Coronavirus

coronavirus

Informazioni e documentazione

Si rendono disponibili all’utenza tutta per correttezza di informazione, la normativa di riferimento, le disposizioni e i comportamenti da seguire.

 Numeri utili
Numero ministeriale 1500
Numero regionale 800636363
Numero segreteria DIP 0755412432
Numero centralino DIP 0755411

 Consulta il sito del Ministero della Salute

All the updates in English

IBAN per le donazioni alla Protezione Civile

L'UnistraPg non si ferma!
Gli atti interni all'amministrazione legati all'emergenza COVID-19 sono ora disponibili nella pagina "L'UniStraPg non si ferma!" dove riportiamo tutte le modalità con cui continuano a svolgersi le attività istituzionali.


 Protocollo di sicurezza

Misure organizzative e di sicurezza per l’emergenza epidemiologica da Covid-19 per la Fase 2 e la Fase 3


 Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri - 11 giugno 2020

Ulteriori disposizioni attuative del decreto-legge 25 marzo 2020, n. 19, recante misure urgenti per fronteggiare l'emergenza epidemiologica da COVID-19, e del decreto-legge 16 maggio 2020, n. 33, recante ulteriori misure urgenti per fronteggiare l'emergenza epidemiologica da COVID-19.


 Decreto legge n.34 del 19 maggio2020

Misure urgenti in materia di salute, sostegno al lavoro e all'economia, nonché di politiche sociali connesse all'emergenza epidemiologica da COVID-19.
Per quanto riguarda l'università si rimanda agli articoli 236-237-238.


 Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri - 17 maggio 2020

Disposizioni attuative del decreto-legge 25 marzo 2020, n. 19, recante misure urgenti per fronteggiare l'emergenza epidemiologica da COVID-19, e del decreto-legge 16 maggio 2020, n. 33, recante ulteriori misure urgenti per fronteggiare l'emergenza epidemiologica da COVID-19.


 Il post “lockdown” e le nuove Fasi 2 e 3 per il sistema della formazione superiore e della ricerca - 4 maggio 2020 - Ministero dell'università e della ricerca


 Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri - 26 aprile 2020


 Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri - 10 aprile 2020

Ulteriori disposizioni attuative del decreto-legge 25 marzo 2020, n. 19, recante misure urgenti per fronteggiare l'emergenza epidemiologica da COVID-19, applicabili sull'intero territorio nazionale


 Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri - 1° aprile 2020

Misure urgenti di contenimento del contagio: proroga al 13 aprile


 D.L. 25 marzo 2020, n. 19 "Misure urgenti per fronteggiare l'emergenza epidemiologica da COVID-19"


 Circolare INPS n. 45 del 25 marzo 2020


 Istruzioni per l'uso corretto dei DPI/PPE (Dispositivi Protezione Individuale/Personal Protective Equipment)


 Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri - 22 marzo 2020

Ulteriori disposizioni attuative del decreto-legge 23 febbraio 2020, n. 6, recante misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell'emergenza epidemiologica da COVID-19, applicabili sull'intero territorio nazionale


Lettera della Rettrice - 20/03/2020

Cari tutti,

in un momento di difficoltà grave per il paese e per la comunità universitaria tutta, desidero informarvi di quanto l’Università per Stranieri di Perugia sta facendo per assicurare continuità e futuro a tutte le nostre attività cercando, per quanto possibile, di garantire “normalità” nella “anormalità” nella convinzione che potremo superare questi giorni difficili e riprendere i ritmi abituali della nostra vita e del nostro lavoro.

Questo deve essere il nostro obiettivo, questa la convinzione forte che deve dare un senso ai sacrifici e allo sforzo che tutti stiamo compiendo nel quotidiano.

In questo senso ci stiamo impegnando cercando nella difficoltà sollecitazioni positive e accettando la sfida di ripensare modalità e aspetti della nostra attività che d’ora in avanti entreranno a far parte delle nostre competenze e dei servizi che l’Ateneo sarà in grado di offrire alla comunità studentesca e, più in generale, alla varia e ampia utenza dell’Università per Stranieri.
L’emergenza non ci ha colti impreparati. Avevamo acquisito negli anni gli strumenti e la tecnologia necessari per avviare la didattica a distanza, dimostrando in questo lungimiranza e visione in prospettiva.

Il contratto con Microsoft per l’utilizzo di diverse applicazioni ci garantisce oggi, attraverso Teams, un servizio e un supporto tecnologico di ottimo livello che ci ha consentito di mantenere immutato il calendario didattico del secondo semestre dei Corsi di Laurea e Laurea Magistrale avviando, in un fine settimana, grazie alla fondamentale collaborazione dei nostri esperti informatici e di colleghi anch’essi esperti nel settore, procedure e formazione di base a tutti i colleghi sull’utilizzo dell’applicazione Teams.

Abbiamo ricevuto un feedback positivo dai nostri studenti, che hanno potuto continuare il loro percorso formativo senza perdere un solo giorno di lezione. Per tutti noi, docenti, dipendenti amministrativi e studenti, è stato importante riuscire a tenerci uniti, sebbene a distanza, garantendo continuità al nostro lavoro.

Tutto potrà essere migliorato con il tempo, le modalità didattiche potranno essere riviste e approfondite, ma è stato un successo, possiamo dircelo e possiamo andarne orgogliosi.
Grazie a tutti, docenti e amministrativi, per questo sforzo comune. Grazie agli studenti che hanno accettato di buon grado la nuova modalità didattica dimostrando solidarietà e spirito di collaborazione.

Obiettivo di questi giorni di grande impegno sul fronte amministrativo, è anche quello di garantire, per quanto possibile, continuità, seppure in modalità a distanza, ad altri adempimenti che costituiscono parte integrante delle normali attività dell’Ateneo, quali, consessi, consigli, selezioni, riunioni di commissioni, provvedendo a garantirne la regolarità formale con i relativi regolamenti. In questa stessa direzione si sta procedendo anche per quanto riguarda esami e sedute di laurea. Per agevolare la conoscenza e relativa comunicazione di ogni atto interno emanato in tal senso verrà creata all’interno del sito d’Ateneo una pagina dedicata.

Garantire la continuità delle attività dell’Ateneo, oltre ad essere nostro dovere, ci consentirà, quando questo sarà possibile, di poter ripartire senza ulteriori carichi di lavoro.

Anche nel settore dei Corsi di Lingua e Cultura italiana, si stanno già utilizzando, dalla scorsa settimana, modalità di didattica a distanza attraverso l'uso della piattaforma LoL a cui vengono integrate le altre tecnologie Social: Facebook, Whatsapp, Skype. Tali modalità garantiscono un costante contatto con i nostri studenti iscritti ai Corsi. Contatto molto importante in questo momento anche per loro particolarmente difficile.

Si sta inoltre completando in questi giorni, attraverso tutorials dedicati, la formazione dei colleghi che insegnano nei Corsi di Lingua e Cultura sull’utilizzo dell’applicazione Teams. Già oggi buona parte dei Corsi viene offerta anche in questa modalità.

Un'operazione impegnativa in quanto, in particolare per i Corsi di Lingua e Cultura, vanno completamente riviste modalità didattiche e va appositamente creato materiale di supporto.

La Commissione per i Corsi di Lingua e Cultura italiana, costituita a seguito di delibera dipartimentale, sta molto lavorando a questa nuova organizzazione collaborando con gli esperti informatici e con gli uffici di supporto ai Corsi.

L’obiettivo è quello di riconvertire, in un tempo ragionevole, la didattica frontale in didattica a distanza per poter affrontare nei prossimi mesi la più che probabile mancanza di studenti in presenza. Nella difficoltà di questo periodo, dobbiamo saper cogliere l’opportunità di potenziare aspetti del nostro lavoro legati all’utilizzo delle nuove tecnologie. Potremo così disporre di un patrimonio di competenze fondamentale anche in futuro, una volta tornati alla normalità.

Insieme alla Commissione, tutti i colleghi che insegnano nei Corsi di Lingua e Cultura si stanno impegnando al massimo, consapevoli dell’assoluta emergenza e della necessità di continuare ad offrire un servizio che risponda alla finalità istituzionale e alla stessa ragione di essere dell’Università per Stranieri di Perugia.

A loro, tutti, al personale tecnico amministrativo coinvolto, alla Commissione e ai colleghi che la costituiscono, il grazie più sincero e convinto.

Ci si propone in questo modo di mantenere vivo negli studenti, non di madrelingua italiana, l’interesse nei confronti della lingua e della cultura italiana e dell’Università per Stranieri, nei confronti della nostra città di Perugia, della nostra regione dell’Umbria, dell’Italia, delle bellezze naturali e artistiche che il nostro prezioso territorio esprime.

Anche su questo fronte dobbiamo essere pronti a ripartire, a ospitare nuovamente, quando questa emergenza sarà superata, i nostri studenti provenienti da ogni parte del mondo, a soddisfare quel bisogno di bellezza e di umanità che l’Italia sa esprimere in modo unico e mirabile e che l’Università per Stranieri di Perugia nei suoi quasi 100 anni di storia ha saputo così bene trasmettere.

In questa ultima settimana, la Direzione Generale con la collaborazione degli uffici di supporto ha provveduto ad organizzare per molte strutture amministrative forme di lavoro agile, garantendo la continuità dei servizi essenziali e facendosi al contempo carico della tutela delle persone. Alcuni di questi servizi vengono garantiti attraverso la presenza a turno in Ateneo di unità ridotte di personale. In questa ottica di tutela collettiva e al contempo di risparmio di risorse, in un periodo in cui l’attività è necessariamente ridotta, si è decisa la chiusura di Palazzo Gallenga e delle Palazzine al Parco Santa Margherita a partire dalle ore 14.00.

L’Università per Stranieri continua le sue attività nelle modalità che ho cercato di descrivere sinteticamente, consapevole della gravità della situazione, delle responsabilità che ne derivano, cercando di bilanciare la tutela dei singoli con la necessità di garantire continuità all’attività dell’Ateneo, nella convinzione che il paese e tutti noi saremo in grado, grazie al nostro impegno, di superare questo periodo di grave difficoltà.

Concludo rivolgendomi agli studenti tutti, ai loro rappresentanti: grazie per il senso di responsabilità, per la collaborazione e soprattutto grazie per la vicinanza e l’attaccamento all’Ateneo, che mai avete fatto mancare.

In questo momento restare a casa è un dovere nei confronti degli altri e di noi stessi, garantendo al contempo, nei modi oggi possibili, la nostra presenza e il nostro contributo per l’Istituzione.

Con questo messaggio, unitamente al Direttore Generale, vi salutiamo e vi ringraziamo tutti sperando che presto ci si possa incontrare di nuovo nei luoghi quotidiani del nostro lavoro.

Giuliana Grego Bolli


 Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri - 17 marzo 2020

Misure di potenziamento del Servizio sanitario nazionale e di sostegno economico per famiglie, lavoratori e imprese connesse all'emergenza epidemiologica da COVID-19


 Servizi per studenti con disabilità e DSA: misure urgenti coronavirus

Attivo il servizio a distanza della Commissione per l’integrazione ed il sostegno di studenti con disabilità e DSA attraverso colloqui telefonici, Skype call, Microsoft Teams ed e-mail.

 Services for students with disability and Specific Learning Difficulties (SpLDs): Coronavirus, urgent measures

Online service of the Committee for integration and support of students with disability and with SpLDs is active by telephone, Skype, Microsoft Teams and e-mail.


 Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri - 11 marzo 2020

Ulteriori misure in materia di contenimento e gestione dell'emergenza epidemiologica da COVID-19 sull'intero territorio nazionale


Cari studenti,
come sapete le lezioni continuano a svolgersi in modalità on line. Quindi potete continuare ad imparare la lingua italiana con i vostri insegnanti. Loro saranno sempre in contatto con voi.
L'università e tutti i docenti vi sono vicini e cercheremo di aiutarvi a superare questo momento difficile.
Come sapete, dal 9 marzo il Governo Italiano ha ristretto ancora di più le possibilità di movimento per le persone. Di seguito vi riassumiamo le principali regole da seguire:

  1. Posso uscire di casa per una passeggiata?
    SÌ, ma non in luoghi affollati e solo se si mantengono le distanze di almeno 1 metro tra le persone, evitando comunque di stare in gruppo.
  2. Posso andare a fare una gita o visitare un'altra città?
    NO. Non si può lasciare il comune dove si risiede se non per gravi necessità
  3. Posso andare a fare la spesa in un altro comune?
    NO. la spesa deve essere deve essere effettuata nel negozio più vicino alla vostra residenza. Preferibilmente evitando le ore di massimo afflusso.
  4. Posso andare a casa di amici per una cena o per una festa?
    NO. Gli spostamenti sono consentiti solo per esigenze di lavoro o per necessità importanti.
  5. Posso andare all'università?
    La biblioteca e le sale di lettura sono chiuse.
    Si può andare all'università sono se si hanno necessità importanti come ad esempio il permesso di soggiorno in scadenza, o la necessità di avere un documento importante,

Un caro saluto

La commissione dipartimentale per i corsi di lingua (11/03/2020)

Dear Students,
As you know, classes moved online, so you can continue learning Italian language with your teachers.
The university and all the teachers are here for you and we will try to help you through this difficult time.
Since March 9 the Italian Government has further restricted the chances of movement for people. Below we summarize the main rules to follow:

  1. Can I leave the house for a walk?
    Yes, but not in crowded places and only if you keep a distance of at least 1 meter between people, but avoid being in a group.
  2. Can I go on a trip or visit another city?
    NO. You cannot leave the town where you live except for serious needs.
  3. Can I go shopping at another town?
    NO. Shopping must be done in the supermarket or shop closest to where you live. Avoid crowded shops.
  4. Can I go to a friend's house for dinner or a party?
    NO. Travel is only allowed for business or important needs.
  5. Can I go to university?
    The library and reading rooms are closed.
    You can go to university if you have important requests such as an expiring residence permit, or you need an important document.

Un caro saluto

La commissione dipartimentale per i corsi di lingua (11/03/2020)


 Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri - 9 marzo 2020

Nuove misure per il contenimento e il contrasto del diffondersi del virus Covid-19 sull'intero territorio nazionale


miniatura del poster

 Nuovo Coronavirus, il vademecum. Cosa fare in caso di dubbi - 9 marzo 2020

Realizzato con l’Istituto superiore di sanità e il Centro europeo di prevenzione e controllo delle malattie, il vademecum risponde ai dubbi e alle preoccupazioni più frequenti e affianca le raccomandazioni per la prevenzione


 Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri - 8 marzo 2020

Ulteriori disposizioni attuative del decreto-legge 23 febbraio 2020, n. 6, recante misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell'emergenza epidemiologica da COVID-19. (20A01522) (GU Serie Generale n.59 del 08-03-2020)


Comunicazione della rettrice a seguito delle decisioni prese dal Governo lo scorso 4 marzo e formalizzate con il D.P.C.M. emanato nello stesso giorno

Perugia 06/03/2020

A seguito delle decisioni assunte dal Governo il 4 marzo scorso (D.P.C.M. 4 marzo 2020, Coronavirus), comunico quanto segue:

  • Sino al 15 marzo sono sospese tutte le attività didattiche in presenza, comprese le esercitazioni, i tirocini interni e gli stage studenteschi attivi presso le strutture dell’Ateneo;
  • L’attività di ricevimento degli studenti da parte dei docenti verrà garantita a distanza, in forme concordate;
  • Le biblioteche d’ateneo e gli spazi destinati allo studio rimarranno chiusi (urgenti esigenze di prestito da parte dei laureandi dovranno essere formulate via email alla biblioteca);
  • Nel periodo indicato nel D.P.C.M. richiamato, l’accesso alle sedi dell’Università per Stranieri di Perugia verrà regolato secondo le disposizioni in materia, volte a garantire la sicurezza degli utenti e del personale in servizio;
  • Nelle attività degli uffici che offrono servizi agli studenti vanno privilegiate modalità a distanza, vengono comunque garantiti servizi in presenza nel rispetto della normativa vigente, volta a garantire la tutela degli utenti e del personale;
  • I servizi tecnici ed amministrativi resteranno garantiti per tutto il periodo indicato nel D.P.C.M. varato il 4 marzo scorso dal Governo, nel rispetto delle prescrizioni sanitarie in esso richiamate;
  • Da lunedì 9 marzo prossimo le lezioni frontali dei corsi di lingua e cultura Italiana, dei corsi di laurea e dei corsi di dottorato verranno sostituite da lezioni a distanza, erogate secondo procedure che verranno comunicate agli studenti entro la settimana corrente;

Suggerisco pertanto agli studenti di consultare con frequenza il sito d’Ateneo e la posta elettronica per gli aggiornamenti che verranno loro comunicati.
Invito gli studenti e le loro famiglie a considerare il carattere prudenziale e temporaneo di tali provvedimenti quale prova di responsabilità nei loro confronti e nei riguardi della comunità sociale tutta.

La Rettrice
Giuliana Grego Bolli


miniatura del poster

 Covid-19. Raccomandazioni per la prevenzione

Presentate il 5 marzo dal professor Silvio Brusaferro nel corso della conferenza stampa presso la Protezione civile che ha tenuto insieme al Presidente del Consiglio Superiore di Sanità Franco Locatelli


 Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri - 4 marzo 2020

Misure riguardanti il contrasto e il contenimento sull'intero territorio nazionale del diffondersi del Coronavirus


 Garante Privacy: no a iniziative "fai da te" nella raccolta dei dati

Soggetti pubblici e privati devono attenersi alle indicazioni del Ministero della salute e delle istituzioni competenti


 Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri - 1° marzo 2020

Ulteriori disposizioni attuative del decreto-legge 23 febbraio 2020, n. 6, recante misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19


Carissime, Carissimi,
in accordo con le autorità ministeriali, regionali e comunali, l’Università per Stranieri di Perugia sta adottando tutte le misure precauzionali necessarie per scongiurare la diffusione del Coronavirus COVID-19, a tutela del personale che lavora nelle nostre sedi, degli studenti e dell’intero territorio.
La nostra Università ha partecipato ai tavoli che le istituzioni locali hanno convocato e ha inoltre organizzato a Palazzo Gallenga, lo scorso 26 febbraio, una riunione per fare il punto sulle azioni sinora intraprese dall’Ateneo.
Gli studenti provenienti dalla Cina sono stati aiutati a sottoporsi ai controlli sanitari necessari e nessuno di loro è risultato positivo al virus, così come anche gli studenti stranieri provenienti da altri paesi asiatici. Abbiamo scrupolosamente seguito le indicazioni fornite dal Ministero della Salute per gli studenti in arrivo e in partenza per la Cina.
Desidero ringraziare quanti hanno lavorato e stanno lavorando per garantire il benessere collettivo, in particolare il medico territoriale competente per l’Università per Stranieri, i medici del servizio ambulatoriale interno all’Ateneo e tutto il personale amministrativo e docente. In questo momento così delicato, è importante che tutti collaborino rispettando le indicazioni fornite dall’Istituto Superiore di Sanità e quelle della Regione Umbria.
Abbiamo creato questa pagina sul portale d’ateneo per fornire a tutti un’informazione chiara e dettagliata. Aggiorneremo tempestivamente la pagina qualora ci fossero novità da segnalare. Permettetemi infine di sottolineare la risposta di grande civiltà che la nostra comunità perugina ha dato in queste settimane di preoccupazione. Non ci sono stati, in città, episodi di discriminazione verso gli studenti cinesi, che hanno invece ricevuto piena solidarietà e sostegno. La nostra comunità ha reagito con compostezza e senso della responsabilità. Sono certa che questo sia lo spirito giusto per superare ogni momento di difficoltà e far vincere le ragioni della mutua solidarietà in tutta la nostra cittadinanza.

La Rettrice


 Aggiornamento sulle misure di prevenzione dal contagio di coronavirus

Comunicato stampa d'Ateneo - 27/02/2020


 Ordinanza del Presidente della Giunta Regionale 26 febbraio 2020, n. 1

Ulteriori misure per la prevenzione e gestione dell’emergenza epidemiologica daCOVID-2019. Ordinanza ai sensi dell’art. 32, comma 3, della legge 23 dicembre 1978,n. 833 in materia di igiene e sanità pubblica.


 Dieci comportamenti da seguire per prevenire il contagio

Aggiornato dal Ministero della Salute il 24 febbraio 2020


 Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 23 febbraio 2020

Disposizioni attuative del decreto-legge 23 febbraio 2020, n. 6, recante misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell'emergenza epidemiologica da COVID-19. (20A01228)


 10 comportamenti da seguire

Testi rielaborati dalla Task Force Comunicazione ISS su fonti di Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS), European Centre for Disease Prevention and Control (ECDC) e Istituto Superiore di Sanità (ISS)


 Indicazioni per la gestione degli studenti e dei docenti di ritorno o in partenza verso aree affette della Cina

Circolare del Ministero della Salute


 Indicazioni della Regione Umbria per ridurre il rischio di infezione da Coronavirus