ANDIAMO A FARE LA SPESA

Ritratto di Valentina Gigliarelli

Pubblicato il 09/10/2009 - 21:10 da Valentina Gigliar...

Per svolgere questa attività sono sufficienti 50 minuti circa.

L'argomento di esercitazione è l'uso dei pronomi diretti nei tempi semplici o composti.

L'attività è utile anche per ampliare il lessico relativo ai cibi/bevande, alle quantità, al nome dei “contenitori”....

Io utilizzo questa attività nelle ore di esercitazioni orali per il livello elementare (pronomi diretti e ne nei tempi semplici) e per il livello intermedio (pronomi diretti e ne nei tempi composti)

MATERIALE NECESSARIO: 4 o 5 volantini uguali di un qualsiasi supermercato.

Gli studenti, divisi in gruppi, devono fare la spesa per una cena per 2 persone ed hanno a disposizione in tutto 18 euro.

Una volta fatta la spesa e scelto cosa acquistare, attraverso domande e risposte (con uso dei pronomi diretti), i vari gruppi dovranno cercare di scoprire le bibite ed i cibi comprati dagli altri.

Un saluto

V.G.

AllegatoDimensione
ANDIAMO A FARE LA SPESA-PRONOMI DIRETTI.pdf75.47 KB
4.333335
Il tuo giudizio: Nessuno Media: 4.3 (3 voti)
pronomi diretti e NE

Valentina, anche a me la tua attività è piaciuta; assomiglia molto a quella proposta in RICETTE PER PARLARE (ALMA edizioni FI 2005), N.10 dal titolo: IL LATTE L'HAI COMPRATO.

Tuttavia ho una riserva: il NE.

Io non tratto mai questa struttura a livello elementare, tu evidentemente sì. Come te la cavi?

Per la mia esperienza risulta già più che abbastanza il carico dei pronomi diretti e indiretti, atoni e tonici.

CIAO, elena giacchini

 

 

 

 

Ritratto di elena giacchini
Posted by elena giacchini on Dom, 14/03/2010 - 18:33
Ciao Elena! Scusami per il

Ciao Elena!

Scusami per il ritardo con cui ti rispondo!

Sì, anche io conosco il validissimo “Ricette per parlare”, in realtà io utilizzo in classe l' attività “Andiamo a fare la spesa”dal 2003.

L'esercizio delle strutture è ovviamente molto simile, però nell'attività “Andiamo a fare la spesa” propongo l'utilizzo di materiale autentico (i volantini di un supermercato), non c'è selezione dei prodotti e della quantità acquistabile( lascio liberi i ragazzi di sfogliare e di curiosare tra i prodotti e i termini italiani e...anche i prezzi!), il limite unico è quello di attenersi ad un budget prestabilito.

Per quanto riguarda il NE, pronome partitivo, nei corsi di livello A2, lo introduco subito dopo aver trattato l'uso dei pronomi diretti nei tempi semplici.

Certo l'uso del NE può sembrare all'inizio un po' difficile o complesso, ma come ripeto in un livello A2 viene proposto solo con i tempi semplici.

Introducendo questa attività di esercitazione orale, si può anche riproporre alla lavagna uno schema “riassuntivo-facilitante” con l'uso dei pronomi diretti e/o di Ne in frasi affermative e negative...per insistere un po' su tali strutture...

Un saluto

V.G.

 

 

Ritratto di Valentina Gigliarelli
Posted by Valentina Gigliar... on Ven, 19/03/2010 - 18:06
commento a "andiamo a fare la spesa- pronomi diretti"

Questa attività è veramente interessante:

  • stimolante per gli studenti perché legata al quotidiano
  • ottima l'dea di discutere e negoziare le liste della spesa
  • sviluppa l'aspetto del "learning by doing" trasformando  in una situazione concreta l'aspetto giocoso dell' attività ludica

Mi è piaciuta molto! Grazie mille Valentina!

Rosi P.

 

Ritratto di Rosi P.
Posted by Rosi P. on Lun, 12/10/2009 - 20:32
 Grazie Valentina; aggiungo

 Grazie Valentina; aggiungo le immagini di due volantini della Coop che si potrebbero utilizzare per questa attività.

 

 

 

Ritratto di spina
Posted by spina on Sab, 10/10/2009 - 13:43
grazie e aggiungo

Grazie Rosi P. ed Elisa e grazie mille a te Stefania per aver aggiunto il volantino! In effetti sarà utilissimo per i colleghi all'estero che non possono procurarsi "volantini italiani".

Approfitto per aggiungere solo una cosa:  i volantini di particolari periodi dell'anno, come ad esempio quelli del periodo Natalizio o Pasquale o del Carnevale, suscitano in classe grande interesse...I ragazzi attraverso i prodotti  presentati nel volantino possono comprendere particolari aspetti della nostra cultura, legati a tali feste. E allora a Natale tutti come dolce metteranno in lista il panettone o il pandoro o il torrone,  a Pasqua l'uovo di cioccolato o la colomba e a Carnevale le frappe o gli strufoli (cibi che suscitano sempre grande curiosità!)!

Quindi a seconda del periodo dell'anno ( e direi anche della regione e città) in cui si svolge il corso di lingua l'insegnante può proporre e sfruttare  i volantini più appropriati e "caratteristici".

Un caro saluto

V.G.

 

Ritratto di Valentina Gigliarelli
Posted by Valentina Gigliar... on Ven, 30/10/2009 - 15:44
Davvero carino. Poi

Davvero carino. Poi finalmente un modo per rendere interessante alcuni tra gli argomenti più noiosi e insidiosi anche, come il NE...

Ritratto di Elisa Bassetti
Posted by Elisa Bassetti on Lun, 26/10/2009 - 21:53
Opzioni visualizzazione commenti
Seleziona il tuo modo preferito per visualizzare i commenti e premi "Salva impostazioni" per attivare i cambiamenti.