Parte il primo corso di alta formazione per mediatori culturali

Domani, giovedì 14 gennaio, conferenza di presentazione, alle ore 11:00, presso l’Aula Magna di Palazzo Gallenga, Università per Stranieri di Perugia

13 Gennaio 2016

L’immigrazione, da tempo al centro del dibattito nazionale ed europeo, non può essere ridotta a materia di scontro ideologico e politico. Si tratta al contrario di una chance in più per la nostra società a partire dal significativo calo demografico a cui assistiamo da anni nel nostro Paese.
Il primo corso di “Alta Formazione per Mediatori europei per l’intercultura e la coesione sociale” si pone l’obiettivo di valorizzare la presenza di stranieri ormai “nuovi italiani” per puntare sull’integrazione come una delle chiavi che aprono al futuro la nostra società.
Il corso - primo del genere a livello nazionale - promosso dalla Comunità di Sant’Egidio, dall’Università per Stranieri di Perugia e dal Ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca verrà inaugurato domani con una conferenza di presentazione.
Il Rettore dell’Università per Stranieri di Perugia prof. Giovanni Paciullo aprirà i lavori coordinati dal prof. Valerio De Cesaris, direttore del corso. A seguire gli interventi del prof. Marco Impagliazzo, Università per Stranieri di Perugia e di Daniela Pompei, Comunità di Sant’Egidio. Le conclusioni sono affidate al sottosegretario di Stato del Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca Davide Faraone.