Presentazione del libro di Walter Zidarič

"Tutto il Teatro di Ercole Luigi Morselli”

27 Marzo 2017

Perugia – Tutto il Teatro di Ercole Luigi Morselli” è il titolo del libro di Walter Zidarič in programma venerdì 31 marzo 2017, con inizio alle ore 16.00, nell’Aula Magna di Palazzo Gallenga dell’Università per Stranieri di Perugia. All’incontro, introdotto dal Magnifico Rettore prof. Giovanni Paciullo insieme alla Direttrice del Dipartimento di Scienze Umane e Sociali Sandra Covino, interverranno Afredo Luzi dell’Università di Macerata e Siriana Sgavicchia dell’Università per Stranieri di Perugia. Ad arricchire l’evento sarà l’introduzione al “Libretto d’Opera di Walter Zidarič, ispirato all’Orione di Ercole Luigi Morselli”, a cura del prof. Stefano Ragni del Conservatorio di Musica “F. Morlacchi” di Perugia.  L’incontro si concluderà, tra le letture di Matteo Giardini, con una performance musicale di Simone Fermani accompagnato dal pianista Luca Burini del Conservatorio “Giuseppe Verdi, e dal tenore Pasquale Conticelli.  Ercole Luigi Morselli (Pesaro 1882 - Roma 1921) è stato un astro filante del teatro italiano agli inizi del ‘900. Muore di malattia e di privazioni subite per anni, proprio nel momento in cui il successo comincia ad arridergli grazie al Glauco andato trionfalmente in scena al Teatro Argentina di Roma nel 1919. Pesarese di nascita e fiorentino d’adozione, per aver trascorso a Firenze gli anni dell’infanzia e dell’adolescenza, Morselli coltiva l’amicizia di Papini e Prezzolini prima di imbarcarsi, nel 1903, con Federico Valerio Ratti per un viaggio rocambolesco in nave che durerà più di un anno e che lo porterà prima in Sudafrica e poi in Argentina e Uruguay, dove combatterà con la camicia rossa garibaldina. Da tale esperienza umana scaturirà la scrittura : prima la prosa e in seguito il teatro, vera passione del giovane autore e in cui eccelle. Trasferitosi a Roma dove tenta dapprima l’esperienza giornalistica del Mercurio e si lancia poi nel cinema esordiente come comparsa, sceneggiatore e aiuto regista, Morselli trova infine la propria strada nel teatro, col primo successo di Orione, nel 1910, al Teatro Argentina, salutato da critica e pubblico come esempio di teatro antidannunziano. Seguiranno, tra i lavori maggiori, Glauco (1919) e Belfagor (postumo, 1933), oltre a vari altri testi editi e inediti, tutti presenti in questo volume per la prima volta.

Walter Zidarič - Slavista e italianista, è professore ordinario di Lingua e Letteratura italiana all’Università di Nantes (F) e membro del centro di ricerca L’AMo (http://lamo.univ-nantes.fr/). I suoi maggiori interessi di ricerca vertono sui rapporti tra letteratura musica e società in Italia e in Russia dalla fine del ‘700 a oggi, sulle questioni legate all’identità nazionale, sulla letteratura italofona e della migrazione.