Lingua e cultura italiana (LiCI)

Il corso di laurea triennale LiCI è progettato per studenti che desiderino divulgare in Italia e all'estero la cultura la lingua italiana nei suoi vari aspetti, sia sincronici che diacronici, in scuole e in istituzioni di ogni ordine e grado. L'interesse sempre più vasto verso la verso la cultura italiana e lingua italiana (una delle lingue più studiate nel panorama europeo e internazionale) può offrire interessanti occasioni di lavoro sia in Italia che all’estero. A tal fine il corso offre una formazione di base nei diversi campi del sapere umanistico (linguistico, filologico, storico, letterario, geografico, artistico), un’approfondita conoscenza della lingua italiana sotto il profilo grammaticale, storico, sociolinguistico e pragmatico, e una conoscenza di base nel campo della glottodidattica.

Il corso si articola in due indirizzi che, attraverso un percorso in gran parte comune, sono volti alla formazione di figure professionali che operano in settori in costante sviluppo, quello dell’insegnamento della lingua italiana come lingua non materna e quello della promozione della lingua e della cultura italiana in Italia e all’estero. Questi settori sono strettamente connessi e negli ultimi anni (in conseguenza dell’intensificarsi delle migrazioni) hanno assorbito personale dotato di specifica formazione sia nell'ambito del sistema scolastico statale, sia in organismi pubblici e privati che si occupano di favorire l'inserimento di lavoratori stranieri in Italia e di promuovere il mantenimento delle radici culturali italiane delle generazioni emigrate all'estero.

L’indirizzo dedicato all’insegnamento privilegia lo studio della lingua italiana in tutti i suoi aspetti e mira a formare futuri docenti di italiano lingua non materna, capaci di collaborare alla progettazione e alla realizzazione di percorsi formativi, svolgere attività in classe per lo sviluppo della abilità nella comunicazione orale e scritta e, più in generale, insegnare aspetti della cultura e della civiltà italiana. Il percorso di studi prevede l’acquisizione di una parte dei crediti formativi negli specifici settori scientifico-disciplinari richiesti per l’accesso alla classe di abilitazione per l’insegnamento dell’italiano a stranieri nella scuola pubblica italiana (classe A-23, Lingua italiana per discenti di lingua straniera). Il laureato potrà acquisire gli ulteriori crediti necessari per l’accesso alla classe di abilitazione proseguendo il proprio percorso di studi con un corso di laurea magistrale di durata biennale.

L’indirizzo dedicato alla promozione della lingua e della cultura italiana privilegia lo studio della cultura italiana nel suo complesso ed è dedicato alla formazione di figure professionali in grado di promuovere la lingua e la cultura italiana in Italia e all’estero. Il percorso prevede l’acquisizione delle competenze necessarie per: collaborare a campagne di promozione della lingua e della cultura italiana rivolte al pubblico straniero, sia in Italia, sia all'estero; fornire assistenza per la realizzazione di corsi di lingua italiana non materna;
sviluppare e mantenere rapporti con enti o organizzazioni che promuovano la lingua e la cultura italiana all'estero; collaborare come consulenti presso istituzioni estere che organizzano attività culturali o operano nel campo della cooperazione e dei rapporti internazionali. Per questo il CdS integra lo studio di almeno una lingua europea con lo studio di una lingua distante (cinese, giapponese, arabo).


Un valore aggiunto: le doppie lauree

Iscrivendosi al corso LiCI gli studenti potranno avvalersi del percorso formativo integrato di doppia laurea con l'Université de la Lorraine (Nancy) al termine del quale gli studenti conseguono un doppio titolo: la Laurea in Lingua e cultura italiana (indirizzo insegnamento), rilasciata dall'Università per Stranieri di Perugia, e la Licence LLCER – Langues, Littératures, Civilisations Etrangères et Régionales, Parcours Italien, Option Métiers de l’enseignement, rilasciato dall'Université de la Lorraine (Nancy). Gli studenti di prima iscrizione presso l’Università per Stranieri di Perugia trascorreranno un periodo di mobilità presso la sede dell'Université de la Lorraine a Nancy.

Obiettivi formativi
  • acquisire una conoscenza approfondita della lingua e della cultura italiana attraverso un approccio interdisciplinare
  • approfondire la conoscenza della storia dell’arte e della letteratura italiana e dei relativi influssi sulla cultura europea
  • sviluppare una formazione di carattere metodologico, teorico e critico negli studi filologici e linguistici di area italiana e romanza
  • acquisire la conoscenza di fenomeni storici internazionali con particolare attenzione all’Italia
  • conoscere la lingua come oggetto di indagine empirica e i suoi livelli di strutturazione (fonetico, morfologico, sintattico e semantico)
  • sviluppare competenze nell’ambito della glottodidattica e della comunicazione interculturale
  • sviluppare un adeguato metodo di analisi critica di fatti/testi storico-letterari e opere artistiche
  • acquisire la conoscenza dell’inglese e dello spagnolo e di una lingua extraeuropea a scelta

Sbocchi professionali

Il laureato potrà operare nell’ambito dell’insegnamento e della promozione della lingua e della civiltà italiana e della mediazione linguistico-culturale, nonché nell’ambito dei beni culturali e della cooperazione internazionale. Contesti lavorativi di riferimento saranno istituzioni scolastiche e universitarie all’estero, sedi diplomatiche italiane, istituzioni e imprese che operano a livello transnazionale, nonché aziende, enti locali, associazioni e organismi non-profit in Italia.

Il laureato potrà ricoprire diversi ruoli:

  • insegnante d’italiano come lingua non materna in enti privati in Italia e in istituzioni pubbliche e private all’estero
  • esperto linguistico di supporto alla didattica
  • mediatore linguistico-culturale in scuole pubbliche e private in Italia e all’estero
  • consulente presso istituzioni impegnate nella promozione della lingua e della cultura italiana


La Laurea è conseguita al termine del Corso di Laurea. A coloro che conseguono la Laurea compete il titolo di dottore (Art. 4 Regolamento didattico di Ateneo).

In base alla convenzione stipulata con l’Università della Lorena (Francia), è attivato anche un percorso di doppio diploma, che prevede il conseguimento sia della laurea LiCI, rilasciata dall’Università per Stranieri di Perugia, sia della Licence (MEEF) rilasciata dall’Università della Lorena (sede di Nancy).