Per una storia dell’opera italiana tra la fine dell’Ottocento e il XXI secolo

Dettaglio della locandina

Walter Zidarič- Università di Nantes

da Mercoledì, 10 Maggio 2017 a Giovedì, 18 Maggio 2017
Campus di viale Carlo Manuali

MERCOLEDÍ 10 MAGGIO 2017, ORE 16:00-18:00
PALAZZINA VALITUTTI, SALA DOCENTI

Nerone

(Mascagni-Targioni-Tozzetti, Milano, 1935)

Dal dramma di Pietro Cossa, nel contesto della presa di Roma (1870), al tentativo fallito da parte di Mascagni di recuperare la romanità per produrre un’opera “fascista”


GIOVEDÍ 11 MAGGIO 2017, ORE 16:00-19:00
PALAZZINA LUPATTELLI, AULA 1/A

La Lupa

(Tutino-Di Leva, Livorno, 1990)

Dal verismo letterario di fine 800 al neo-Romanticismo musicale di fine 900: la riscrittura in chiave contempora- nea del dramma verghiano ore 19:00-20:00 approfondimenti e discussione


LUNEDÍ 15 MAGGIO 2017, ORE 14:00-16:00
PALAZZINA VALITUTTI, AULA A

Perelà uomo di fumo

(Pascal Dusapin, Parigi, 2003)

Il “Codice di Perelà” di Palazzeschi: il romanzo futurista sulla scena operistica francese, ovvero l’opera transnazionale


GIOVEDÍ 18 MAGGIO 2017, ORE 16:00-19:00
PALAZZINA LIPATTELLI, AULA 1/A

Lars Cleen: lo straniero

(Rosato- Zidaric, Helsinki, 2015)

Scrivere un’opera in italiano nel XXI secolo a partire da una fonte letteraria italiana, ovvero l’universalità della scrittura di Pirandello

ore 19:00-20:00
approfondimenti e discussione


La frequenza al corso, che si articola complessivamente in 20 ore, fornisce 3 crediti.
Alla fine del corso è prevista una prova d’esame.
Possono accedervi studenti dei Corsi di Laurea Mecproce, Primi, Itas e, con l’autorizzazione dei Presidenti dei Corsi di Laurea, studenti di altri percorsi curricolari del Dipartimento di Scienze umane e sociali.