Studi internazionali per la sostenibilità e la sicurezza sociale

mano che regge una lampadina contenente il pianeta terra

Presentazione del corso del prof. Valerio De Cesaris

Intervista del prof. Valerio De Cesaris al TgR Umbria del 29 giugno 2020

Questo corso di laurea, strutturato in chiave transdisciplinare e caratterizzato da un elevato grado di internazionalizzazione, è preordinato all'approfondimento del tema della sostenibilità, declinato nelle sue classiche tre dimensioni della sostenibilità in ambito economico, ambientale e sociale, conformemente ai principi guida elaborati dalle Nazioni Unite (Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile).

L'ambito della sostenibilità sociale è oggetto di particolare indagine, con l'obiettivo di fornire un bagaglio di conoscenze idonee a consentire sia l'immediato esercizio in autonomia di molteplici funzioni in contesti istituzionali e del privato sociale, sia il proseguimento della formazione specialistica negli ambiti della cooperazione allo sviluppo, nei settori della tutela dei diritti umani e della difesa dell'ambiente, della diplomazia e delle relazioni internazionali.

La prospettiva internazionale e transdisciplinare di questo corso consente agli studenti di conoscere e comprendere le sfide della sostenibilità a livello internazionale, nazionale e locale, attraverso l'approfondimento dei suoi aspetti ambientali, sociali, economici e politici.

La rete di istituzioni e partner direttamente coinvolti all'interno del corso, inoltre, offre agli studenti iscritti diverse possibilità di soggiorni all'estero ed esperienze professionalizzanti in ambito internazionale, attraverso stage e tirocini.

Il corso è internazionale anche nel piano di studi e offre agli studenti la possibilità di seguire molti insegnamenti e laboratori in lingua inglese. Il corso offre prospettive di occupazione in un'ampia gamma di ambiti professionali, attraverso un modello educativo innovativo che coniuga formazione, ricerca, esperienza pratica, internazionalizzazione ed innovazione.

 

Obiettivi formativi
  • far acquisire al laureato la conoscenza delle discipline dello sviluppo, della cooperazione, del mutamento sociale e politico
  • fornire un'adeguata cognizione dei fenomeni della globalizzazione, delle dinamiche interculturali e di genere e delle componenti antropologiche, sociali, culturali e istituzionali dello sviluppo, anche a livello locale
  • garantire il corretto utilizzo, oltre che dell'italiano, di almeno due lingue straniere (inglese e spagnolo), in forma scritta e orale
  • possedere adeguate competenze e strumenti per la comunicazione e la gestione dell'informazione a livello internazionale
  • acquisire soft skills consistenti specificamente sia nella capacità sviluppare dinamiche di lavoro di gruppo, anche in ambiti e contesti internazionali, sia la capacità di elaborazione e di macro­progettazione, anche su scala internazionale

Sbocchi professionali

In considerazione delle principali tematiche affrontate, questo corso prepara all'inserimento in pubbliche amministrazioni, nelle istituzioni educative, nell'ambito di organizzazioni internazionali, istituzionali, non governative e del terzo settore, a livello locale e/o internazionale, che operano nel settore della tutela dei diritti fondamentali, della cooperazione allo sviluppo, sociale e culturale, delle relazioni internazionali.

Il percorso di studi coniuga l'acquisizione di conoscenze e metodologie fondamentali nei vari campi delle scienze antropologiche e sociali applicate alla sostenibilità, con l'acquisizione di abilità trasversali e lo svolgimento di attività esterne, come tirocini professionali che costituiscono parte integrante e obbligatoria della formazione.

Le posizioni offerte agli studenti più meritevoli includono, tra le altre, alcuni enti ed istituzioni di particolare prestigio, come l'Unesco, la Comunità di Sant'Egidio, l'International Committee of the Red Cross, l'UNICEF.

Una capillare rete di consolidate collaborazioni con enti pubblici e privati ed istituti universitari esteri consente la predisposizione di mirati percorsi di studio all'estero e mobilità internazionale, funzionali all'approfondimento dei principali settori in cui si articola il corso, anche nel quadro di accordi interuniversitari.


La laurea è conseguita al termine del corso di laurea. A coloro che conseguono la laurea compete il titolo di dottore (Art. 4 Regolamento didattico di Ateneo).


#ACCADEalSISS

Eventi promossi nell’ambito del corso Studi internazionali per la sostenibilità e la sicurezza sociale.

Ripensare le città: verso un nuovo antropocentrismo
Chiara Biscarini intervista Stefano Boeri

L'Europa e il multilateralismo di fronte alla crisi
Mario Giro dialoga con Enrico Letta

L'economia italiana fra la crisi del Covid-19 e le sfide dello sviluppo sostenibile
Filippo Sbrana intervista Carlo Cottarelli