Dottorato di ricerca in Scienze linguistiche, filologico-letterarie e politico-sociali

Anno accademico 2022-2023

giovani donne in classe

Bando pubblico concorso, per titoli ed esami, per l’ammissione al corso di Dottorato di ricerca in Scienze linguistiche, filologico-letterarie e politico-sociali, XXXVIII ciclo A.A. 2022-2023

Il corso di Dottorato in Scienze Linguistiche, Filologico-Letterarie e Politico-Sociali è articolato in tre curricula che valorizzano i principali ambiti di ricerca dell'Ateneo, a partire dai settori che ne definiscono la vocazione storica riguardante l'insegnamento e la promozione della lingua e della cultura italiana nel mondo.

Il primo curriculum mira ad offrire un programma di formazione specializzata nelle aree della linguistica descrittiva ed applicata e della didattica delle lingue moderne attraverso un approccio critico e interdisciplinare. A ciò si aggiungono, nel secondo curriculum, le indagini riguardanti la tradizione linguistica, testuale e letteraria italiana dalle origini alla contemporaneità. L'ambito filologico completa il secondo curriculum con lo studio delle tradizioni testuali anche paraletterarie, documentarie ed editoriali. Il terzo curriculum recupera la tradizione della diplomazia culturale italiana inserendola nel contesto della politica contemporanea. Le scienze sociali e politologiche aggiungono al progfetto dottorale i temi delle relazioni internazionali, della cooperazione allo sviluppo e del dialogo interculturale attraverso lo studio delle dinamiche transnazionali e delle crisi internazionali.

Obiettivi formativi
  • valorizzare i principali filoni di ricerca dell'Ateneo
  • favorire il confronto di esperienze scientifiche di modelli teorici e metodologie di diversa provenienza disciplinare e professionale
  • formare ricercatori di alta qualificazione in ciascuno dei tre curricula e metterli in grado di utilizzare i più aggiornati strumenti per la ricerca scientifica e di operare efficacemente nel contesto nazionale e internazionale

Al termine del corso di dottorato gli studenti dovranno essere in grado di:

  • conoscere i principali generi di scrittura e divulgazione connessi alla ricerca e comprendere gli approcci teorici e le metodologie su cui si fondano le discipline dei tre curricula
  • impiegare gli strumenti analitici e di ricerca empirica propri delle discipline di riferimento per rispondere a domande innovative provenienti dal mondo delle professioni e inserirsi in reti di ricerca internazionali
  • saper applicare conoscenze e capacità di comprensione con riferimento agli strumenti necessari per inviare articoli a riviste scientifiche, sottoporre progetti di ricerca a commissioni scientifiche, presentare in pubblico i risultati della ricerca

Sbocchi occupazionali e professionali

Il Dottorato favorisce l'accesso alla carriera accademica, anche grazie alla partecipazione a progetti di ricerca con università nazionali e internazionali, attivi nell'Ateneo. Esso fornisce inoltre competenze specifiche che possono essere messe a frutto in diversi settori della P.A. e delle società di servizi private, nelle seguenti attività professionali:

  • promozione linguistica e culturale in enti pubblici e privati (centri di cultura italiana; società di organizzazione e gestione di eventi culturali, enti del turismo nazionali e internazionali)
  • progettazione e gestione di archivi e banche dati e realizzazione di progetti educativi e linguistico-culturali
  • archiviazione e gestione dei beni librari e documentari in biblioteche e centri di documentazione
  • editing e progettazione editoriale nei settori dell'editoria cartacea e multimediale
  • formazione, mediazione e consulenza in enti pubblici e privati che richiedono competenze di carattere linguistico, glottodidattico e di mediazione interculturale
  • attività promozionali in uffici stampa e agenzie di comunicazione
  • attività in organizzazioni pubbliche e private nell'ambito della difesa dell'ambiente, del dialogo interculturale, dalla tutela dei diritti umani e del peace keeping
  • attività professionali legate alla P.A. e alla carriera diplomatica (dirigenti dell'amministrazione dello stato, consulenti ministeriali per la cooperazione allo sviluppo, esperti in programmi di emergenza umanitaria)


Curricula

Linguistica e didattica delle lingue

Il curriculum è incentrato sul linguaggio nelle sue varie articolazioni, e mira ad offrire un programma di formazione specializzata nell'ambito delle aree della linguistica descrittiva ed applicata e della didattica delle lingue moderne. In questi ambiti, fornisce le competenze necessarie per la ricerca attraverso un approccio critico e interdisciplinare all'analisi linguistica, in prospettiva descrittiva, educativa, acquisizionale, sociale e computazionale.

Il riferimento potenziale del curriculum è alle diverse lingue del mondo, anche se la sua collocazione all'interno dell'Università per Stranieri di Perugia comporta un'attenzione particolare all'italiano e alle sue varietà.

Alcuni temi di ricerca inclusi nel curriculum sono ad esempio: lo studio di aspetti fonologici, morfosintattici, lessicologici e lessicografici, psicolinguistici, testuali, pragmatici, discorsivi; l'approfondimento di aspetti sociolinguistici come la variazione linguistica, il multilinguismo e il contatto linguistico; lo studio dell'acquisizione di L1 e L2; l'analisi linguistica attraverso diversi generi testuali (discorso accademico, politico, dei media, etc.); la linguistica dei corpora; l'analisi delle problematiche legate alla didattica, alla valutazione e all'educazione linguistica; la valutazione empirica degli effetti che diversi approcci pedagogici producono sull'apprendimento; la consapevolezza degli sviluppi della filosofia del linguaggio.

Filologia e letteratura italiana

Il curriculum filologico e letterario è incentrato sulla tradizione linguistica, testuale e letteraria italiana, dalle origini alla contemporaneità.

Alcune aree di ricerca del curriculum sono le seguenti:

  • l'area della ricerca storica e critica sulla letteratura italiana in tutto l'arco del suo svolgimento, proponendo studi su opere e autori, sulla periodizzazione e sulle diverse fasi della storia letteraria nazionale, con particolare attenzione, all'analisi dei testi e dei generi, della loro ricezione e tradizione. In tale ambito si inserisce lo studio relativo alla diffusione della letteratura, della lingua e dei modelli culturali italiani fuori d'Italia confrontando la tradizione italiana con quella di altre realtà culturali e linguistiche europee ed extraeuropee, attingendo anche a forme espressive diverse e promuovendo analisi interdisciplinari
  • l'area della ricerca filologica, che si propone di sviluppare elevate competenze metodologiche per lo studio delle tradizioni testuali e per l'edizione critica di testi italiani. Si occupa inoltre di interpretazione, commento e analisi di testi letterari, ma anche paraletterari e documentari, di età medievale, rinascimentale, moderna e contemporanea, a partire dai dati filologici e dagli elementi formali. Studia l'edizione dei testi, la storia dei testi dal punto di vista ecdotico e della filologia d'autore; -l'area della ricerca in storia della lingua, per l'analisi e la definizione dello statuto grammaticale di testi italiani antichi e moderni, letterari e non, in un dialogo costante con la filologia testuale. Particolare rilevanza avrà inoltre il trattamento digitale dei testi al fine di costituire banche dati e corpora diacronici di testi da annotare, permettendo così di sviluppare competenze nell'ambito delle digital humanities.

Diplomazia e cooperazione internazionale

Il curriculum si caratterizza per un approccio interdisciplinare che integra l'analisi politica e sociale con quella storica e giuridica internazionale, al fine di offrire una spiegazione del ruolo degli Stati e gli attori sovra- e sub-nazionali sia in chiave storica che di attualità. Il curriculum individua una serie di ambiti specifici di approfondimento: la diplomazia e il dialogo interculturale, le relazioni trans-nazionali, la tutela dei diritti e la difesa dell'ambiente, l'analisi e gestione delle crisi umanitarie, la sicurezza umana, le politiche di promozione dello sviluppo.

Il programma di dottorato attribuisce priorità ai seguenti temi di ricerca: lo studio del ruolo internazionale degli Stati, sia di quelli dell'Europa che dei paesi extra-europei; lo studio delle problematiche della politica internazionale e della sicurezza umana; l'analisi dei fenomeni di interdipendenza globale, con particolare attenzione all'Africa e all'America latina e, più in generale, alle dinamiche Sud-Sud; l'approfondimento delle relazioni tra paesi, con particolare attenzione all'interazione tra regimi politici con differenti strutture sociali e al dialogo tra culture; lo studio delle crisi umanitarie.


Attività didattiche trasversali

 attività trasversali A.A. 22-23


Il dottorato segnala

  Wednesday, 01 February 2023

Seminario "Declinazioni innovative della democrazia diretta e partecipativa e integrazione dei gruppi deboli" - Call for paper
  Thursday, 10 November 2022 to Friday, 11 November 2022

Seminario annuale di poesia contemporanea IV edizione - CALL FOR PAPERS
  Thursday, 03 November 2022 to Friday, 02 December 2022

Ciclo di Seminari "LE FORME DI GOVERNO CONTEMPORANEE"
  Thursday, 13 October 2022 to Friday, 14 October 2022

OCCASIONI FARNESIANE

Pages


Incontri e seminari

(Attività facoltative)

Actors and Drivers
Thursday, December 1, 2022 - 14:15 to 16:00
Aula 1, Palazzina Prosciutti
Quello che non si trova scritto nei libri
Thursday, December 1, 2022 - 11:00 to 13:00
Aula 8, Palazzina Prosciutti

Pages