sopra indicate entro il mese di febbraio 2017.

  4. POSTI RISERVATI AI CITTADINI NON COMUNITARI RESIDENTI ALL’ESTERO RICHIEDENTI VISTO
    Ai cittadini non comunitari residenti all'estero sono riservati n. 50 posti complessivi, dei quali 15 destinati a cittadini cinesi del Programma Marco Polo.
  5. TASSE E CONTRIBUTI PER L'A.A. 2016-2017
    Per gli importi delle tasse e dei contributi dovuti nonché per il versamento delle relative rate, si rimanda agli articoli 15 e 16 del Manifesto degli studi.
  6. IMMATRICOLAZIONE
    L’immatricolazione dovrà avvenire online secondo le modalità precisate nel Manifesto degli studi:
    - all’art. 9, per gli studenti italiani e stranieri
    - all’art. 10, per gli studenti stranieri residenti all’estero richiedenti visto di studio
    Il modulo di immatricolazione, stampabile al termine della procedura di immatricolazione online, corredato dei documenti richiesti all’articolo 9 del Manifesto degli studi, dovrà pervenire al Servizio Segreteria Corsi di laurea e Didattica (Viale Carlo Manuali 9 - 06123 Perugia) entro il giorno 14 ottobre 2016.
    Si precisa che la procedura di immatricolazione è da ritenersi perfezionata solo dopo che il Servizio Segreteria corsi di laurea e didattica ha ricevuto la documentazione di cui agli artt. 9 e 10 del Manifesto degli studi e ne ha accertato la regolarità.
  7. CALENDARIO DIDATTICO
    Calendario delle lezioni
    I semestre (12 settimane): 3 ottobre 2016 - 23 dicembre 2016
    II semestre (13 settimane): 1° marzo 2017 - 1° giugno 2017
    Sospensione delle lezioni
    Sessione tesi: 15, 16, 17 novembre 2016 - 11, 12, 13 aprile 2017
    Festività pasquali: dal 14 aprile al 18 aprile 2017 (compresi)
    Altri giorni di sospensione: 1° novembre 2016, 8 dicembre 2016 e 25 aprile 2017, 1° maggio 2017.
  8. INFORMAZIONI
    Servizio Segreteria Corsi di laurea e Didattica
    Palazzina Orvieto - Viale Carlo Manuali 9 - 06123 Perugia
    Telefono + 39 0755746650-651-653-757
    Fax: +39 0755746652
    E-mail: segreteria.laurea (at) unistrapg.it
    PEC: protocollo (at) pec.unistrapg.it
  9. Orario di apertura al pubblico:
    Mattina: dal lunedì al venerdì ore 10:00-13:00
    Pomeriggio: lunedì e giovedì ore 15:30-17:00
  10. PIANO DI STUDI
    Il corso di laurea magistrale in Italiano per l’insegnamento a stranieri, di durata biennale, prevede le seguenti attività formative, per un totale di 120 CFU (Crediti Formativi Universitari):
    - piano di studi

Art. 45 BANDO DI AMMISSIONE AL CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN PROMOZIONE DELL’ITALIA E DEL MADE IN ITALY (PrIMI)
Classe LM-38 (Lingue moderne per la comunicazione e la cooperazione internazionale)
Corso di laurea magistrale, di durata biennale, istituito ai sensi del D.M. 270/2004.

In base alla convenzione stipulata con l’Università di Nantes (Francia), è attivato anche un percorso di doppio diploma, che prevede il conseguimento della Laurea Magistrale italo-francese in Mediazione, comunicazione e promozione culturale all’estero (MECPROCE) e del titolo di Master 1 in Médiation culturelle et communication internationale (MCCI)
Per maggiori informazioni consultare la pagina https://www.unistrapg.it/it/studiare-alla-stranieri/corsi-di-laurea-e-la...

  1. AMMISSIONE (DM 270/04, art 6, comma 2)
    Premesso che l’ammissione al Corso di laurea magistrale dovrà avvenire nel rispetto di quanto precisato nel Manifesto degli studi per l’.a.a 2016-2017 (consultabile su questo sito) e, per gli studenti stranieri richiedenti visto, nel rispetto della circolare MIUR “Procedure per l’accesso degli studenti stranieri richiedenti visto ai corsi di formazione superiore del 2016-2017” consultabile sul sito http://www.studiare-in-italia.it/studentistranieri/ si precisa che, per accedere al corso di laurea magistrale in Promozione dell’Italia e del Made in Italy, gli studenti devono:
    1. essere in possesso della laurea o del Diploma universitario di durata triennale o di altro titolo di studio conseguito all’estero, riconosciuto idoneo
    2. essere in possesso dei requisiti curriculari precisati al successivo punto 2
    3. sostenere in ingresso, un colloquio orientativo, non selettivo, di verifica della personale preparazione. L’accesso al colloquio è condizionato dal possesso dei prescritti requisiti curriculari (v. successivo punto 3). É prevista, inoltre, una prova pratica, non selettiva, tesa ad accertare il possesso delle abilità informatiche.
      Gli studenti possono regolarizzare la propria immatricolazione al corso solo dopo aver sostenuto il colloquio di cui al punto c), fermo restando la obbligatorietà di recupero delle eventuali carenze formative in essa evidenziate. (v. punto 3 del presente bando). Gli studenti stranieri, inoltre, devono essere in regola con la normativa relativa al soggiorno in Italia dei cittadini stranieri.
    4. Conoscenza della lingua italiana
      Premesso che per una più proficua partecipazione al Corso di laurea magistrale è necessario possedere una conoscenza della lingua italiana di grado uguale o superiore al livello di competenza C1 del QCER ( Quadro Comune Europeo di Riferimento):
      d1) gli studenti cinesi inseriti nel programma Marco Polo devono possedere un’adeguata conoscenza della lingua italiana (livello C1/QCER) documentato da un titolo conseguito in Italia al termine di uno specifico corso di lingua italiana di durata almeno otto mesi
      d2) gli studenti stranieri non comunitari residenti all'estero richiedenti visto, preiscritti al Corso di laurea magistrale tramite le rappresentanze diplomatiche italiane all’estero, in ottemperanza alla Circolare MIUR “Procedure per l’accesso degli studenti stranieri richiedenti visto ai corsi di formazione superiore del 2016-2017” devono superare una prova di conoscenza della lingua italiana di competenza al livello C1/QCER, che si svolgerà presso la sede della Università per Stranieri di Perugia il 2 settembre 2016
      Gli studenti che evidenzieranno lacune nella conoscenza della lingua italiana, verranno inseriti in classi di sostegno linguistico (Lettorati) e saranno tenuti al recupero delle lacune entro il primo anno accademico di iscrizione. In assenza, viene meno la possibilità di sostenere gli esami di profitto a partire dal II anno accademico. Della frequenza dei suddetti Lettorati potranno giovarsi anche tutti gli studenti stranieri esonerati a vario titolo dalla prova di lingua italiana in ingresso. Previa valutazione da parte dell’Ateneo, possono essere esonerati dalla prova predetta gli studenti che abbiano ottenuto la certificazione di competenza di lingua italiana, nel grado corrispondente al livello B2 del Consiglio d’Europa, emessa nell’ambito del sistema di qualità CLIQ (Certificazione Lingua Italiana di Qualità), che riunisce in associazione gli attuali enti certificatori (Università per Stranieri di Perugia, Università per Stranieri di Siena, Università Roma Tre e Società Dante Alighieri), anche in convenzione con gli Istituti italiani di Cultura all’estero o altri soggetti. Si rimanda ai punti I.8, I.9 e I.4, Capitolo Primo, della circolare MIUR sopra precisata per ulteriori informazioni relative agli esoneri dalla prova di conoscenza della lingua italiana e al contingentamento.

    Gli studenti stranieri che ritengono di essere in possesso dei requisiti utili per l’esonero dalla prova di conoscenza della lingua italiana devono preventivamente farne richiesta alla Segreteria Corsi di laurea e Didattica dell’Ateneo (segreteria.laurea (at) unistrapg.it) allegando adeguata documentazione.

  2. REQUISITI CURRICULARI
    Ai fini dell’iscrizione al corso di laurea magistrale in Promozione dell’Italia e del Made in Italy, lo studente dovrà avere acquisito un totale di 39 CFU (È ammessa una tolleranza fino ad un massimo del 10% dei CFU richiesti) nei seguenti Settori Scientifico Disciplinari (SSD):
    ambiti disciplinari SSD-Settori Scientifico Disciplinari CFU
    Linguistica e letteratura italiana

    L-FIL-LET/10 (Letteratura italiana)
    L-FIL-LET/11 (Letteratura italiana contemporanea)
    L-FIL-LET/12 (Linguistica italiana)
    L-FIL-LET/13 (Filologia della letteratura italiana)
    L-FIL-LET/14 (Critica letteraria e letterature comparate)

    9
    Discipline filologiche, linguistiche,
    mediologiche ed informatiche

    INF/01 (Informatica generale)
    ING-INF/05 (Sistemi di elaborazione delle informazioni)
    L-ART/06 (Cinema, fotografia, televisione)
    L-FIL-LET/09 (Filologia e linguistica romanza)
    L-FIL-LET/15 (Filologia germanica)
    L-LIN/01 (Glottologia e linguistica)
    L-LIN/02 (Didattica delle lingue moderne)
    M-FIL/05 (Filosofia e teoria dei linguaggi)
    SPS/08 (Sociologia dei processi culturali e comunicativi)

    9
    Lingue e culture straniere

    L-LIN/03 (Letteratura francese)
    L-LIN/04 (Lingua e traduzione - lingua francese)
    L-LIN/05 (Letteratura spagnola)
    L-LIN/06 (Lingue e letterature ispano-americane)
    L-LIN/07 (Lingua e traduzione lingua spagnola)
    L-LIN/10 (Letteratura inglese)
    L-LIN/11 (Lingue e letterature anglo-americane)
    L-LIN/12 (Lingua e traduzione lingua inglese)
    L-OR/10 (Storia dei paesi islamici)
    L-OR/12 (Lingua e letteratura araba)
    L-OR/21 (Lingue e letterature della Cina e dell'Asia sud-or.)
    L-OR/22 (Lingue e letterature del Giappone e della Corea)

    12
    Scienze umane, discipline storiche,
    geografiche, economiche e giuridiche

    IUS/01 (Diritto privato)
    IUS/02 (Diritto privato comparato)
    IUS/04 (Diritto commerciale)
    IUS/05 (Diritto dell'economia)
    IUS/07 (Diritto del lavoro)
    IUS/08 (Diritto costituzionale)
    IUS/09 (Istituzioni di diritto pubblico)
    IUS/10 (Diritto amministrativo)
    IUS/13 (Diritto internazionale)
    IUS/14 (Diritto dell'Unione Europea)
    IUS/21 (Diritto pubblico comparato)
    M-DEA/01 (Discipline demoetnoantropologiche)
    M-GGR/01 (Geografia)
    M-GGR/02 (Geografia economico-politica)
    M-PED/01 (Pedagogia generale e sociale)
    M-PSI/01 (Psicologia generale)
    M-PSI/05 (Psicologia sociale)
    M-PSI/06 (Psicologia del lavoro e delle organizzazioni)
    M-STO/01 (Storia medievale)
    M-STO/02 (Storia moderna)
    M-STO/03 (Storia dell'Europa orientale)
    M-STO/04 (Storia contemporanea)
    M-STO/06 (Storia delle religioni)
    SECS-P/01 (Economia politica)
    SECS-P/02 (Politica economica)
    SECS-P/06 (Economia applicata)
    SECS-P/07 (Economia aziendale)
    SECS-P/08 (Economia e gestione delle imprese)
    SECS-P/10 (Organizzazione aziendale)
    SECS-P/12 (Storia economica)
    SECS-S/03 (Statistica economica)
    SECS-S/04 (Demografia)
    SECS-S/05 (Statistica sociale)
    SPS/05 (Storia e istituzioni delle Americhe)
    SPS/06 (Storia delle relazioni internazionali)
    SPS/07 (Sociologia generale)
    SPS/09 (Sociologia dei processi economici e del lavoro)
    SPS/10 (Sociologia dell'ambiente e del territorio)
    SPS/13 (Storia e istituzioni dell'Africa)
    SPS/14 (Storia e istituzioni dell'Asia)

    9

    Potranno essere inclusi nel conteggio:

    1. crediti acquisiti in esubero rispetto ai 180 previsti dall’ordinamento della laurea triennale, qualora siano stati conseguiti in insegnamenti relativi agli ambiti e ai settori indicati
    2. crediti acquisiti in insegnamenti universitari pertinenti ad ambiti o settori affini a quelli indicati
    3. crediti acquisiti in insegnamenti, che siano pertinenti ad ambiti o settori affini a quelli indicati, facenti parte di piani di studi di corsi di perfezionamento o di alta formazione (master universitari, corsi di specializzazione, etc.) organizzati da Istituzioni universitarie o private di comprovata serietà
    4. eventuali certificazioni linguistiche e/o informatiche e/o esperienze di stage in ambiti o settori universitari affini a quelli indicati, che prevedono il rilascio di crediti eccedenti rispetto ai crediti previsti per il conseguimento della laurea triennale
    5. altre eventuali certificazioni linguistiche e/o informatiche e/o esperienze di stage rilasciate da Istituzioni di comprovata serietà e afferenti ad ambiti e a settori affini a quelli indicati

    Eventuali integrazioni in termini di CFU, necessarie per soddisfare i requisiti curriculari richiesti e da acquisire prima dell’iscrizione al Corso di laurea magistrale e della verifica della preparazione individuale, possono essere ottenute presso qualunque Ateneo, sotto forma di “singoli insegnamenti” in Corsi di studio di I livello. Per le modalità di iscrizione ai “singoli insegnamenti” dell’Università per Stranieri si rimanda all’art. 14 del Manifesto degli studi.

    Il possesso dei requisiti curriculari sarà verificato da parte del Servizio Segreteria Corsi di laurea e Didattica dell’Ateneo (Palazzina Orvieto - Viale Carlo Manuali 9 - 06123 Perugia). Ove necessario, la verifica sarà demandata al docente a ciò delegato. Sono esonerati dalla verifica del possesso dei requisiti curriculari i candidati che hanno conseguito presso l’Università per Stranieri di Perugia una laurea triennale appartenente alla “area didattica e promozione della lingua italiana”.

     

  3. PREPARAZIONE INDIVIDUALE
    La verifica della preparazione personale, obbligatoria per italiani e stranieri, condizionata dal possesso dei prescritti requisiti curriculari, è finalizzata a conoscere il livello di preparazione generale dello studente.
    La verifica, che non ha carattere selettivo, avviene in ingresso tramite un colloquio orientativo e una prova pratica di informatica (v. come si svolge il colloquio).
    I laureandi triennali che intendano accedere ad un corso di laurea magistrale dell’Università per Stranieri possono sostenere il colloquio di verifica della preparazione individuale prima di aver conseguito il titolo triennale se:
    1. possiedono i requisiti curriculari richiesti
    2. prevedono di conseguire il titolo triennale entro febbraio 2017

    La verifica in ingresso non viene effettuata con modalità a distanza.
    Come si effettua l’iscrizione alla verifica
    Gli studenti possono iscriversi alla prova inviando una e-mail all’indirizzo Servizio Segreteria Corsi di laurea e Didattica dell’Ateneo (segreteria.laurea (at) unistrapg.it) con precisato il proprio nome, cognome e il Corso di laurea. In alternativa, i candidati possono iscriversi recandosi personalmente presso il Servizio Segreteria Corsi di laurea e Didattica dell’Ateneo (Palazzina Orvieto - Viale Carlo Manuali 9 - 06123 Perugia.
    Come si svolge la verifica
    I candidati sono tenuti a presentarsi, muniti di un documento di identità in corso di validità, negli orari e nel luogo stabiliti (vedi “Dove si svolge la prova”) per sostenere la prova di ingresso. Per il CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN PROMOZIONE DELL’ITALIA E DEL MADE IN ITALY (PrIMI), la prova è costituita da due parti.

    1a parte
    Gli studenti dovranno sostenere, alla presenza di una apposita Commissione, un colloquio, non selettivo, finalizzato ad accertare il possesso di conoscenze/competenze di base nei seguenti ambiti:
    - linguistica, filologia e letteratura italiana
    - linguistica generale e discipline mediologiche
    - scienze umane, discipline storiche, geografiche, economiche e giuridiche

    2a parte
    Il possesso delle abilità informatiche sarà accertato attraverso una prova al computer per verificare le competenze nell'uso dei principali pacchetti di office automation e la capacità di effettuare ricerche bibliografiche, o di altro tipo, in Internet.
    Risultati della verifica
    Al termine del colloquio, lo studente sarà informato dell’esito dello stesso. L’esito dell’accertamento del possesso delle abilità informatiche sarà pubblicato su questo sito.

    Modalità di recupero e monitoraggio della verifica
    Laddove la verifica evidenzi lacune formative che possano ostacolare una proficua frequenza del corso di Laurea prescelto, gli studenti sono tenuti a svolgere un’attività di recupero tramite lo studio individuale di testi che saranno opportunamente consigliati dai Docenti che compongono la Commissione esaminatrice. La predetta Commissione, inoltre, al termine del colloquio, segnalerà il Docente, e relativo insegnamento, che al momento dell’esame dovrà verificare anche il recupero delle lacune.

    Dove si si svolge la verifica
    Campus universitario, Palazzina Valitutti, viale Carlo Manuali 9 - Perugia.
    20 settembre - 7 ottobre - 2 dicembre:
    - colloquio di verifica ore 8:30
    - accertamento idoneità informatica ore 12:00
    Possono essere previste verifiche successive rispetto alle date sopra indicate entro il mese di febbraio 2017.

  4. POSTI RISERVATI AI CITTADINI NON COMUNITARI RESIDENTI ALL’ESTERO E MADE IN ITALY
    Ai cittadini non comunitari residenti all'estero sono riservati n. 30 posti complessivi, dei quali 15 destinati a cittadini cinesi del Programma Marco Polo.
  5. TASSE E CONTRIBUTI PER L'A.A. 2016-2017
    Per gli importi delle tasse e dei contributi dovuti nonché per il versamento delle relative rate, si rimanda agli articoli 15 e 16 del Manifesto degli studi.
  6. IMMATRICOLAZIONE
    L’immatricolazione dovrà avvenire online secondo le modalità precisate nel Manifesto degli studi:
    - all’art. 9, per gli studenti italiani e stranieri
    - all’art. 10, per gli studenti stranieri residenti all’estero richiedenti visto di studio
    Il modulo di immatricolazione, stampabile al termine della procedura di immatricolazione online, corredato dei documenti richiesti all’articolo 9 del Manifesto degli studi, dovrà pervenire al Servizio Segreteria Corsi di laurea e Didattica (Viale Carlo Manuali 9 - 06123 Perugia) entro il giorno 14 ottobre 2016.
    Si precisa che la procedura di immatricolazione è da ritenersi perfezionata solo dopo che il Servizio Segreteria corsi di laurea e didattica ha ricevuto la documentazione di cui agli artt. 9 e 10 del Manifesto degli studi e ne ha accertato la regolarità.
  7. CALENDARIO DIDATTICO
    Calendario delle lezioni
    I semestre (12 settimane): 3 ottobre 2016 - 23 dicembre 2016
    II semestre (13 settimane): 1° marzo 2017 - 1° giugno 2017
    Sospensione delle lezioni
    Sessione tesi: 15, 16, 17 novembre 2016 - 11, 12, 13 aprile 2017
    Festività pasquali: dal 14 aprile al 18 aprile 2017 (compresi)
    Altri giorni di sospensione: 1° novembre 2016, 8 dicembre 2016 e 25 aprile 2017, 1° maggio 2017.
  8. INFORMAZIONI
    Servizio Segreteria Corsi di laurea e Didattica
    Palazzina Orvieto - Viale Carlo Manuali 9 - 06123 Perugia
    Telefono + 39 0755746650-651-653-757
    Fax: +39 0755746652
    E-mail: segreteria.laurea (at) unistrapg.it
    PEC: protocollo (at) pec.unistrapg.it
  9. Orario di apertura al pubblico:
    Mattina: dal lunedì al venerdì ore 10:00-13:00
    Pomeriggio: lunedì e giovedì ore 15:30-17:00
  10. PIANO DI STUDI
    Il corso di laurea magistrale in Promozione dell’Italia e del Made in Italy, di durata biennale, prevede le seguenti attività formative, per un totale di 120 CFU (Crediti Formativi Universitari):
    - piano di studi

Art. 46 MASTER UNIVERSITARI

Il Master universitario è un titolo accademico che attesta particolari conoscenze o competenze in un determinato campo di studio o in un'attività professionale, rilasciato da un'università a chi ha seguito uno specifico corso di studi. Non va confuso con il Master's degree dei paesi anglosassoni, che è una vera e propria laurea, di secondo livello (vi si accede dopo aver conseguito una Bachelor's degree), equivalente alla laurea magistrale italiana. Le differenze emergono chiaramente dalla normativa del Processo di Bologna: almeno 120 ECTS, due anni di durata e la stesura di una tesi finale per la laurea magistrale/master's degree, contro il minimo di 60 ECTS e almeno un anno di durata previsti nell'ordinamento italiano per un master universitario. Un'ulteriore differenza risiede nel fatto che il Master universitario, di primo o di secondo livello, non consente l’accesso a corsi di Dottorato di ricerca e di terzo ciclo, perché il corso non ha ordinamento didattico nazionale e il titolo è rilasciato sotto la responsabilità autonoma dei singoli istituti. Il livello di un master è variabile a seconda della legislazione dei vari paesi, inoltre, vari livelli possono coesistere all'interno di uno stesso paese; ad esempio, la legislazione italiana prevede master di I e di II livello:

  1. per accedere ad un master di 1° livello è necessario essere in possesso di una laurea triennale o titolo straniero ritenuto equivalente
  2. per accedere ad un master di 2° livello il titolo necessario è la laurea magistrale (o specialistica) o titolo straniero ritenuto equivalente

Con le lauree quadriennali del vecchio ordinamento (Lauree facenti riferimento alla normativa pre DM 509/1999) e le lauree specialistiche di cui al DM 509/1999 si può accedere sia ai master di 1° livello che a quelli di 2° livello. I master di 1° livello sono multidisciplinari, mentre i master di 2° livello sono indirizzati alla massima specializzazione.
Per ciascun Master organizzato dall’Università, su questo sito viene pubblicato il relativo bando di ammissione in cui, di norma, vengono riportate informazioni relative a:

  • Obiettivi formativi, sbocchi professionali e spendibilità del titolo
  • Posti disponibili e durata del Master
  • Requisiti di ammissione, modalità di presentazione della domanda di partecipazione/ammissione e procedura di selezione
  • Titoli, valutazione e graduatoria
  • Immatricolazione dei candidati ammessi, subentri, etc.
  • Contributi di iscrizione ed eventuali borse di studio
  • Piano degli studi e crediti formativi
  • Metodologia didattica, verifiche e prove finali
  • Responsabile del procedimento

Domanda di partecipazione/ammissione

La domanda di ammissione va presentata direttamente all’Università secondo quanto precisato nei singoli bandi. Alla stessa va unita, sempre con le modalità precisate nei bandi, la documentazione richiesta ed utile ai fini della procedura di selezione. I cittadini stranieri non comunitari residenti all’estero (richiedenti visto) devono presentare la domanda di partecipazione direttamente all’Università, unitamente a copia del titolo accademico equiparabile per livello, natura, contenuto e diritti accademici (accesso ad ulteriori corsi) al titolo accademico italiano richiesto per l’accesso al Master prescelto e alla documentazione precisata nel bando seguendo le procedure ed entro i termini previsti dai bandi. Tale procedura è applicabile anche nel caso di Master organizzati dall’Università in collaborazione con Enti pubblici o privati.

Le Rappresentanze diplomatiche italiane concedono un visto di ingresso di breve durata (Visto Schengen Uniforme - VSU) laddove il candidato debba partecipare a prove di ammissione in presenza, che hanno luogo con molto anticipo rispetto all’inizio dei corsi. In tale evenienza, successivamente la Rappresentanza rilascerà al candidato, rientrato nel proprio Paese dopo aver sostenuto le prove con esito favorevole, un nuovo visto di ingresso per studio, in coerenza con l’inizio e la durata del corso. Per i visti di breve durata si applicano le disposizioni generali di cui alla normativa Schengen che disciplina il rilascio dei visti di breve durata (visto Schengen uniforme - VSU), sia esso richiesto per studio o per turismo.

La valutazione dei titoli, ai fini della ammissione ai master universitari, è di esclusiva competenza delle Università.

Iscrizione dei candidati ammessi ai Master universitari

La domanda di iscrizione, da presentare entro la scadenza precisata nei bandi, dovrà essere consegnata, debitamente compilata e munita di marca da bollo di Euro 16,00, alla Segreteria Corsi di laurea e Didattica dell’Ateneo.

La domanda di iscrizione è una forma di autocertificazione ed è realizzata secondo la normativa vigente in materia (D.P.R. 445/2000). Si richiama pertanto, ai sensi degli artt. 46 e 47 del suddetto D.P.R., l’attenzione dello studente sulle responsabilità cui può andare incontro in caso di dichiarazioni mendaci o di esibizione di atti falsi o contenenti dati non rispondenti a verità, nonché sulle sanzioni previste dal codice penale e dalle leggi speciali in materia, richiamate dall’art. 75 e 76 del D.P.R. 445/2000 per le ipotesi di falsità in atti e dichiarazioni mendaci (L. n.15/1968, D.P.R. n.403/1998 e art. 495 C.P.).

Alla predetta domanda di iscrizione, nella quale lo studente deve precisare oltre ai propri dati anagrafici il titolo di studio già conseguito utile per l’accesso al Master e l’inesistenza di una contemporanea iscrizione ad altre università e corsi di studio universitari (v. Art. 8 del presente Manifesto) va allegata la seguente documentazione:

  1. la ricevuta del versamento della prima rata della tassa di iscrizione. Il versamento dovrà essere effettuato con le modalità e scadenze precisate nei singoli bandi di ammissione
  2. due fotografie formato tessera identiche
  3. copia di un documento di riconoscimento in corso di validità
  4. n. 2 marche da bollo del valore vigente (16,00 Euro) da apporre sulla domanda di iscrizione e sulla pergamena (I cittadini stranieri residenti all’estero potranno produrle all’arrivo a Perugia) che sarà rilasciata al termine del corso

L’Università si riserva la facoltà di effettuare controlli, anche a campione, per accertare la veridicità delle dichiarazioni rese.

I cittadini stranieri non comunitari residenti all’estero (richiedenti visto) alla domanda di iscrizione dovranno aggiungere:

  1. il titolo di studio utile per l’accesso in originale o certificato sostitutivo a tutti gli effetti di legge (legalizzato dalla Rappresentanza diplomatica italiana)
  2. la traduzione in lingua italiana del titolo prodotto (traduzione confermata dalla Rappresentanza diplomatica italiana)
  3. la dichiarazione di valore rilasciato dalla rappresentanza diplomatica italiana nel Paese in cui il titolo è stato conseguito
  4. se previsto, il prescritto permesso di soggiorno (non sarà accolta la domanda di iscrizione di cittadini stranieri non in regola con le norme relative al soggiorno in Italia)

L’iscrizione, tuttavia, resta subordinata alla valutazione della idoneità del titolo di studio da parte dell’Università ai soli fini dell’iscrizione e del superamento degli eventuali esami di ammissione.

Le Rappresentanze diplomatico-consolari, tenuto conto della tempistica prevista per l’inizio dei corsi di Master, dell’accettazione dell’Università che dovrà specificare se il corso richiesto sia un master di primo o di secondo livello ed effettuati gli atti consolari di competenza relativamente ai titoli di studio, concedono un visto d’ingresso per motivi di studio di validità correlata a quella del corso che lo studente intende seguire, nei seguenti casi:

  • laddove non siano previste prove di ammissione
  • nel caso in cui le predette prove si svolgano con modalità non richiedenti la presenza fisica in Italia (per esempio online o mediante intervista telefonica), dietro presentazione di documentazione rilasciata dalle Università, attestante il superamento delle stesse

Per l’accesso ai diversi corsi di formazione post-lauream (scuole di specializzazione, dottorati di ricerca, master universitari), può essere rinnovato, alla luce della previsione contenuta nel D.P.R. n. 394/1999, ultima parte del comma 4 dell’articolo 46, il permesso di soggiorno per motivi di STUDIO, rilasciato per la frequenza di corsi singoli, purché gli stessi siano necessari per la frequenza dei corsi post-lauream (tale necessità deve essere certificata dall’Ateneo prescelto).

I cittadini italiani con titolo estero, cittadini dell’Unione Europea ovunque residenti e cittadini non dell’Unione Europea regolarmente soggiornanti in Italia di cui all’art. 39, comma 5, del decreto legislativo n. 286/1998, come modificato dall’art. 26 della legge 30 luglio 2002, n. 189 “modifica alla normativa in materia di immigrazione ed asilo” ai fini dell’iscrizione, devono produrre la documentazione di cui ai precedenti punti 1), 2), 3) e 4)

Riferimenti:
Dipartimento di Scienze Umane e Sociali
Palazzina Valitutti, Viale Carlo Manuali 3, 06123 Perugia
Tel. +39 075 57 46 662
Fax +39 075 57 46 703
E-mail: dipartimento (at) unistrapg.it, master (at) unistrapg.it
PEC: protocollo (at) pec.unistrapg.it

Art. 47 DOTTORATI DI RICERCA

Il dottorato di ricerca è un titolo accademico italiano post lauream, corrispondente al terzo ciclo dell'istruzione superiore. È stato introdotto nel sistema universitario italiano nel 1980 e rappresenta il massimo grado di istruzione universitaria, come dettato dal Processo di Bologna. Nei paesi anglofoni il titolo corrisponde a "Doctor of Philosophy" (Ph.D. o PhD). Ciascun corso di dottorato ha un proprio collegio dei docenti e un coordinatore. In molte università i corsi di dottorato sono organizzati all'interno di specifiche "scuole di dottorato". Il titolo Ph.D. estero non è automaticamente riconosciuto in Italia. Infatti, come recita l'art. 170 del regio decreto 31 agosto 1933 n. 1592, "I titoli accademici conseguiti all’estero non hanno valore legale in Italia". Essi, pertanto, possono assumere valore legale ed essere validamente utilizzati solo previo riconoscimento da parte del Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca.
Ammissione
L'ammissione ai corsi di dottorato di ricerca si ottiene mediante concorso, bandito autonomamente dalle singole università. Almeno la metà dei posti messi a concorso è coperta da una borsa di studio con retribuzione variabile a seconda dell'ente erogante, interno o esterno. I requisiti di ammissione al concorso e le modalità dello stesso sono stabiliti autonomamente dalle singole università, come pure denominazioni e contenuti dei corsi stessi.
La durata del corso di dottorato di ricerca è generalmente di tre anni accademici.
Al termine di ogni anno si viene ammessi all'anno successivo previa relazione favorevole del Collegio dei docenti, e il corso si conclude con una dissertazione presentante una ricerca originale, nota come "tesi di dottorato".
Il dottorato di ricerca, oltre che finalizzato a fornire una preparazione avanzata nell'ambito della ricerca scientifica del settore cui fa riferimento, ha come primo scopo quello di sviluppare nel dottorando di ricerca l'autonomia scientifica indispensabile per chi intende intraprendere un'attività professionale di ricerca, in ambito accademico e no.
Qualifica accademica
La qualifica accademica di "dottore di ricerca", spettante a chi ha conseguito un dottorato, è corrispondente al titolo di Philosophiæ Doctor (PhD) previsto nei paesi anglofoni, ed a titoli analoghi presenti in altri paesi.
Riferimenti normativi
I corsi di dottorato di ricerca sono disciplinati dalle seguenti normative:

  1. Legge n° 341/1990;
  2. Legge n° 210/1998, art.4;
  3. Decreto MURST 30/4/99 n. 224, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 162 del 13 luglio 1999.
  4. Legge n° 240/2010, art. 19, (Disposizioni in materia di dottorato di ricerca).

Riferimenti:
Dipartimento di Scienze Umane e Sociali
Palazzina Valitutti, Viale Carlo Manuali 3, 06123 Perugia.
Tel. 075 57 46 656
Fax 075 57 46 703
Email: dipartimento (at) unistrapg.it
PEC: protocollo (at) pec.unistrapg.it