Requisiti d'ammissione al Corso di laurea magistrale in Traduzione e Interpretariato per l’Internazionalizzazione dell’Impresa

Sono ammessi al corso:

  • i laureati delle classi L-11 e L-12 (ex-DM 270), delle classi 3 e 11 (ex-DM 509), dei vecchi quadrienni delle lauree in Lingue e letterature straniere (moderne)
  • coloro che sono in possesso di un Diploma Universitario per Traduttori e Interpreti riconosciuto equipollente alla laurea di classe 3 e gli studenti in possesso di lauree equipollenti conseguite presso università straniere, la cui carriera attesti lo studio articolato su un triennio (per un totale minimo di 18 CFU) di due delle lingue di specializzazione attive sul Corso di Laurea Magistrale e precisamente: francese, inglese, spagnolo, russo, tedesco
  • i laureati di altre classi (del nuovo ordinamento ex-DM 270, di quello previgente ex-DM 509, delle vecchie lauree quadriennali e di Università estere), che abbiano acquisito complessivamente almeno 39 CFU nei settori scientifico disciplinari delle discipline economiche (SECS-P/***), giuridiche (IUS/***), storico-geografiche (M-STO/*** e M-GRR/***), di scienze del linguaggio e di scienze glottodidattiche (L-LIN/01, L-LIN/02, L-FIL-LET/12, M-FIL/05, SPS/08), delle letterature e delle lingue straniere (L-LIN/03 e seguenti) e della Letteratura italiana (L-FIL-LET/10 e 11) e che possano attestare con apposite certificazioni internazionali o dimostrare, superando una apposita prova, competenze linguistiche pari al livello B2 per inglese e B1 per spagnolo, francese, tedesco e russo

Gli studenti di madrelingua diversa dall'italiano che non siano in possesso di un diploma di laurea conseguito in Italia dovranno dimostrare, superando una apposita prova, di possedere competenze di lingua italiana a livello B2.
Le prove del possesso delle competenze linguistiche precederanno in ogni caso l'iscrizione al corso e verranno allestite appositamente dalle sezioni linguistiche interessate.


Modalità di ammissione

L'ammissione al corso dovrà avvenire nel rispetto di quanto precisato nel Manifesto degli studi e, per gli studenti stranieri richiedenti visto, nel rispetto delle disposizioni MIUR.

Per accedere al corso gli studenti devono:

  1. essere in possesso della Laurea o del Diploma universitario di durata triennale o di altro titolo di studio conseguito all'estero, riconosciuto idoneo
  2. essere in possesso dei requisiti curriculari
  3. sostenere in ingresso una prova orientativa, non selettiva, di verifica della personale preparazione. L'accesso alla prova è condizionato dal possesso dei prescritti requisiti curriculari

Preparazione individuale

La verifica della preparazione personale, obbligatoria per italiani e stranieri, condizionata dal possesso dei prescritti requisiti curriculari, è finalizzata a conoscere il livello di preparazione generale dello studente attraverso un colloquio orientativo.

Per accedere al corso gli studenti dovranno sostenere, alla presenza di una apposita commissione, una prova non selettiva finalizzata ad accertare il possesso di conoscenze/competenze di base nei seguenti ambiti:

  • lingue straniere (con particolare attenzione per le competenze traduttive)
  • linguistica
  • scienze umane, discipline storiche, economiche e giuridiche

Laddove le prove evidenzino lacune formative che possano limitare una proficua frequenza del corso di laurea prescelto, gli studenti sono tenuti a svolgere un'attività di recupero opportunamente consigliata dai docenti che compongono la commissione esaminatrice. La commissione, inoltre, al termine della prova, segnalerà il docente, e relativo insegnamento, che prima dell'inizio della vera e propria prova di esame, verificherà il recupero delle lacune.

 

Posti riservati ai cittadini non comunitari residenti all'estero

A cittadini non comunitari residenti all'estero sono riservati n. 30 posti di cui 10 destinati a cittadini cinesi del Progetto “Marco Polo”.

Gli studenti cinesi inseriti nel Progetto “Marco Polo”, dovranno presentare una certificazione linguistica di livello B2 conseguita in Italia al termine di un corso di lingua italiana di durata semestrale.

Tutti gli altri cittadini non comunitari residenti all'estero, dovranno superare la prova di conoscenza della lingua italiana che si svolgerà presso l'Università per Stranieri di Perugia il 1° settembre 2017.