ALL’UNIVERSITÁ DI HIROSHIMA NASCE UN PROGETTO INTERNAZIONALE DI STUDI SULLA PACE CHE COINVOLGE ANCHE LA STRANIERI DI PERUGIA

La proposta di formare un network accademico per inviare ad Hiroshima studenti da tutto il mondo a “studiare” pace e non violenza è stata formulata oggi dal rettore dell’ateneo nipponico Ochi Mitsuo al rettore De Cesaris

5 luglio 2024

Una delegazione della Hiroshima University, guidata dal rettore Ochi Mitsuo, ha fatto visita oggi al suo omologo dell’Università per Stranieri di Perugia, Valerio De Cesaris. Ad accompagnare gli accademici nipponici era il prof. Giuliano Cerulli, che condivide con il rettore giapponese la professione di ortopedico e vi è legato da lunga amicizia.
Motivo della visita è stato la presentazione del progetto Peace Iniziative, promosso dalla Hiroshima University in occasione del suo 75° anno di attività, e relativo alla creazione di un network accademico internazionale finalizzato a far frequentare agli studenti degli atenei partner corsi di studio sulla cultura del peace keeping e della risoluzione non violenta di conflitti e controversie. Il rettore De Cesaris ha espresso apprezzamento per la proposta ed ha aderito con convinzione a questo progetto che ha definito “molto consonante” con la storia e la missione della Stranieri, ateneo da sempre impegnato a promuovere l’inclusione, la cultura della non violenza e del dialogo tra le popoli diversi.
Nel loro incontro i due rettori hanno anche posto le basi per la stipula di un protocollo d’intesa tra i due atenei e vagliato le prime ipotesi di attività progettuali in partenariato.