All’Università per Stranieri di Perugia la presentazione del libro di Marco Impagliazzo "Il martirio degli Armeni. Un genocidio dimenticato”

L’evento è in programma mercoledì 13 maggio, ore 16.30, nella Sala Goldoni di Palazzo Gallenga, Università per Stranieri di Perugia

11 Maggio 2015

Si terrà mercoledì 13 maggio, ore 16.30, presso la Sala Goldoniana dell'Università per Stranieri di Perugia la presentazione la presentazione del libro di Marco Impagliazzo "Il martirio degli Armeni. Un genocidio dimenticato”.
È stato il primo genocidio del Novecento. Più di un milione di armeni cristiani dell’Impero ottomano sono stati uccisi, in massacri e marce della morte, durante la Prima guerra mondiale, a partire dal 1915, esattamente cento anni fa. Ritorsione per la collaborazione con la Russia nemica o attuazione di un disegno nazionalista, per il quale la nuova Turchia doveva essere etnicamente e religiosamente omogenea, tutta turca e tutta musulmana? Sempre negato da parte turca, il genocidio degli armeni è stato dimenticato per decenni. Di recente, nuove indagini e ricerche hanno fatto luce su una vicenda tragicamente moderna e fornito risposte a domande importanti.
L’opera di Marco Impagliazzo, uno dei primi storici italiani ad occuparsi della questione armena, si rivolge in particolare ai giovani e ai lettori che vogliono conoscere, comprendere, ricordare. Professore ordinario di Storia contemporanea nell’Università per Stranieri di Perugia e Presidente della Comunità di Sant’Egidio, Marco Impagliazzo è studioso della Chiesa cattolica nel XIX e XX secolo e, più in generale, del fenomeno religioso in Europa e dei rapporti tra Cristianesimo, Ebraismo e Islam nel Mediterraneo in epoca contemporanea.
Si è occupato, tra i primi in Italia, della "questione armena” nell’Impero ottomano durante la Prima guerra mondiale.
​Sono intervenuti sul tema Marco Brunacci, Direttore Il Messaggero Umbria, Augusto D’Angelo Università La Sapienza, Roberto Giuffrida Università per Stranieri di Perugia, Luciano Tosi Università degli Studi di Perugia.